Come utilizzare il camino per dividere gli ambienti

13/02/2018 - Ti racconto come utilizzare un camino per dividere in più  zone funzionali un unico ambiente; si potrà utilizzare un camino standard o uno costruito su misura.

La tendenza di architetti e interior designer è oggi quella di proporre ambienti aperti, spaziosi e caratterizzati da continuità tra un locale e l'altro. Il concetto di open space, originariamente utilizzato in ambito ufficio, viene ultimamente trasferito anche nelle abitazioni con grande successo. Sebbene questa configurazione può essere ritenuta elegante e raffinata, richiede comunque la presenza di alcuni sistemi di divisione per arredare coerentemente gli spazi e creare delle aree separate.

Dividere gli spazi di un ambiente senza realizzare opere murarie, ha il vantaggio di limitare i costi e i tempi di realizzazione evitando di dover eseguire opere edili.


Il camino come divisorio

Negli open space tra i vari metodi per dividere le zone di un ambiente interno, oltre a librerie, porte scorrevoli, pannelli e altri sistemi, vi è la possibilità di servirsi di un camino divisore, chiamato anche camino centrale.
La sua caratteristica principale è di avere un design moderno che permette una libera installazione, svincolata da muri portanti. Esistono progetti dotati di una certa complessità che possono prevedere la presenza di una parete più strutturata che è comunque in grado di lasciar liberi gli spazi intorno, creando di fatto una separazione in due parti di un soggiorno.
L'impiego di un camino centrale è una soluzione percorribile sia in caso di stile moderno che classico, senza differenza, tale è la varietà che il mercato propone di questi prodotti pratici, funzionali ed eleganti.
Le possibilità sono molte e l'effetto ottenibile è sicuramente particolare e molto gradevoli. Con un camino centrale come divisorio un locale prende vita, sostituendo un'asettica parete o mobile contenitore.

Materiali e soluzioni da utilizzare per un camino divisore

Dal vetro trasparente al marmo, dalla pietra al legno, dall'alluminio al sasso: sono tante le soluzioni che hanno lo scopo di separare un ambiente domestico aperto in cui poter inserire perfettamente un camino. La scelta del materiale dipende dal gusto personale e dallo stile del locale: può essere a contrasto oppure può seguire lo stesso stile dell'arredo, parimenti può accentuare uno stile classico o valorizzare un ambiente rustico.
Possono erigersi dal basso oppure scendere dall'alto a seconda della preferenza soggettiva del cliente, oppure possono inserirsi all'interno di una piccola parete che non copre l'intera lunghezza del locale, donando un aspetto glamour alla sala. Se poi il contesto è luminoso grazie alla presenza di un'ampia vetrata, la luce che entra creerà piacevoli giochi luminosi con la struttura del camino centrale.
Una soluzione intelligente, valida soprattutto per spazi ampi, è una separazione che avviene tramite un camino bifacciale, dove il fuoco sia visibile da entrambi i lati. Con questa configurazione avrai modo di riscaldare due ambienti, ricavando una zona giorno e una piccola zona notte, oppure progettare il soggiorno con un'area destinata a sala da pranzo per le grandi occasioni e un'altra zona destinata allo svago e al relax davanti alla televisione comodamente seduto sul divano.
Puoi anche pensare ad un camino rotondo da porre al centro della stanza: non creerai molta divisione, ma avrai comunque un riferimento all'interno dell'ambiente, destinando la zona retrostante ad un angolo studio, mentre la parte anteriore è lasciata aperta per le attività tipiche da svolgersi in un soggiorno.
POST CORRELATI
25 ago 2018 Il soggiorno arredato dall’architetto: 7 utili consigli

Il soggiorno è l’ambiente principale della caso dove la famiglia trascorre la maggior parte del tempo e dove si ricevono gli amici…

Leggi articolo
19 apr 2019 Interni case moderne

Come progettare gli interni delle case con uno stile moderno, al passo con i tempi…

Leggi articolo
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami