Vivere in un attico: vantaggi e svantaggi

30/06/2022 - Scommetto che il poter vivere in un attico ti stuzzica. Questa soluzione abitativa infatti ha un fascino unico, è simbolo di esclusività e lusso, nonché di modernità.

Si tratta di un alloggio definito libero, costruito sul tetto di un edificio a più piani, anche se nel linguaggio comune l'attico può essere identificato anche come l'ultimo piano di un condominio o grattacielo.

Sei curioso di sapere tutte le particolarità dell'attico, i vantaggi e gli svantaggi abitativi?

Leggi questa guida e vedrai se questa tipologia di alloggio è davvero la soluzione giusta per te.

 

Cos’è un attico: definizione e caratteristiche

 
Il piano attico, detto più comunemente solo attico, indica l'ultimo piano superiore di un edifico ed è per lo più a uso abitativo.

Generalmente questa tipologia di alloggio è sviluppata in arretrato rispetto alle facciate, ha quindi una superficie minore rispetto agli altri piani dell'edificio ma è dotata di ampi terrazzi sullo stesso livello.

L'attico è per sua natura molto luminoso perché dotato di ampie finestre, spesso a correre, mentre le altezze dei soffitti sono regolari, cioè a norma di legge al contrario delle mansarde e del sottotetto.
 

L'attico piace perché è un'abitazione contemporanea, d'avanguardia, versatile e molto vivibile con le giuste accortezze.
Inoltre nell'ambito della vita urbana offre scorci e panorami mozzafiato anche all'interno degli skyline più industrializzati e abitati.
A fare la differenza è anche la presenza del terrazzo, area vivibile sicuramente nella bella stagione ma pure in inverno se arredato con astuzia.
Questo diverrà l'angolo di relax perfetto per le persone più diverse ma che cercano qualcosa di esclusivo e non canonico.

Scopriamo assieme tutti i pro e contro dell'attico.
 

Vivere in un attico: vantaggi

 
L'attico è identificato dai più come una soluzione abitativa lussuosa e accessibile a pochi.
In realtà oggi è possibile trovare appartamenti all'ultimo piano non eccessivamente esosi e che hanno anche dimensioni medie.
Insomma, chiunque può avere un attico data la vastità di proposte nuove o più agé in grado di mettere d'accordo le persone più diverse per abitudini, budget ed esigenze.
 

Ma quali sono i maggiori vantaggi di vivere in un attico. Per esempio:
  • godrai di una grande luminosità data dalle ampie finestre presenti, questo dettaglio non è da sottovalutare perché gli appartamenti luminosi fanno meglio anche a livello fisico e mentale;
  • potrai usufruire sia di uno spazio indoor che outdoor, è sempre presente almeno un terrazzo abitabile o comunque godibile almeno nei mesi più caldi;
  • godrai di una vista panoramica senza eguali;
  • avrai maggiore privacy perché l'attico è all'ultimo piano ma non ha vicini, solo tu sarai in cima all'edificio e proprio l'altezza permette anche di attutire il chiasso cittadino dei piani più bassi;
  • potrai anche avere una piscina e un roof garden sfruttando il tuo ampio terrazzo arredato;
  • godrai di maggiore sicurezza perché è molto più difficile, se non improbabile, che ladri e malintenzionati decidano di svaligiare gli ultimi piani, soprattutto se il terrazzo sarà accessibile unicamente da una porta-finestra interna all'appartamento e se l'altezza del piano sarà considerevole.
 

Vivere in un attico: svantaggi

 
Vivere in un attico ha anche svantaggi? Purtroppo sì. Per esempio:
  • il costo dell'attico è superiore rispetto agli appartamenti dei piani inferiori;
  • le spese condominiali sono più alte, senza contare che se hai un balcone magari con piante anche questa manutenzione ti costerà un tot;
  • l'esposizione al sole e all'irraggiamento potrebbe creare non solo sbalzi termici ma anche l'usura di elementi quali le pavimentazioni del terrazzo, anche solo dei vasi, delle piante, dei tendaggi indoor, ecc.
  • l'esposizione al vento e al freddo inoltre potrebbe condizionare il comfort e la bolletta del riscaldamento in quanto non avendo appartamenti attaccati la dispersione potrebbe essere evidente; per ovviare al problema scegli un impianto adeguato e una progettazione altrettanto attenta;
  • l'esposizione al sole, allo stesso modo, può rendere lo spazio molto caldo e in questo caso un buon isolamento può già fare la differenza;
  • la sicurezza in caso di incendi, terremoti o altre catastrofi essere all'ultimo piano non sempre è un vantaggio, anzi può risultare meno immediato evacuare in sicurezza;
  • l'architettura indoor dell'attico è spesso ad open space e questa tipologia non sempre piace, o meglio risulta efficiente, scenografico funzionale se arredata grazie all'aiuto di un architetto abile e specializzato.
 

Come porre rimedio ai punti deboli di un attico

Per rendere il tuo attico funzionale, fruibile e confortevole è bene fin da subito prevedere dei lavori migliorativi.

Come visto ci sono alcune criticità soprattutto legate al clima, all'irraggiamento e all'esposizione che è bene risolvere. Come? Innanzitutto ingaggiando il tuo architetto di fiducia che farà dei sopralluoghi con altri professionisti e ti comunicherà quali sono le migliorie ad hoc.
È facile si intervenga sugli impianti di climatizzazione e riscaldamento, sulla coibentazione e su eventuali altri dettagli tecnici come gli infissi.
 

Attico con terrazzo abitabile

 
L'attico con il terrazzo abitabile è altamente scenografico, ma anche funzionale se ami stare all'aperto oppure organizzare rimpatriate e cene tra amici e parenti.
Sicuramente se ti trovi ad avere un alloggio con un ampio spazio outdoor non dovrai trascurarlo, anzi al contrario è il caso di sfruttarlo e ottimizzarlo

Ti consiglio di non tralasciare l'utilizzo delle piante che hanno una doppia funzione. Sono infatti:
  • decorative, perché rendono l'ambiente più rilassante, armonioso, bello e salutare;
  • schermanti, servono per maggiorare la privacy e isolano pure da eventuali venti o dall'irraggaimento.
 


Ci sono poi arredi must have per vivere al massimo il terrazzo dell'attico e in generale anche i terrazzi dalle metrature medio-ampie. Utilizza quindi:
  • arredi da giardino essenziali e proporzionati per dimensione e numero come le sedie pieghevoli o impilabili e un tavolo, meglio se allungabile;
  • sdraio o chaise longue;
  • ombrelloni o gazebo, oppure tende, oggi i modelli più consigliati sono quelli dotati di sensore pioggia e vento, indispensabili sull'attico;
  • faretti, lanterne o apparecchi illuminanti specifici.
 

Come arredare un attico

 
Vivere in un attico risulterà senza dubbio ideale se l'interior design sarà studiato nei dettagli, come faresti per qualsiasi altro tipo di alloggio.

Ecco qualche dritta pratica per arredare un attico.
  • Sfrutta lo stesso stile d'arredo sia indoor che nelle aree esterne al tuo attico, magari fatti aiutare da un abile architetto o progettista di interni;
  • rendi ogni stanza o area funzionale confortevole e fruibile;
  • per un appartamento ancora più moderno e scenografico opta per un interior design open space dove ogni ambiente dialoga con il resto e ogni area funzionale si interseca all'architettura;
  • sfrutta i materiali naturali come il legno per il pavimento e la pietra per le pareti o dettagli di essa;
  • se il soffitto dell'attico ha diverse altezze sistema nei punti più bassi divani, letti o divani letto, mentre in quelli più alti inserisci librerie e armadi;
  • l'attico diventa più caratteristico e di pregio con mobilio altrettanto di qualità e, perché no, appariscente e unico;
  • veri must have sono grandi quadri o stampe vistose, divani contemporanei medio-grandi che diventano protagonisti del living, cucine spaziose magari con isola o penisola, lampade da terra, complementi e arredi iconici, divanetti per esterni e piante anche tropicali molto ampie e scenografiche.
 

Arredo esterno attico

L'attico per antonomasia è un tutt'uno , ambiente interno e terrazzo. Come anticipato è bene sfruttare questa risorsa outdoor e arredarla con cura come faresti per l'indoor.

Utilizza i mobili da giardino ideali e che siano specificatamente resistenti alle intemperie. Inoltre scegli un mood uguale, o almeno similare, a quello dell'interno dell'alloggio e in base alla metratura del terrazzo ottimizzalo per viverlo al massimo.

Puoi sistemarci un barbecue, una cucina da esterno, un angolo bar, sdraio e chaise-longue, divanetti, ombrelloni, dondoli, un idromassaggio, le fioriere, ecc. Tutto però deve esser ben disposto e in armonia.
 

Vivere in un attico: polizza assicurativa

 
Vivere in un attico ti darà grandi soddisfazioni e godrai di un relax senza pari anche se ti trovi in un frequentatissimo centro urbano.
Certamente devi fare le tue valutazioni, specie economiche e magari stipulare una polizza assicurativa che ti tuteli da possibili danni. Questa infatti ti servirà in caso di:
  • perdite e infiltrazioni d'acqua che gravano sul piano sottostante;
  • danni dovuti agli eventi atmosferici;
  • caduta accidentale di oggetti dal tuo terrazzo e che potrebbero causare danni anche ingenti a cose e/o persone.

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
08 giu 2022 Come arredare un attico

Questo tipo di soluzione immobiliare risulta una delle più prestigiose: viste mozzafiato e grandi terrazzi…

Leggi articolo
30 mag 2022 Meglio casa con giardino o terrazzo?

Casa con terrazzo o giardino? Scopri vantaggi e svantaggi delle due soluzioni abitative...

Leggi articolo
08 lug 2021 Arredare una terrazza: idee e utili consigli

Arredare una terrazza non è un'impresa semplice, scopri come fare...

Leggi articolo
Disclaimer: alcune foto presenti nel blog sono tratte da Pinterest. I copyright rimangono sempre di proprietà di chi crea l'opera. Se c'è una foto che ti riguarda e che vorresti fosse rimossa, puoi scrivermi un messaggio utilizzando il form nei contatti.
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami