Arredare una terrazza: idee e utili consigli

08/07/2021 - Devi arredare il terrazzo di casa e non sai proprio da dove incominciare? Scopri tutto quello che devi conoscere in questa guida completa ed esauriente redatta dall'architetto.



Arredare la terrazza: da dove iniziare


Arredare una terrazza può sembrare semplice, ma non basta posizionare un tavolo e quattro sedie per creare al giusta atmosfera. No, tutt'altro e di seguito ti spiegherò bene perché.


Il terrazzo arredato dovrà essere confortevole, dovrà diventare come un prolungamento dell'interno della tua abitazione e permetterti di godere del tuo angolo esterno il più possibile durante l'anno.

Ci sono comunque delle variabili che vanno sempre valutate quando ci si trova ad arredare un terrazzo, come:
  • il clima della tua città;
  • le misure del terrazzo e l'ubicazione, nonché la sua architettura e forma;
  • la pavimentazione presente ed eventuale nuova;
  • parti da nascondere, cioè dove garantire più privacy;
  • un'area dove ricoverare l'attrezzatura, ad esempio ogni sera-notte o una volta finita la stagione.

Scopri di più in questa guida e se hai dubbi o vuoi un parere personalizzato dell'architetto non esitare a contattarlo senza impegno.

Valuta il clima della tua città

Prima di arredare una terrazza, la tua terrazza, è molto importante soffermarsi sul clima della città ove questa è situata.

Sì, ciò ti servirà per individuare meglio e nel dettaglio le aree funzionali, cioè decidere a cosa può servirti la stessa, per prendere il sole, per pranzare fuori, per dedicarti alla coltivazioni di piante, cercando soluzioni ad hoc che tengano conto dei cambi di stagione e delle temperature.

Scegli adeguatamente gli arredi per outdoor, perché non sono tutti i uguali ad esempio per la terrazza al mare sarà necessario propendere per quelli resistenti alla salsedine, per la terrazza di una casa in montagna dovranno resistere al gelo.

Valuta se è necessario propendere per tende classiche da sole o per altri strumenti protettivi come coperture fisse o amovibili, che chiudono tutta l'area.


 

Scegli lo stile della terrazza

E cosa dire dello stile dell'arredamento della terrazza? Questo sicuramente può essere molto eterogeneo, potrai ad esempio scegliere tra:
  • arredamento terrazza in stile moderno;
  • arredamento terrazza in stile minimale;
  • arredamento terrazza in stile industriale;
  • arredamento terrazza in stile etnico.
Pressoché gli stessi stili d'arredo che normalmente si utilizzano per gli interni possono essere adottati anche sulla terrazza. Anzi, è largamente consigliato ammobiliare questo spazio esterno sfruttando lo stesso stile della casa.

Si creerà così un proseguimento tra interno ed esterno davvero armonioso e accogliente. Certamente non per forza è necessario seguirlo alla perfezione, ma a grandi linee il mood è meglio sia mantenuto con materiali e colori analoghi, forme degli arredi, ecc.

Misura bene la tua terrazza

Sì, hai capito bene, uno degli step preliminare, prima di arredare il terrazzo e di decidere effettivamente cosa inserirvi e quali coperture utilizzare, è misurarlo. Il perimetro, l'altezza delle ringhiere, l'ingombro di eventuali muretti, pilastri, ecc. Tutto deve essere messo in pianta dall'architetto e poi valutato. Se invece farai tutto da solo almeno fai uno schizzo su un foglio che rispecchi la forma del terrazzo, visto dall'alto, riportando le effettive misure di ogni lato.

In base alla metratura a disposizione potrai scegliere gli arredi adeguati per proporzione e ingombro e decidere come disporli, scegliere dove posizionare eventuali piante, quante e in quali vasi sistemarle.
Potrai inoltre valutare dove posizionare la giusta illuminazione e scegliere la copertura più adeguata per ombreggiare e in grado di garantirti la giusta privacy.

Valuta se cambiare il pavimento

Ecco, la pavimentazione è un elemento assolutamente da non trascurare per arredare il terrazzo con cura e praticità. La prima cosa che dovrai fare è decidere se mantenere il pavimento esistente o sostituirlo con uno più adatto ai tuoi gusti e al  tuo stile. Oggi in commercio ci sono davvero tantissime possibilità, in via generale potrai propendere per:

• piastrelle tradizionali posate con classiche fughe, posate su apposito massetto sottostante e impermeabilizzazione. In caso di infiltrazioni sottostanti dovrai spaccare per forza la piastrella o ricorrere ad opere murarie invasive.

• Piastrelle dette "galleggianti" che non vengono sigillate e poggiano su appositi supporti sottostanti. È una delle soluzioni più utilizzate negli ultimi anni, specie per terrazzi di ampia dimensione perché agevolano lo scolo dell'acqua, evitano i ristagni e sono più pratiche da sollevare, senza lavori di rottura e muratura, per eventuali ispezioni delle guaine sottostanti.

Un bravo  architetto, saprà dirti con certezza se è il caso di cambiare la pavimentazione del tuo terrazzo e saprà anche proporti le soluzioni migliori per te. Se non vuoi effettuare opere murarie onerose che richiedono la demolizione e rimozione della pavimentazione esistente, potrai ad esempio optare per piastrelle amovibili che si appoggiano sulla pavimentazioni esistenti. Ne esistono sia di sintetiche che di legno e donano un effetto molto curato al terrazzo.

Evita però il fai da te e rivolgiti sempre ad una architetto o ad un professionista per valutare la fattibilità dell'intervento.


Individua cosa nascondere

Prima di arredare una terrazza individua anche cosa nascondere. Significa che dovrai capire se ci sono punti che vuoi mimetizzare, come ad esempio una ringhiera che non ti piace e che non ti garantisce privacy mentre pranzi. Oppure magari vuoi camuffare una colonna, la finestra del bagno, la macchina del condizionatore d'aria.

Puoi avvalerti di elementi vegetali o artificiali e puoi davvero spaziare, anche in relazione a cosa vorrai nascondere e dove. Spesso può bastare una pianta rampicante, vera o artificiale, altre volte meglio optare per una tenda, altre ancora per una paratia o graticcio in legno o un separé.
Utilizzando questi ultimi elementi potrai anche ricreare angoli funzionali in una terrazza semplice di forma rettangolare o quadrata.


 

Organizza uno spazio per conservare gli arredi

Infine, dovrai anche organizzare uno spazio, spesso basta un angolo, ove ricoverare e sistemare l'attrezzatura e gli arredi quando non li usi.
Se la sera, ad esempio, chiudi le sdraio e le vuoi proteggere da eventuali piogge mettile in un'ansa, in un armadietto, oppure appoggiale semplicemente alla parete, magari assicurandole con un gancio o corda ad hoc. Anche questi dettagli di sicurezza sono necessari quando si parla di terrazza, come anche il posizionamento dei vasi delle piante rivolti verso l'interno. Piccola accortezza ma che evita sgocciolamenti di sotto, cadute accidentali e pericolose, ecc.

Detto ciò e tornando al ricovero dei tuoi arredi, pensa ad eventuali coperture in plastica, semplici teli per outdoor spesso venduti insieme ai mobili da giardino. Oppure trova un angolo in casa, in garage, ove sistemare tutto quando terminerà la stagione estiva. Sono scelte individuali che dipendono da come ti è più comodo, ma è bene pensare sempre ad un ricovero dell'attrezzatura outdoor, anche se si parla solo di un tavolino e di una sedia.

Tipologie di terrazza


Sì, la terrazza non ha forma e architettura standard, ma ne esistono di diverse. Individuare la tipologia è importante e propria questa può condizionare non solo la scelta degli arredi, ma anche lo stile giusto per ammobiliarla e rivestirla. Scopri di seguito quanti tipi di terrazzo esistono e quale è il tuo.

Terrazze scoperte

Le terrazze scoperte sono un classico generalmente naturale estensione di un attico da arredare. Si tratta di spazi che si trovano all'ultimo piano di un edificio, che appunto non hanno coperture di tipo fisso a schermarle superiormente. Queste però possono essere aggiunte, come vedremo nel capitolo riguardante la schermatura dal sole.


 

Terrazze coperte

Le terrazze coperte possono avere sopra di sé un tetto vero e proprio, o il solaio del terrazzo del piano di sopra che funge da copertura. O ancora possono essere state coperte con gazebo fissi, in legno o in muratura, oppure essere state inglobate all'abitazione.
In questo ultimo caso di solito si opta per schermatura perimetrale vetrata, o semi-vetrata, apribile come se fossero semplici porte-finestre che permettono di vivere il terrazzo tutto l'anno e di renderlo polifunzionale.


 

Il balcone

Quando si parla di balcone è bene sottolineare la differenza con il terrazzo. Quest'ultimo è incluso nella struttura nell'edificio ed ha sotto di se una porzione dell'edificio stesso, mentre il balcone è di fatto un elemento aggiuntivo a sbalzo che sporge al di fuori del fabbricato, del condominio o della villa. I balconi, solitamente, hanno una profondità ridotta che in genera non supera mai il metro e cinquanta centimetri.


 

Aree funzionali del terrazzo


Come già detto per arredare una terrazza al meglio e fondamentale individuare le sue aree funzionali, la loro natura e la loro relativa ubicazione ideale. Vediamo nel dettaglio quali sono le principali e come ammobiliare in modo pratico e bello con i consigli dell'architetto.

Zona pranzo

La zona pranzo sulla terrazza è davvero suggestiva, ma va organizzata al meglio. In generale ti serviranno:
  • tavolo e sedie;
  • copertura tipo tende, gazebo, ecc.;
  • piano di appoggio per agevolare il servizio in tavola, va benissimo anche un carrello porta-vivande;
  • illuminazione adeguata.



Zona cucina

Se le dimensioni lo consentono e ami organizzare feste in terrazza con gli amici può essere utili avere uno spazio cucina all'aperto magari con un angolo dedicato al barbecue per poter cucinare all'esterno in maniera del tutto informale.

Potrai scegliere una cucina da esterno in acciaio inossidabile o optare per una cucina in muratura se in linea con lo stile del terrazzo.
Fondamentale è che lo spazio cucina sia opportunamente protetto dal sole e dalle intemperie e realizzato in materiali per outdoor in grado di conservarsi integri nel tempo.


 

Zona salotto

Anche un angolo salotto si rivela ideale per arredare la terrazza. L'architetto consiglia di utilizzare:
  • un divano, meglio se per esterno o sedute adeguate, come poltroncine e similari;
  • cuscini e tessuti d'arredo ad hoc;
  • un tavolino basso;
  • eventuali pouf o tavolini da appoggio supplementari;
  • un'adeguata illuminazione, mai abbagliante, ma meglio se soffusa e accogliente.

 

Zona relax

L'angolo relax può essere realizzato in vari modi, anche in base a cosa intendi tu per relax ideale.
Per esempio potresti volere una zona per la lettura, per prendere il sole e sonnecchiare, per fare yoga, ecc. In generale ti consigliamo di:
  • utilizzare solo gli arredi ed i complementi necessari al tuo angolo relax e alle attività che svolgerai lì;
  • schermare in modo adeguato lo spazio, con separé naturali o artificiali, paratie, tende, ecc.;
  • garantire e progettare la giusta illuminazione;
  • prevedere uno spazio per ricoverare eventuali arredi e attrezzature.

 

Spazio prendisole e/o mini piscina

Il terrazzo è l'ideale anche per godere del sole e del caldo della stagione estiva e potersi rilassare su comode sdraio prendisole o immersi in una mini piscina con idro-massaggio.
Soprattutto nel caso delle piscine chiedi supporto ad un architetto in quanto, anche se sarà ovvio scegliere quelle fuori terra, sarà necessario valutarne la portata, l'ingombro, eventuali dati tecnici e soprattutto il loro peso.
Questo ti permetterà di godere delle loro potenzialità in totale sicurezza e rispettando le normative e leggi vigenti. I modelli da preferire sono gonfiabili e di medio piccola metratura, autoportanti e non troppo pesanti.


 

Spazio verde per piante ornamentali e aromatiche

Per rendere il terrazzo ideale il verde non può mancare, da scegliere sempre in base:
  • al clima e all'esposizione;
  • al tempo che puoi dedicare alla cura delle piante;
  • se hai o no il pollice verde;
  • allo spazio a disposizione;
  • al gusto e allo stile d'arredo che vuoi utilizzare.

Di facile coltivazione sono senza dubbio le piante aromatiche, che si rivelano anche piccole, salva-spazio e utilissime in cucina. Come detto prima però potrai anche ripiegare su piante e fiori artificiali ma iper realistici nei colori e nell'allure.


Arredi e complementi per il terrazzo


Quali sono gli arredi e i complementi che puoi inserire nel tuo terrazzo? Questi sono molto diversi e tutto dipende dalle tue esigenze e da come hai in mente di vivere il tuo outdoor. In generale però, al di là della sua dimensione, potrai arredare il terrazzo con:
  • sedie e tavoli da pranzo da esterno;
  • sdraio o chaise longue;
  • lettini prendi-sole o per il relax;
  • ombrelloni, gazebo, coperture, tende, ecc.;
  • mini piscine da esterno o idro-massaggio;
  • vasi di fiori e piante;
  • graticci e strutture per agevolare l'arrampicamento delle piante;
  • attrezzatura per cucina, come barbecue, cucinini per outdoor, forno per pizza, ecc.

Il terrazzo può essere arredato con tutto ciò che ti serve per vivere al meglio il tuo outdoor. In pratica potrai trattare il terrazzo un po' come il giardino e godere di questo spazio anche tutto l'anno se lo organizzerai in modo adeguato.

Puoi comprare i mobili per il terrazzo in un negozio fisico o scegliendo comodamente da casa tra le proposte, anche di design, che trovi sui numerosii siti di arredamento casa.


Come coprire il terrazzo dal sole


Proteggersi dal sole in terrazza è molto importante. Queste strutture sono imprescindibili anche se abiti in zone tendenzialmente fredde e che, durante le belle stagioni, non ti sembrano troppo calde o soleggiate. Sì, perché le coperture, siano queste tende o strutture fisse, servono delle volte anche a far circolare meglio l'aria, o al contrario per evitare correnti, per garantirti la giusta privacy e per permetterti di pranzare, fare ginnastica, giocare con i bambini in un'area protetta anche tutto l'anno.

In generale potrai scegliere tra diverse coperture e sistemi per proteggerti dal sole e anche per conferire al tuo terrazzo il mood preferito. Le strutture più in uso e performanti tra le quali scegliere comprendono:

• tende parasole con bracci estensibili, le più classiche ed utilizzate soprattutto in Italia, sono comode, non impegnano troppo e si possono installare praticamente quasi ovunque e garantiscono buona personalizzazione anche a livello di ombreggiamento. Sono disponibili sia manuali che elettriche; fai attenzione che il punto di fissaggio delle staffe sia sufficientemente solido.

Tende a vela, sicuramente caratterizzate da un mood iper contemporaneo e leggero, sono perfette in contesti moderni, restano fisse, cioè non si possono avvolgere come le tende viste sopra, ma sono scenografiche e spesso economiche. Le più classiche hanno forma triangolare e si fissano a strutture esistenti, ma ci sono anche versioni rettangolari o quadrate dotate di pali telescopici.


Ombrelloni free standing che possono essere con sostegno centrale o laterale dotati di una solida base di sostegno.
A volte possono essere integrati ad arredi come tavoli, sdraio, panche o chaise longue. Sono ideali se non hai particolari esigenze di ombreggiamento e privacy e se il tuo terrazzo non è ampio.
Se il terrazzo è molto piccolo puoi scegliere un ombrellone salva-spazio: hanno per lo più forma triangolare e si appoggiano a parete con il loro lato lungo. In questo modo non occupano troppo spazio, ideali sono per terrazze medio-piccole, ma non è possibile regolare l'angolo di ombreggiatura.


Tettoie con pannelli frangisole, sicuramente una delle soluzioni più raffinate, performanti e moderne tra le quali potrai scegliere.
È una copertura versatile e moderna, in Italia sono moltissime le aziende sul mercato tra le quali potrai scegliere quella più adatta alle tue esigenze magari facendoti aiutare da un bravo architetto per esterni.


Pergolati fissi e realizzati per lo più in legno o acciaio sono altamente scenografici, ideali soprattutto per terrazzi medio-grandi. Sono perfetti per garantirti una copertura di grande respiro e che può avere mood molto diverso a seconda del tuo gusto.
Ti permette inoltre di vivere il terrazzo davvero molti mesi all'anno e potrai anche scegliere se coprirla con teli, tendaggi amovibili o avvolgibili, o con piante rampicanti, strutture in bamboo, ecc.


Gazebo classici o contemporanei, sono strutture fisse che potrai poggiare sul pavimento del terrazzo e ricreare così angoli scenografici magari adibiti al relax e alla lettura.
Puoi infatti arredare a tua volta questi gazebo con cuscini, tavolini, ecc. a tuo piacimento. Tieni conto però che sono strutture medio-grandi e che hanno bisogno di adeguato spazio, meglio usarle solo su terrazzi molto ampi e privi di ostacoli architettonici come colonne, terrazzi e balconi soprastanti, ecc.
I modelli più classici sono in legno o ferro come quelli prodotti dall'azienda unopiù, mentre le versioni più moderne hanno design minimale e sono realizzati con materiali innovativi di colore bianco.



Soluzioni per arredare un terrazzo piccolo


Anche se il terrazzo è piccolo puoi scegliere di utilizzarlo per stare all’aperto in ogni momento della giornata: a partire dalla colazione fino al relax pomeridiano.

Arredare una terrazza piccola necessita di una buona organizzazione degli spazi in funzione del tuo stile di vita e delle esigenze pratiche.
Fino a qualche tempo fa un piccolo terrazzo era spesso utilizzato solo come deposito per la spazzatura o come sgabuzzino all’aperto, oggi giorno è diventato uno spazio vitale per godersi l’aria aperta nei periodi di bella stagione.


Per arredare un terrazzo piccolo ti suggeriamo di scegliere arredi e complementi dalle dimensioni ridotte, ma soprattutto utilizza solo quelli davvero necessari. Tra questi ad esempio un tavolo da pranzo, le sedie ad hoc, un pouf, una sdraio reclinabile o due, vasi per le piante in numero adeguato
Spesso con pochi elementi si possono arredare terrazzi in modo eccellente, con stile e soprattutto funzionalità e fruibilità.


Esistono dei set da balcone, composti da sedie e tavoli pensati per risparmiare più spazio possibile: puoi scegliere originali tavolini pieghevoli da ancorare al muro o da installare sulla ringhiera oppure orientarti per una soluzione con tavolo contenitore utile per poter ospitare oggetti, cuscini ed accessori tenendo in ordine la terrazza.
Esistono sedie o piccoli sgabelli che si possono inserire  inseriscono sotto il tavolo dopo l’uso.
Se lo spazio è davvero ridotto per inserire un tavolino puoi optare per semplici pouf contenitori o panchine con cuscino da disporre lungo la parete.


Anche in un piccolo terrazzo o balcone non potrai rinunciare ad un tocco di verde inserendo fiori e piante; puoi utilizzare pratici vasi da appendere sul parapetto o scegliere una soluzione di verde verticale con mensole a parete o corde dal pavimento al soffitto dove appendere vasi fioriti.
Per gli amanti del barbecue potrai scegliere un modello salva spazio da agganciare al parapetto e cucinare all’aperto le tue pietanze preferite.


Come illuminare la terrazza


La giusta illuminazione contribuisce a creare un’atmosfera suggestiva nelle calde serate estive.

Per illuminare la terrazza scegli complementi illuminanti ideali che possano garantirti la giusta luce ma senza abbagliare, soprattutto senza infastidire i vicini.


L'illuminazione della terrazza dovrà, preferibilmente, esse di due tipi:

  1. luce soffusa o d’atmosfera per illuminare uniformemente la terrazza;
  2. luce puntuale o diretta per esaltare alcuni punti del terrazzo ed enfatizzare particolari suggestivi.

In generale suggerisco qualche luce fissa come le classiche applique sulle pareti esterne dell'abitazione, faretti a soffitto ove possibile o i segna passo sul parapetto se in muratura. In aggiunta punti luce amovibili quali lanterne o lampade da appoggio, o punti luce da vaso ricaricabili con energia solare.

Per la zona del pranzo ti consiglio di utilizzare luci a led ricaricabili da posizionare sopra il tavolo come ad esempio la lampada Flos Bellhop LED.


 

Arredare il terrazzo con le piante


Le piante non possono mancare sul terrazzo e prima di iniziare ad arredare il terrazzo con le piante verifica lo spazio a tua disposizione.
Per un terrazzo o balcone piccolo orientati su semplici vasi di fiori da appendere al parapetto o sulla parete della casa. Ti aiuteranno a rendere accogliente il terrazzo aggiungendo dei tocchi di colore che dovranno essere accuratamente scelti per armonizzarsi con l’arredo.
Quado il terrazzo comunica con la cucina, immancabile deve essere l’angolo delle piante aromatiche come il rosmarino, la salvia e il basilico.


Se invece voi creare una vera e propria “macchia verde” scegli delle piante rampicanti, prima tra tutte l’edera che potrai far crescere sulla parete o far correre su un graticcio da utilizzare soprattutto per schermare l'area e migliorare la privacy.
Potresti in alternativa creare delle sorte di siepi con vasi posizionati lungo il perimetro del terrazzo; le specie ideali sono numerose come anche i vasi che si differenziano per stile e dimensione  acquistabili sia online che nei negozi specializzati.

Oltre alle piante decorative, se le dimensioni del terrazzo lo consentono, puoi creare una vera e propria area da destinare ad orto e frutteto utilizzando vasi di idonee dimensioni e predisponendo un adeguato impianto di irrigazione.

Sia che tu voglia inserire piante ornamentali, sia che tu voglia inserire piante aromatiche e da frutto valuta con attenzione l’esposizione del terrazzo, le zone di sole e ombra nei vari momenti della giornata.
Se il terrazzo è esposto ad est prediligi pinte come l’edera, la clematide e il bosso ad alberello se invece il terrazzo è esposto a sud puoi scegliere piante come rosmarino, lavanda e graminacee decorative.


Idee per arredare il terrazzo


Di seguito di propongo fantastiche idee per arredare la terrazza e creare un effetto "wow"!















































Esempio di progetto arredamento terrazza


Risistemare e arredare una terrazza "adagiata" tra i tetti del centro storico della città risulta un intervento molto delicato e allo stesso tempo straordinariamente affascinante.

Di seguito ti racconto il progetto del mio Studio di Architettura che ha affrontato la ristrutturazione di un appartamento in centro storico a Padova dotato di una grande terrazza tra i tetti..

Richieste di progetto

Il proprietario dell'appartamento appena acquistato ha l'esigenza di sistemare la terrazza, ricavata tra i tetti in un vecchio edificio situato in pieno centro storico. Mi chiede di rendere più accogliente e suggestiva la terrazza esaltando se possibile il contesto storico cercando allo stesso tempo di creare una maggior privacy. La terrazza dovrà essere organizzata in modo tale da avere una zona relax e uno spazio per poter fare colazione all'aperto.

Il progetto della terrazza

Il progetto che ho studiato nasce dalla valorizzazione degli elementi esistenti: è stato rimosso l'intonaco della parete di fondo riportando a vista gli antichi mattoni e creando in questo modo una quinta suggestiva e ricca di storia. Per valorizzare la parete anche di notte sono stati inseriti dei faretti a led nel pavimento che creano dei fasci di luce radente agli antichi mattoni. Sulla parte alta sono state inserite delle luci orientabili ad intensità variabile (“Cubo bandiera” della ditta Viabizzuno) che consentono di illuminare completamente l'intera terrazza.


Il pavimento in vecchie piastrelle di graniglia è stato rivestito con un pavimento in legno di teak che crea un suggestivo contrasto con gli antichi mattoni e con il contesto storico. Per aumentare la privacy si è scelto di chiudere la terrazza con una siepe di bambù piantato all'interno di grandi vasche nere (ditta Serralunga) che esaltano ancor più il contrasto moderno-antico.

Come richiestoci è stata creata una zona salotto costituita da divani dal taglio decisamente moderno (della ditta Rota) con comodi cuscini bianchi e uno spazio per la colazione dotato di un vecchio tavolino e sedie francesi in ferro battuto di color avorio. Per vivacizzare il tutto, mantenuto su toni sobri ed eleganti, è stato inserito un vaso rosso di dimensioni giganti per conferire all'ambiente un aspetto fresco e vivace senza il bisogno di eccedere.

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
30 gen 2018 Come arredare casa

L'arredamento contemporaneo si propone di realizzare ambienti adatti allo stile di vita di chi gli abita che riflettono i loro gusti…

Leggi articolo
14 ott 2019 Arredare casa in centro storico

Arredare casa in centro storico con uno stile sobrio ed elegante nel rispetto dell’esistente…

Leggi articolo
05 gen 2021 Arredamento chiavi in mano: cos'è, tutti i vantaggi, a chi rivolgersi

Scopri tutto quello che devi conoscere di un arredamento chiavi in mano…

Leggi articolo
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami