20 oggetti di design famosi per la casa selezionati dall’architetto

10/11/2021 - Scopri qui quali sono gli oggetti, arredi e complementi, di design iconici che hanno fatto la storia e ideali per rendere la tua casa bella, comoda e davvero unica con stile.



Perché inserire questi pezzi di design nell’arredo della tua casa


Ci sono davvero tanti motivi validi per i quali inserire nel tuo arredi i pezzi di design più famosi e iconici. Qui troverai un'ampia selezione di mobili e complementi scelti dall'architetto con minuzia in modo da permetterti di utilizzare quelli più adatti alla tua abitazione, alle tue stanze, magari a quella per l'home working, alla stanza da letto patronale o dei più piccoli, alla zona living, ecc.

Ma perché scegliere degli oggetti di design? Per esempio perché:
  • con il loro impatto visivo forte e la loro storia possono caratterizzare al meglio qualsiasi ambiente;
  • stanno bene nei contesti più diversi per stile,. architettura, funzione, ubicazione;
  • possono aumentare il valore dell'immobile specie se si tratta di oggetti di design molto famosi e autentici;
  • creano dinamismo visivo nelle stanze, soprattutto in quelle arredate con finiture e colori tono su tono che prediligono l'effetto monocromatico.


L'importanza dei complementi d'arredo per la casa

Tra gli oggetti di design famosi per la casa selezionati dall’architetto troverai per lo più complementi, cioè accessori di medio-piccola dimensione come ad esempio le lampade, i mobiletti porta-tutto, i pouf, i tavolini, le poltrone, ecc.

Si tratta di elementi irrinunciabili in ogni stanza perché:
  • sono indispensabili per rendere lo spazio pratico e adatto alle più diverse attività;
  • servono per ammobiliare e completare le aree funzionali di ogni ambiente;
  • danno carattere ed enfatizzano gli stili più diversi;
  • rendono unico ogni ambiente, ogni progetto d'arredo.
Ogni ambiente non sarà mai accogliente, funzionale, bello, caratteristico senza dei precisi complementi d'arredo scelti ad hoc e studiati nel dettaglio. E per fare davvero la differenza l'architetto ti consiglia solo gli elementi senza tempo, quelli davvero iconici, più o meno famosi ma che sono riconoscibili al primo colpo d'occhio.

Regalare un oggetto di design per la casa


Gli oggetti di design famosi sono anche ottime idee regalo. Sono infatti ormai tantissime le persone che, magari sfruttando siti di arredamento specifici, sicuri e anche ricchi di promozioni e occasioni, permettono di acquistare tutto l'anno veri accessori iconici per la casa.

Non solo, ci sono pure tanti sposini che decidono di donare, mediante le loro bomboniere nuziali, veri oggetti di design capaci di abbellire gli angoli più diversi di ogni dimora.

Sì, perché, anche se si tratta di oggetti eccentrici, possono inserirsi nei contesti più differenti, enfatizzare un genere, una nuance di rivestimento, attirare l'attenzione meglio di qualsiasi altro arredo più grande o vistoso.

Gli oggetti di design più belli e versatili, quelli scelti qui dall'architetto, possono essere definiti un po' come la ciliegina sulla torta, hanno quel quid in più che non guasta mai e che è indispensabile per creare spazi moderni e del tutto tuoi. E se vuoi fare un figurone sceglili anche come idea regalo da sfruttare nelle occasioni più varie.



Scopri le idee regalo di design per la tua casa scelte e selezionate dall'architetto.


Pezzi intramontabili che hanno fatto la storia del design


Quali sono i pezzi intramontabili che hanno fatto la storia del design internazionale? Sono davvero tantissimi quelli degni di nota, quelli che ancora oggi risultano senza tempo, ideali per abbellire ogni angolo di casa, ma pure dell'ufficio o del negozio.

Si tratta di complementi definiti di modernariato perché ideati e realizzati in media 20-40 anni fa, ma che risultano ancora all'avanguardia, versatili, appunto evergreen.
Per lo più hanno linee decise, eccentriche o al contrario iper minimali, colpiscono al primo sguardo e restano impressi, risultano insoliti nella loro unicità.

Scopri di seguito tutti gli oggetti di design più belli di sempre selezionati per te, per i tuoi ambienti, dall'architetto.

Lampada Eclisse di Artemide


Iniziamo con Eclisse di Artemide, lampada da tavolo di medio piccole dimensioni disegnata da Vico Magistretti e prodotta dalla nota azienda Made in Italy Artemide nel 1965.

Oggi il complemento è disponibile in tre varianti colore (rosso, bianco, arancione) e monta una lampadina da 18 Watt. Ma è il suo design che risulta ancora attuale, ideale per stanze moderne ma pure più classiche, nordiche o vintage.

Eclisse di Artemide si compone di una base a mezza sfera che ne sostiene un'altra, un globo aperto con lampadina; la sua particolarità è la possibilità, mediante base rotante, di schermare la luce chiudendo le sfere in metallo su loro stesse.


Lampada Dalù di Artemide


Un'altra lampada iconica di Vico Magistretti è Dalù, sempre realizzata da Artemide e ancora oggi molto amata. È un modello da tavolo, medio piccolo nelle sue dimensioni, ma capace di illuminare con stile ed efficienza anche perché permette un risparmio energetico grazie al suo interruttore ON/OFF di ultima generazione.

Dalù è disponibile nel colore nero o bianco, ha struttura in termoplastico stampato, ha base convessa che regge una semi-sfera dotata di lampadina interna. Le linee sono iper sinuose, affascinanti, ricordano le curve della silhouette femminile e restano vere evergreen.


Lampada Nessino di Artemide


La lampada da tavolo Nessino è stata disegnata da Giancarlo Mattioli e realizzata da Artemide nel 1967.

È oggi disponibile in diversi colori, arancione opaco o lucido-trasparente e bianco, il materiale costruttivo è il policarbonato.

Ciò che colpisce è la sua forma innovativa ancora oggi, con caratteristica base cilindrica che sostiene il paralume con all'interno quattro lampadine. Questa conformazione rende particolarmente efficiente l'apparecchio in quanto garantisce la stessa luminosità in ogni angolazione e con cavo per presa standard e interruttore ON/OFF moderno consente pure un buon risparmio energetico.

Nessino di Artemide è ideale per lo studio, da poggiare sulla scrivania, oppure per la consolle in salotto, è versatile e ideale nei contesti d'arredo più vari, anche quelli molto moderni.


Contenitori componibili di Kartell


I Componibili contenitore di Kartell sono oggi, come ieri, oggetti di grande design, super versatili e amati da un pubblico molto, molto vasto per esigenze, età e gusti.

Si tratta dei primi compienti a base tonda e con ruote realizzati nella storia, la loro nascita risale al 1967 e la loro creatrice è stata Anna Castelli Ferrieri, una delle prime donne laureate in Italia in architettura, insieme al marito fondò l'azienda Kartell, ancora oggi a conduzione famigliare.

I componibili sono originariamente stati realizzati in materiale plastico, oggi invece sono disponibili versioni completamente bio, eco-compatibili e che godono della certificazione Greenguard. Ciò che contraddistingue i Componibili è appunto la possibilità di personalizzarli rendendoli più o meno grandi semplicemente impilando i complementi uguali uno sull'altro.

I colori e i finish disponibili sono infiniti, ma quello che lo rese celebre era il rosso vivo. Li puoi usare come comodini, porta-tutto, tavolini da salotto, come scaffale per l'ufficio o l'angolo per l'home working, per i giochi dei bimbi, in bagno, ecc..



Radio Cubo di Brionvega


Tra gli oggetti di design famosi consigliati dall'architetto ecco anche la radio Cubo di Brionvega, disegnata da Marco Zanuso e Richard Sapper nel 1964.

Si tratta di un oggetto non solo innovativo per l'epoca, ma anche famosissimo ed esposto nei più importanti musei del mondo come il MoMa. Cubo è simbolo del design Made in Italy e oggi ti permette non solo di ascoltare la radio ma pure di gustarti le tue playlist, grazie al collegamento Bluetooth di ultima generazione, dallo smartphone, dal tablet o dal computer.

Non solo, mediante il cavo anche le playlist di Deezer e Spotify saranno riprodotte magistralmente dalla mini radio compatta Cubo.



Lampada Tolomeo di Artemide


La lampada da tavolo Tolomeo è uno dei prodotti di design di punta del brand Artemide fin dalla sua creazione nel 1987.

Nasce come complemento da ufficio e scrivania e si ispira alle più classiche lampade a molla, nata per mano dei designer Michele De Lucchi e Giancarlo Fassina.

La sua più grande particolarità? Ogni suo componente può diventare a sua volta una lampada a tutti gli effetti indipendente, un'innovazione non da poco e che la rendono versatile ai massimi livelli. Il progetto ha vinto il Compasso d’Oro nell'89 e oggi è disponibile in tantissimi versioni diverse per dimensioni, finish e colore.





Componibile Smile di Kartell


Tra i Componibili firmati Kartell c'è anche la versione Smile Occhiolino del 2017 che vede l'intervento creativo di un altro nome noto del design internazionale: Fabio Novembre.

La struttura e le caratteristiche del mobile componibile restano le medesime dell'originale, ciò che cambia è il fronte, la presenza cioè di fori in più che formano il volto che strizza l'occhio e sorride.
Il complemento non ha rotelle, è disponibile solo nella versione total red e lo si può impilare anche ad altri elementi classici e di colori differenti.



Lampadina Led di Flos


La Lampadina LED da Tavolo by Flos è stata disegnata e ideata da Achille Castiglioni nel 1972 in occasione dell'inaugurazione-apertura dello showroom dell'azienda a Torino.

Si tratta di un complemento da tavolo che emana luce diffusa-diretta e che si compone di un semplice ma scenografico bulbo, oggi a LED, posto su una base in alluminio anodizzato dotato di interruttore incorporato mentre il porta-lampadina è in bachelite.

Le dimensioni sono ridotte, 24 cm x 12,5 cm di diametro, e monta una lampadina, inclusa, a LED con attacco E27 da 2W, 2700 K e 200 lumen. Questo modello è disponibile con fusto di diversi colori, sei per l'esattezza, tra i quali anche nuance vivaci come l'arancione, il turchese, il verde, il lilla.


Lampada Bellhop di Flos


La lampada da appoggio Bellhop prodotta da Flos strizza l'occhio ai modelli retro anni '60-'70, ma è stata ideata e realizzata nel 2018.

I designer che l'hanno disegnata sono Edward Barber and Jay Osgerby e ad oggi è già stata considerata una vera icona dei design internazionale.

È disponibile in tante varianti colore, anche in diversi formati, è un complemento per interno o esterno e lo si può utilizzare nelle stanze più varie. Ha luce diretta, è ricaricabile e ha autonomia di circa 24 ore, la base e la cupola sono in policarbonato colorato mentre il diffusore è in policarbonato opalino.



Poltrona Sacco di Zanotta


La Poltrona Sacco è uno dei complementi di design più amati di sempre, ideato nel 1968 e diventato celebre pure per la sua apparizione in uno degli episodi della saga del Ragionier Fantozzi al cinema.

I designer sono Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro e l'azienda produttrice è Zanotta, anche se oggi ci sono infinite realtà più o meno di pregio che ne imitano l'allure.
Zanotta ne produce ancora moltissime di Poltrone Sacco, ideali per arredare le stanze più diverse di casa con allegria e unicità grazie pure ai differenti rivestimenti disponibili. Non solo, la Sacco può essere inserita sia in contesti indoor che esterni.



Cane Puppy di Magis


Tra gli oggetti di design più famosi e consigliati dall'architetto per arredare con eleganza e unicità la tua casa ecco pure  Puppy di Magis.

Si tratta di un complemento d'arredo ideato da Eerno Aarnio disponibile in più dimensioni, perfetto sia per interno che outdoor e declinato in diverse colorazioni e trame.
È caratterizzato dalla sagoma minimal di un cagnolino con tanto di coda e piace tanto a grandi e piccoli perché è un vero senza tempo, ma attuale e che ben si adatta all'accostamento con gli stili di arredamento più vari.



Appendi abiti di Vitra


Il guardaroba di Vitra è un appendiabiti da parete formato da un graticcio e da tante sfere colorate. È altamente scenografico, pratico e versatile ed è stato realizzato nel 1953 nonostante il suo design risulti ancora oggi moderno, estremamente pop e vivace.

I due designer furono Charles e Ray Eames che inizialmente pensarono a questo appendiabiti, chiamato precisamente Hang it all, per i bambini, per invogliarli ad appendere abiti e cappelli.
Col tempo però il grande successo del prodotto lo rese ufficialmente un arredo di design per tutti e che è stato utilizzato pure nella soap opera Rai Made in Italy Il Paradiso delle Signore.




Eames Elephant di Vitra


Tra gli oggetti di design, inizialmente studiati e ideati per i più piccoli, c'è anche Elephant small dei fratelli Eames, Charles & Ray, creato nel 1945 e realizzato dall'azienda Vitra.

È un elefantino di piccole dimensioni, a misura di bambino potremmo dire, disponibile oggi in legno o materiale plastico e in tantissime diverse nuance tinta unita. Tra le più moderne e scenografiche senza dubbio le tinte pastello, ideali per ambienti nordici e soprattutto dedicati a figli e nipoti.
La particolarità di questo oggetto di design è la sua forma minimale composta da sole poche lastre, sapientemente ripiegate, a formare la sagoma di uno degli animali esotici più amati di sempre.



Gnomo Attila di Kartell


Lo Gnomo Attila è stato disegnato dal noto designer Philippe Starck e realizzato da Kartell. Fa parte di un trittico che contempla anche l'altro Gnomo Napoleon e lo sgabellino a forma di ceppo Saint Esprit.

In particolare lo Gnomo Attila sorregge un piano che può fungere da tavolino per interno o esterno, da comodino o sgabello porta-tutto ed è disponibile in tante diverse varianti colori. La più tradizionale è multicolore mentre le altre sono tinta unita e non manca una versione super luxury dipinta con pittura color oro.



Sedia Rabbit baby di Qeeboo


La Sedia Rabbit baby è la versione più piccola della Rabbit Chair, ideata dal famoso designer Stefano Giovannoni nel 2016 insieme all'intera capsule Qeeboo, collezione nata con l'intenzione di creare accessori per le nuove generazioni e dal mood minimale, fresco e versatile.

Le forme infatti del prodotto sono semplici, essenziali ed è certo, la Sedia Rabbit piace a tutti e resterà tra i complementi di design più amati ancora per moltissimi anni. La struttura è un pezzo unico, ha sagoma che ricorda precisamente quella del corpo di un coniglietto con tanto di orecchie ed è realizzata in polietilene. La si utilizza in esterno e indoor ed è disponibile in infinite finiture diverse tutto con finish opaco.



Sedia Panton Chair di Vitra


Un complemento altrettanto degno di nota è la Panton Chair di Vitra, sedia dalla forma inconfondibile e realizzata mediante un pezzo unico di polipropilene ideata negli anni '60, tra il '60 e il '67, da Verner Panton e diventata ben presto una vera e propria icona del design moderno.

Dal suo lancio sul mercato ha attraversato diverse fasi e solo nel '99 fu realizzata interamente seguendo il modello originale di Panton, questo grazie alle nuove tecnologie industriali che ne hanno reso possibile anche il finish opaco.
La si può utilizzare pure all'esterno ed è trattata con particolari filtri e polimeri che ne ritardano la scoloritura al sole, inoltre è comoda e arreda con brio anche le stanze più monotone.



Sedia Masters di Kartell


Tra gli oggetti di design più famosi ecco anche la splendida ed evergreen Sedia Masters disegnata da Philippe Starck e messa sul mercato da Kartell nel 2010.

Questa seduta particolare ma versatile è un omaggio a tre delle sedie simbolo del design di tutti i tempi: la Serie 7 di Arne Jacobsen, la Tulip di Eero Saarinen e la Eiffel di Charles Eames.
Le strutture delle tre sedie, o meglio dei 3 caratteristici schienali si intersecano formandone uno nuovo, unico e inimitabile, inconsueto. Chi non sa di questa sovrapposizione potrebbe pensare ad un intreccio nato per caso, voluto appositamente dal designer e invece nasce da tre sedie che hanno fatto la storia.

La Masters di Kartell è anche solida, pratica perché impilabile, è leggera, facile da lavare e pulire e la si può utilizzare anche in esterno. È disponibile in tantissimi colori e pure con finish metallizzato.



Sedia La Marie Kartell


La Sedia La Marie è un altro meraviglioso oggetto di design firmato Philippe Starck per Kartell nato nel 1989.

Si tratta della prima seduta in assoluto ad essere realizzata totalmente in materiale trasparente, policarbonato per la precisione, e in un unico stampo. La struttura della sedia è molto resistente, studiata appositamente per dare massimo comfort e stabilità, inoltre è leggera, sta bene nei contesti più diversi, arredati sia in maniera moderna che classica.

La versione classica di La Marie di Starck è trasparente, cristallo come viene definita, ma esiste pure in altri colori, sempre trasparenti, come l'arancione, il giallo, l'azzurro, il lilla, il rosso.



Lampada da Tavolo Lantern di Kartell


Lantern è la lampada da tavolo, firmata dall'eclettico Fabio Novembre, realizzata da Kartell nel 2017. Si tratta di un apparecchio illuminante portatile, ricaricabile e dalla tecnologia altamente moderna, ma ciò che attrae è senza dubbio il suo inimitabile design.

Novembre è riuscito a coniugare non solo il suo stile, ma anche linee retro e tratti decisamente inconsueti e iper contemporanei in un unico oggetto, tra l'altro utilissimo e scenografico.
La scocca è totalmente trasparente e lavorata in modo tale da proiettare luci e ombre ipnotiche una volta accesa. Lantern è realizzata in materiale plastico stampato ad iniezione e si ricarica appoggiandosi a una base conduttrice; oggi è disponibile in cinque colori moda: ambra, rosso, glicine, cristallo e fumé.



Sgabello Prince Aha di Kartell


Infine, tra gli oggetti di design consigliati dall'architetto per la tua casa, ecco anche uno sgabello versatile e modernissimo, ma che strizza l'occhio anche alle forme retro più amate.
Si chiama Prince Aha ed è disegnato da Philippe Starck per Kartell, brand Made in Italy già largamente citato in questo articolo. Lo sgabello basso Prince è composto da due semplici coni uniti tra loro in punta e che formano una sorta di clessidra piena, minimale e affascinante nella sua essenzialità.

È realizzato in polipropilene, pezzo unico, e disponibile in cinque nuance diverse, tutte pastello e iper raffinate. Prince è non solo una seduta aggiuntiva da salotto, ma può diventare pure un comodino, un porta-tutto, un tavolino, ecc..




Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
12 set 2020 Complementi d'arredo di design: idee per completare gli interni di casa

I complementi d'arredo di design, oggetti ed accessori che completano e danno personalità alla tua casa…

Leggi articolo
01 feb 2021 Statue moderne per interni: come e quali scegliere per arredare casa

Caratteristiche e consigli per posizionare le statue moderne in casa…

Leggi articolo
09 mag 2021 Interior designer famosi

Scopri quali sono gli interior desiger più famosi...

Leggi articolo
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami