Come ristrutturare un appartamento degli anni '50 a Padova

03/01/2019 - Pur conservando un indiscutibile fascino retrò, le vecchie costruzioni risalenti agli anni '50 a Padova sono considerate ormai superate e poco funzionali, ecco perchè è importante conoscere come ristrutturare un appartamento degli anni '50.

Caratteristiche degli appartamenti anni '50

Padova è ancora molto rappresentativa di abitazioni costruite negli anni '50, molto imponenti, ancora belle da vedersi ma ormai obsolete e inadatte alle abitudini del vivere contemporaneo, al contenimento degli arredi e della tecnologia attuale.
Gli appartamenti degli anni cinquanta da ristrutturare erano caratterizzati da un corridoio centrale che partiva dall'ingresso e che attraversava tutta la casa passando per i vani che si affacciavano lateralmente ad esso; nessun disimpegno, nè una ripartizione tra lato giorno e lato notte, una cucina molto grande, dove si svolgeva la maggior parte della vita sociale della famiglia e un solo bagno per tutti.
Un bagno nel quale alloggiava la vasca, che da sola occupava metà del vano accessorio, le stanze adatte a contenere elettrodomestici più voluminosi e una disposizione degli arredamenti del tutto diversa da quella moderna.

Basti pensare alle vecchie lavatrici  che si trovavano negli appartamenti degli anni '50, grandi il doppio di quelle moderne ad incasso; i frigoriferi molto più piccoli dei moderni e molto capienti, capolavori di design che alloggiano negli appartamenti moderni, mentre le vecchie televisioni a tubo catodico occupavano lo stesso spazio di una piccola credenza, incomparabili ai moderni schermi ultrapiatti, dello spessore di un quadro e che come tali vanno affissi alla parete.

Interventi di ristrutturazione su un appartamento degli anni ‘50

Oltre all'aspetto volumetrico è da considerare che negli appartamenti degli anni '50 nessun criterio antisismico era previsto in edilizia e l'efficienza energetica era demandata semplicemente allo spessore dei muri.
Nonostante tutti questi anacronismi, un'edificio che risalga agli anni '50 rimane una tipica architettura intrisa di storia passata, un'appartamento ormai definito d'epoca se ben ristrutturato può trasformarsi in un'abitazione eccellente e certamente superiore alle normali abitazioni.
A Padova gli edifici degli anni '50 furono i primi ad essere costruiti in cemento armato per cui a parte i muri perimetrali, generalmente, all'interno possono essere completamente rifatti secondo le esigenze attuali.

In fase di ristrutturazione degli appartamenti anni '50, il tetto può essere ribassato con soffitti in carton gesso, le tompagnature spostate o eliminate, così come gli spazi che possono essere ripartiti secondo le attuali esigenze.
In fase di ristrutturazione, gli impianti vanno logicamente rifatti e rivisti i criteri di efficienza energetica, è bene controllare la staticità poiché anche il cemento armato dopo un certo numero di anni potrebbe decadere, in tal caso andrebbe rinforzato.
Più in generale, usualmente, nel ristrutturare un appartamento degli anni ’50,  vanno diminuiti gli spazi delle camere da letto e aumentato quello del bagno, aggiungendone altri (almeno due); la nuova tendenza è il bagno en suite.

L'enorme cucina degli anni ‘50 va trasformata in una zona open space che comprende lo spazio cottua e il living; questo spazio, da solo, rappresenta il 40/45% della superficie totale dell'appartamento.
Il totale rinnovo verso un ambiente minimalista ma dagli spazi più funzionali è tranquillamente realizzabile, le aziende specializzate in tal senso non mancano, specialmente a Padova, dove sono già stati effettuati lavori esemplari in tal senso.
Un appartamento d'epoca è un vero e proprio tesoro; acquistare dunque un appartamento degli anni '50 per poi ristrutturarlo può costare anche molto meno rispetto ad un'abitazione di nuova costruzione, e rendere molto più affascinante abitarci.
Ricevi le mie news in anteprima
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
*Autorizzo il trattamento dei dati personali Privacy Policy
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami