Complementi d'arredo di design: idee per completare gli interni di casa

12/09/2020 - Scopri cosa sono i complementi d'arredo, come sfruttarli al meglio e quali scegliere per rendere la tua casa funzionale e bella seguendo il tuo stile preferito, magari chiedendo un parere personalizzato all'architetto di fiducia.
 

Cosa sono i complementi d'arredo

I complementi d'arredo sono tutti quegli accessori ed oggetti che, insieme al mobilio, fanno parte dell'arredamento di un ambiente, sia questo interno o outdoor. In un'abitazione, ma anche in un ambiente lavorativo o commerciale sono proprio questi elementi che contribuiscono a definire lo stile e che possono rendere lo spazio accogliente, confortevole e pratico.
Nell’arredare casa, ogni stanza per esempio ha determinati complementi d'arredo immancabili per poter usufruire dei vari spazi in modo fruibile e consono.
Di seguito troverai un breve elenco di complementi d'arredo che tutti abbiamo in casa così da farti meglio comprendere di cosa stiamo parlando. 
  • Apparecchi illuminanti, lampade da tavolo, applique, faretti orientabili, strisce led, ecc.;
  • specchi, quadri, porta-foto e decorazioni murali;
  • tappeti, tende, cuscini e altri complementi d'arredo definiti anche tessili o tessuti d'arredo;
  • vasi;
  • suppellettili;
  • orologi da tavolo o da parete, sveglie, cucù e segnatempo in genere;
  • attaccapanni, portaombrelli, accessori da ingresso come anche gli svuota-tasche;
  • porta-sapone, appendi-accappatoi e altri accessori da bagno;
  • porta-penne, porta-documenti, lavagnette da parete, organizer e altri accessori da homeworking o angolo studio. 

Come scegliere i complementi d'arredo: idee pratiche e di stile

Scegliere i complementi d'arredo giusti per la propria casa è molto importante, ma lo è altrettanto anche per ambienti lavorativi e commerciali.
Un bravo architetto d’interni potrà sicuramente aiutarti anche in questo, ma se vuoi fare da te ecco alcuni consigli utili che ti permetteranno di godere di stanze funzionali, fruibili e anche belle e accoglienti. Per esempio nell'area living, quella spesso più vissuta della casa potrai aggiungere suppellettili che ricordino i tuoi viaggi o che sottolineino le tue passioni.
Usa ad esempio maschere orientali, quadri, stampe di tue fotografie per abbellire le pareti, scegli i tessuti d'arredo che più ti piacciono per rendere ancora più comodo il divano, sistema vasi con fiori veri o finti, ma realistici, per dare quel tocco naturale e fresco che non guasta mai.
In generale potrai inserire in ogni stanza accessori utili e che ti permettano di vivere al meglio quel determinato luogo: ad esempio un orologio da parete in cucina ti sarà più che utile, una lavagna organizer nello studio, un appendiabiti all'ingresso e così via.
Per dare vivacità ad un ambiente tono su tono scegli una nuance vitaminica come il giallo o l'arancio e disponi oggetti e suppellettili qua e là di queste tonalità, si creerà subito un dinamismo molto piacevole.
 
 

Complementi d'arredo iconici per completare gli interni di casa

In commercio esistono anche complementi d'arredo definiti iconici, cioè che hanno fatto la storia del design internazionale e che si rivelano ad oggi senza tempo e in alcuni casi anche molto utili e performanti.
Tra tutti quelli disponibili sono senza dubbio le lampade e le sedie a farla da padrona e a rappresentare veri jolly nell'arredo domestico e non perché arredano con stile, si adattano benissimo ai generi più vari, sono evergreen e oggi disponibili in diverse fasce di prezzo, quindi sono anche alla portata di tutti. Di seguito alcuni dei modelli di lampade iconiche più amate: 
  • Bilia di Giò Ponti, lampada da tavolo del 1932;
  • Artichoke di Louis Poulsen, lampadario da soffitto del 1958;
  • Arco by Flos di Achille e Pier Giacomo Castiglioni, lampada da terra del 1962;
  • Atollo di Vico Magistretti, chiamata anche mod,233 o O luce, lampada da tavolo del 1977. 
Tra le sedute più iconiche e che consigliamo per l'indoor ecco alcuni modelli davvero versatili e sempre affascinanti:
 
  • Egg Chair di Arne Jacobsen, poltrona avvolgente del 1958;
  • Panton Chair di Verner Panton, sedia sinuosa e monoblocco del 1960;
  • Jacobsen Series 7 Chair di Arne Jacobsen, sedia con seduta e schienale monoblocco del 1970;
  • Louis Ghost Chair by Kartell di Philippe Starck, sedia con braccioli in plexiglas del 2002.
 



Interior design e complementi d'arredo: il ruolo dell'architetto

I complementi d'arredo di design, siano questi iconici o di produzione industriale più attuale, sono ideali per definire lo stile di un ambiente, per renderlo più funzionale e bello, personalizzato e unico.
L'architetto potrà aiutarti anche in questo compito e non necessariamente se devi rifare casa o se la vuoi costruire da zero. Infatti il progetto di interior design è molto vario e potrai interpellare il professionista di fiducia anche solo per farti consigliare appunto l'assetto interno di una stanza, farla riorganizzare nel migliore dei modi a livello stilistico e magari sfruttando anche mobili che già hai. Soprattutto in questo caso ti accorgerai come i complementi d'arredo possano fare la differenza e dare nuova luce anche ad aree agé.
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami