Come arredare casa

30/01/2018 - La domanda che frequentemente mi viene rivolta è: come arredare casa? L'arredamento della casa è legato ai complessi fenomeni collegati alla costruzione dello spazio domestico che suscitano da sempre interrogativi che ruotano attorno ai rapporti tra, spettacolare e intimo pubblico e privato.

Esigenze delle persone nell’arredare casa

Esiste, ovunque in ogni tempo, almeno una zona riservata, al riparo da sguardi indiscreti degli estranei, destinata alle attività ritenute più intime e personali, le cui frontiere si spostano secondo tempi e culture.
Di conseguenza le nostre case, giustamente arredate, diventano l'espressione della nostra reazione al mondo circostante e l'interpretazione di una gran mole di informazioni.

Lo spazio della casa non si adegua soltanto ai mutevoli bisogni dell'abitare nel tempo, ma si rende trasmettitore e ricettore di reciproche influenze, contaminazioni e stili, e così contribuisce a inserire il progetto di interni in una cornice più ampia, che supera i meri confini nazionali entro i quali si concretizza.

La cultura degli interni è stata troppo spesso costretta a coincidere con la storia dell'architettura o con quella dell'arredamento d’interni, senza cogliere che la specificità dello spazio domestico è quella di muovere esattamente a cavallo delle due storie. Forma e vita nell'interno domestico risultano intimamente connesse, e non solo: questa connessione ne rappresenta la più profonda specificità. Non è possibile dunque indagare il significato delle forme senza coinvolgere anche le persone con il bagaglio di emotività e di necessità che le accompagnano.

Nell'arredare casa, o semplicemente nel riorganizzarne l'interno, l'architetto si assume il delicato compito di coordinare e integrare le diverse informazioni che gli giungono, traducendole in una forma costruita che sia capace di sintetizzare il sottile e difficile legame tra le forme dell'abitare privato e la qualità della vita che in esse si svolge.



Tendenze nell’arredamento moderno

Tra le varie tendenze, l'arredamento minimalista si è manifestato come una boccata di aria fresca in una frenetica società sovraccarica di informazioni. Alcuni progetti d'interni attuali, hanno dato luogo a un'irripetibile interazione dell'ambiente circostante con la ricchezza e la diversità di culture, arti e tecnologie. Tanto il design grafico, industriale e della moda, quanto le arti musicali e visive hanno contribuito alla realizzazione di spazi pieni di significato e gusto estetico.

Gli aspetti fondamentali ricercati nell'arredare una casa moderna si riassumono in: qualità, armonia e comfort. Tutti vogliono abitare in una casa comoda. Le stanze devono trasmettere relax, comodità e convivialità alle persone che condividono gli spazi. Il design contemporaneo si sta forse allontanando dall'estetica pura e quasi asettica del minimalismo, ma semplicità e sottile raffinatezza restano gli elementi che definiscono l'essenza dell'arredamento moderno.
Questa è l'epoca in cui è possibile accostare un pezzo antico ad un mobile moderno.

Gli interni moderni utilizzano materiali, colori e luce per soddisfare bisogni e desideri, ossia per rendere la vita più piacevole comoda e facile.

Importanza degli oggetti nell’arredare casa

Ma sono gli oggetti, con loro vocazione a soddisfare i bisogni e le necessità degli abitanti, che costituiscono e caratterizzano l'interior-scape, rendendolo fruibile e consentendo allo spazio di divenire luogo. Una casa arredata senza oggetti è una casa vuota, è una casa incapace di accogliere la vita.
La bellezza di arredi e oggetti può essere relativa, soggettiva, ma non per questo meno importante: è proprio la loro assenza che contraddistingue la stanza di un carcerato.

Ciò vale al punto tale da poter sostenere che una casa abitata non è conoscibile nella sua interezza: la stretta relazione che intercorre tra spazi, oggetti e sensi di questi è nota solo ai suoi abitanti e, spesso, nemmeno ad essi, coinvolgendo aspetti psicologici non sempre evidenti agli stessi protagonisti, talvolta addirittura inconsciamente rimossi.



Gli arredi, veri colonizzatori, e tutto il bagaglio di oggetti che si introduce all'interno di un'abitazione quando se ne prende possesso, trasformano gli spazi in luoghi: luoghi per accogliere e luoghi dei gesti che accompagnano la vita. Peraltro la natura degli oggetti e degli arredi presenti in una casa, la disposizione di essi nello spazio, il loro essere associati o meno ad altri, lo stesso ordine (o disordine) con cui la casa è abitata e vissuta, possono testimoniare della personalità di un uomo allo stesso modo di una lettera, di un opera d'arte o di un comportamento sociale.

Veri e propri luoghi di scambio e di produzione culturale, le case e gli appartamenti progettati dagli architetti offrono l'opportunità di gettare luce sui modi di affrontare il rapporto tra forma costruita e vita. In questa prospettiva la figura dell'architetto non è più identificabile solo con quella di un tecnico, depositario di un linguaggio specialistico.

Vedi i miei lavori di arredamento >>

Hai in mente un nuovo progetto? Contattami