Ristrutturazioni chiavi in mano: cosa devi sapere?

24/12/2021 - Ristrutturazioni chiavi in mano, la guida definitiva per scoprire tutto sui restyling completi che ti permettono di godere della tua casa finita, pronta senza stress. Conviene davvero, quali lavori sono compresi e soprattutto saranno ben fatti? Questo e molto di più qui.



Cosa significa ristrutturare chiavi in mano?


Quando parliamo di ristrutturazione chiavi in mano riferendoci ad un immobile intendiamo un servizio completo.

Cioè l'appaltatore o l'impresario si impegnerà a completare i lavori stabiliti e a consegnare l'abitazione ristrutturata e pronta all’uso, abitabile.
I servizi dovranno essere tutti presenti e funzionanti e gli arredi saranno adeguati ai nuovi spazi.

Di sovente oggi si realizzano ristrutturazioni chiavi in mano che sfruttano i vigenti bonus e detrazioni fiscali soprattutto del 50% e 110%.

La ristrutturazione chiavi in mano è composta da diverse fasi organizzative e operative e non si tratta di un procedimento del tutto semplice, ma al contrario è articolato e si esige la massima competenza e organizzazione.
Per esempio concerne il progetto, la raccolta dei preventivi, la realizzazione degli impianti e la consegna finale, tanto per citare alcuni step imprescindibili.

Tu, in veste di committente, verrai interpellato per la scelta dei materiali ad esempio, per la verifica del progetto finale e in generale solo in caso di problematiche o di decisioni importanti da concordare con l'impresario o progettista.
Puoi vedere la ristrutturazione chiavi in mano come ad un pacchetto, un contratto che ti permetterà di godere solo del lavoro finito e dell'abitazione dei tuoi sogni pronta all'uso e senza stress.



Come funziona la ristrutturazione chiavi in mano


La ristrutturazione chiavi in mano risulta conveniente soprattutto perché l'impresario o il progettista si farà carico della completa gestione dei lavori e di ogni aspetto burocratico e pratico, tu di fatto godrai solo di un immobile finito, pronto.

Approfondiamo gli aspetti più importanti delle ristrutturazioni chiavi in mano per meglio farti comprendere ogni onere dell'appaltatore.

La progettazione e le pratiche amministrative

Il primo step per realizzare una ristrutturazione chiavi in mano, ma anche un restyling di qualsiasi entità, è necessario effettuare le opportune verifiche al catasto, strutturali, ecc.
Successivamente, anche al fine di poter beneficiare delle agevolazioni fiscali vigenti come quelle relative al bonus 110%, è fondamentale presentare la documentazione presso gli uffici tecnici del comune in cui si trova l'abitazione interessata dai lavori.

L'impresario penserà a tutto, anche a questi step burocratici e si impegnerà anche in termini di sicurezza, a eventualmente pure sulle pratiche e richieste di occupazione di suolo pubblico, della presentazione per il nulla osta della Sovrintendenza alle Belle Arti, alla Paesaggistica, ecc.

Un unico interlocutore: impresa, progettista e direttore dei lavori

L'appaltatore, l'impresario o il progettista, si occuperà anche della direzione lavori e del sincronizzare ogni artigiano professionista che si occuperà della ristrutturazione chiavi in mano.
In questo modo non dovrai stressarti, seguire lavori che, francamente, non ti competono e avrai solo la gioia di veder realizzato in toto il tuo immobile come concordato durante l'approvazione del progetto.

Cosa non meno importante, avari un solo interlocutore che ti aggiornerà su tutto e che sbrigherà per te le pratiche per l'ottenimento dei bonus fiscali usufruibili.
Per esempio potrai sfruttare quello del 50% per la ristrutturazione edilizia, del 65% per il miglioramento dell'efficienza energetica, ecc.

Un team di artigiani per la ristrtturazione chiavi in mano

Durante la ristrutturazione chiavi in mano saranno diversi i professionisti dei vari settori che si alterneranno in cantiere.

Ad esempio potranno operare operai, imbianchini, lattonieri, decoratori, interior designer, falegnami, piastrellisti, ecc. La cosa bella è che tu non dovrai coordinarli o interpellarli singolarmente, la convocazione, il controllo del cantiere e dei lavori sarà compito del tuo interlocutore unico, dell'impresario o appaltatore.

Ristrutturazione chiavi in mano: cosa comprende


Le ristrutturazioni chiavi in mano sono composte da diversi step e attività rispetto ad un preventivo classico, per così definirlo.

In via generale nel tuo pacchetto di restyling potrebbero essere inclusi:
  • la progettazione;
  • il disbrigo di tutte le pratiche burocratiche necessarie;
  • la demolizione e lo smaltimento delle macerie;
  • la costruzione di nuovi tramezzi o di pareti e strutture in cartongesso;
  • la realizzazione di nuovi impianti come quello idraulico, elettrico, termico, di condizionamento, di domotica, ecc.;
  • la fornitura e la posa in opera dei rivestimenti quali le pavimentazioni, le tinteggiature, ecc.;
  • il montaggio dei serramenti;
  • l'arredo indoor completo, ma anche quello outdoor se richiesto;
  • la consegna delle certificazioni a norma di legge.

Ristrutturazione chiavi in mano: conviene veramente?


Quando si parla di ristrutturazioni chiavi in mano si prospetta sicuramente uno scenario roseo, facile e snello per il committente. Quest'ultimo, cioè tu stesso, godrà di un'abitazione completa e abitabile senza doversi sobbarcare gli oneri e gli step burocratici e pratici relativi alla ristrutturazione di casa classica.
Questa prevede, a grandi linee, che il committente si faccia realizzare un progetto da un architetto, o da un professionista del settore, si prodighi per presentare le pratiche edilizie in comune, si interessi del richiedere i bonus fiscali in autonomia.
Spesso deve interpellare i vari artigiani che devono intervenire nel progetto e di sovente, in prima persona, dovrà recarsi presso i rivenditori cercando e scegliendo finiture e altri arredi o dettagli.
Insomma, si tratta di un lavoro ampio, costoso e faticoso, nonché stressante e che di sovente causa smarrimento perché sfidiamo chiunque ad essere a conoscenza di tutte queste sfumature progettuali.

Chiaramente per un'ottima ristrutturazione chiavi in mano risulta imprescindibile rivolgersi al professionista giusto, ad un'impresa o appaltatore ideale.
Prosegui nella lettura di questa guida e apprendi le variabili da considerare per non cadere in truffe o in progetti che di chiavi in mano hanno ben poco.



Ristrutturazioni chiavi in mano: 5 cose che devi sapere


Il mercato immobiliare ed edilizio americano è per esempio il numero uno nella realizzazione di ristrutturazioni e di edificazioni chiavi in mano.
In Italia questa formula è decisamente nuova e, secondo gli esperti, non siamo di fatto ancora del tutto pronti ad una full immersion filo-statunitense.

Le ristrutturazioni chiavi in mano però sono fattibili e, se troverai la giusta impresa o professionista, ti daranno davvero molti vantaggi come quello di concordare e pagare un prezzo finito e fisso già alla stipula del contratto, cosa non da poco.

Di seguito troverai alcuni aspetti ai quali fare molta attenzione al fine di un restyling davvero come lo avevi immaginato anche in termini di tempistiche e vantaggi.

Il tecnico è veramente in regalo?

Devi stare molto attento alle voci comprese nel preventivo chiavi in mano, per esempio gli oneri del tecnico lo sono?
In molti casi, purtroppo, sono escluse e la stessa impresa edile si avvale di un progettista/tecnico esterno. Questo professionista si occuperà per lo più:
  • della progettazione;
  • delle pratiche edilizie;
  • della direzione lavori.
Certo, se anche questa voce fosse compresa nel pacchetto chiavi in mano di ristrutturazione  avresti meno scocciature. Per esempio non dovresti cercare tu il tecnico, stipulare con lui un contratto a parte, ecc.

Il possibile problema è un altro e di natura diversa: il professionista infatti sbrigherà per te le pratiche edilizie ma sarai tu responsabile e firmatario in quanto proprietario dell'immobile.
Lo stesso tecnico avrà come committente l'impresa e farà gli interessi o comunque dipenderà direttamente da questa. Certo, se scegli un impresario o appaltatore fidato e serio sarai davvero in una botte di ferro e ti assicuriamo che la ristrutturazione chiavi in mano sarà gratificante.
Al contrario se l'impresa non sarà altrettanto attenta e preparata, seria e professionale potresti incorrere in scocciature di vario genere ed entità, quindi occhi aperti.

I materiali di finitura ti piacciono?

Quando parliamo di finiture nelle ristrutturazioni chiavi in mano ci riferiamo a:
  • pavimentazioni e battiscopa;
  • infissi, porte, ecc.;
  • sanitari;
  • illuminazione come faretti e similari;
  • pitture parietali e/o decorazioni a muro.
Nella maggior parte delle ristrutturazioni chiavi in mano i materiali per le finiture sono compresi e quindi scelti e proposti dall'azienda appaltatrice, dall'impresa. Cioè quest'ultima ha una rosa di scelte e tra queste tu sceglierai quelle ad hoc per te.

Come avere maggior margine di scelta? Semplice, se ti affiderai ad un architetto di fiducia che può proporti un pacchetto chiavi in mano di ristrutturazione avrai la certezza di una maggiore attenzione ai dettagli.
L'architetto infatti potrebbe già avere in mente per te un progetto ad hoc e potrà spingere per avere all'interno della proposta finale dei materiali consoni e che ti potranno senza dubbio piacere.

I lavori vengono realizzati bene?

Per esser certo che i lavori vengano eseguiti al meglio, come da progetto e come è di norma fare, è bene avere un supervisore ai lavori di fiducia.
Si tratta del direttore dei lavori, figura che spesso viene nominata dall'impresa e che ha il compito di controllare che tutto venga svolto a regola d'arte.
Anche in questo caso, affidando il tuo progetto di ristrutturazione chiavi in mano all'architetto di fiducia potrai godere di un'attenzione maggiore e di una tranquillità e sicurezza sicuramente tangibile.

Tutto in regola con i permessi?

Questo è un punto cruciale della ristrutturazione chiavi in mano e tieni conto che, essendo tu il proprietario di casa e firmatario del disbrigo pratiche, eventualmente ci fossero problemi chi di dovere verrà a prendere te.
Sei insomma responsabile di tutto ciò che viene presentato in comune, agli organi preposti e di tutto ciò che viene eseguito in casa tua.
Anche in questo caso affidandoti ad un'impresa di fiducia e in primis ad un appaltatore o architetto conosciuto sarai certamente più tranquillo e tutelato. Il tallone d'Achille è quello legato strettamente al rispetto delle normative di sicurezza in cantiere, non dimenticartelo.

Cosa devi verificare?

Cosa verificare se sei attratto dalla ristrutturazione chiavi in mano? Ecco una lista su ciò che devi valutare e considerare in maniera particolare prima di stipulare un contratto.

  • Informati sull'excursus dell'impresa, visiona vecchi lavori, chiedi feedback ai vecchi clienti e fatti consegnare la documentazione che ti servirà per fare la verifica tecnica, come prescritto dalla legge, che è a tuo carico;
  • informati su eventuali opere in subappalto e alla stessa maniera cerca di reperire informazioni su questi artigiani e professionisti che lavoreranno in cantiere;
  • rivolgiti al progettista e cerca di farti dare tutte le risposte ad eventuali dubbi, tienilo come punto di riferimento dei lavori;
  • informati subito sui rivestimenti e sui materiali disponibili e cerca di scegliere sempre in base alle tue esigenze sia stilistiche che pratiche, fai riferimento anche al parere del tuo progettista di fiducia;
  • chiedi, e pretendi, il cosiddetto contratto chiuso a corpo, cioè con importo fisso per la tua ristrutturazione chiavi in mano.

Costo al metro ristrutturazioni chiavi in mano


È difficile parlare di costi delle ristrutturazioni chiavi in mano perché questi oscillano molto nel tempo e, come ben avrai inteso, tutto dipende dal tipo di immobile da sistemare, dall'ubicazione, dal tipo di interventi da effettuare, ecc.

Posso sbilanciarmi e affermare che in media una ristrutturazione chiavi in mano partirà da circa 850 euro al metro quadrato e può salire fino a circa 1.500 euro al mq.
I prezzi qui espressi si riferiscono a progetti comprensivi di tutti i materiali necessari. Questi ultimi comunque incidono parecchio sul costo finale e anche l'ubicazione dell'immobile influisce sulla ristrutturazione.
Ad esempio Milano e Roma restano le città più care, mentre in provincia il prezzo al mq scende, soprattutto se parliamo di regioni del centro e Sud Italia.

Come scegliere l'impresa di ristrutturazioni


Ovviamente è sempre bene informarsi sull'impresa, cercare informazioni e rivolgersi solo a ditte competenti e conosciute.
In via generica per un'ottima ristrutturazione chiavi in mano opta per una ditta che si occupi di tutto l'iter, dal progetto al disbrigo della parte burocratica fino alla realizzazione delle certificazioni di conformità dell'eseguito.

Ma quali sono le variabili che ti faranno propendere per un'impresa piuttosto che per un'altra?

Per esempio valuta:
  • le specializzazioni dell'impresa interpellata;
  • il preventivo e i singoli prezzi, in particolare verifica che le voci siano affini al costo medio locale per i vari servizi e/o materiali;
  • le certificazioni;
  • l'abilità del coordinamento di tutti i lavoranti e artigiani che lavoreranno in cantiere, chiedi magari a conoscenti che prima di te si sono rivolti a questa impresa.

Offerta ristrutturazioni chiavi in mano: cosa devi verificare


Di conseguenza a tutti i punti sviscerati nei capitoli precedenti, ti consigliamo di tenere sempre gli occhi aperti e soprattutto di fare specifiche ricerche prima di affidare la tua ristrutturazione chiavi in mano ad una specifica impresa.

In particolare:
  • effettua ricerche sull'appaltatore e sull'impresa edile, cerca referenze, come specificato già in più punti perché è una questione molto importante;
  • informati sul progettista, chiedi nome e cognome, verifica che sia iscritto all'albo e magari visita un sito web o chiedi feedback a precedenti clienti, ma soprattutto incontralo, conoscilo meglio e confrontati con lui, chiedi da quanto tempo collabora con l'impresa, ecc.
  • chiedi maggiori informazioni sui materiali proposti, su quelli che serviranno per i singoli lavori, puoi anche informarti sul web o presso un architetto di tua fiducia;
  • chiedi e pretendi un contratto a corpo e cioè con un prezzo finito già specificato e immutabile in fase di firma del contratto stesso.
Forse ti sembreranno concetti ripetitivi ma è bene fissarli bene nella memoria, è necessario essere attenti e non farsi sopraffare magari dalla voglia di iniziare i lavori, dal fermento per il restyling, dalla fretta di entrare nella casa ristrutturata.

Sempre relativamente al contratto puoi far inserire, per tua sicurezza e per correttezza dell'impresa, una postilla che afferma: che il prezzo pattuito si intende a copro, e non a misura come spesso viene fatto nei contratti tradizionali e non chiavi in mano.
Così facendo non dovrai pagare nessuna spesa in più, accessoria e in aggiunta al prezzo stabilito da contratto. Se per esempio l'impresa si renderà conto che servono un paio di metri in più di piastrelle questo non sarà problema tuo, dovevano prevedere eventuali intoppi, errori dei piastrellisti, errori di posa e di misurazione, ecc.

La postilla potrebbe nello specifico recitare:
per la realizzazione del progetto, come previsto da documentazione allegata, il prezzo è a corpo, finito ed eventuali imprevisti o errori di valutazione da parte delle maestranze interessate alla ristrutturazione non comporteranno aggravi di costo.

Ristrutturazione chiavi in mano del bagno


La ristrutturazione chiavi in mano del bagno è senza dubbio uno dei servizi più richiesti.

Sono veramente moltissimi infatti gli italiani che, nel corso della vita in un immobile di famiglia acquistato più tardi, ritengono necessario effettuare un restyling della toilette, stanza tra le più tendenti all'usura.
In questo caso non parliamo solo di sostituzione di rubinetteria e sanitari, ma magari anche di ampliamenti, di rifacimento dei rivestimenti, delle tubature, ecc.
Non sono tante le imprese che propongono e accettano di realizzare ristrutturazioni del bagno chiavi in mano, cioè che si occuperanno di tutto l'iter organizzativo, dalla progettazione alla pulizia finale.

Nella ristrutturazione tradizionale, cioè non chiavi in mano, gli artigiani e i professionisti coinvolti nel restyling sono molti. Tra questi c'è l'architetto, geometra o progettista, l'idraulico, il muratore, l'elettricista e il piastrellista e tutti si alterneranno in cantiere.
Questa trafila è necessaria, sempre, ma in questo caso i tempi si allungano e in media potresti veder realizzato il lavoro in 7-8 giorni circa, anche se si tratta di una toilette di metratura ridotta.

Nelle ristrutturazioni chiavi in mano invece per un lavoro completo in bagno possono ridursi drasticamente le tempistiche e la tua toilette nuova, pronta all'uso potrebbe essere vivibile già in soli 2-4 giornate lavorative.
Ovviamente intendiamo tempistiche che rispettano i requisiti minimi di asciugatura dei materiali utilizzati e necessari al rifacimento del bagno.
Ma nel progetto di ristrutturazione di un bagno chiavi in mano quali lavori specifici sono contemplati?
Ecco quelli standard e che sono necessari per trasformare la tua toilette in uno spazio agibile, vivibile, performante, bello e fruibile.



La ristrutturazione bagno, standard, con formula chiavi in mano comprende:
  • l'eliminazione dei sanitari vecchi;
  • la rimozione delle tubature del vecchio impianto idraulico;
  • l'eliminazione della pavimentazione, quindi di eventuali piastrelle anche parietali;
  • la creazione dei cosiddetti punti acqua, cioè degli attacchi, per i vasi bidè e WC, per il lavabo, la doccia o la vasca ed eventualmente pure per la lavatrice;
  • la posa e la fornitura dei nuovi rivestimenti parietali e pavimento con massetto nuovo;
  • la fornitura e la posa dei nuovi sanitari e della relativa rubinetteria.
E quali sono i costi della ristrutturazione chiavi in mano del bagno di casa?
Senza entrare troppo nello specifico, cioè stando a cifre standard, possiamo affermare che il restyling di un bagno da circa 6 mq potrà costarti più o meno dai 5 ai 7 mila euro.
La cifra comprende tutte le finiture, i materiali e i sanitari, ma ovviamente se sceglierai prodotti molto costosi il prezzo salirà e lo stesso se opterai per finiture particolari come lo stucco veneziano ad esempio.
Chiaramente se ti affiderai al tuo architetto di fiducia sarà molto più semplice realizzare una ristrutturazione chiavi in mano del bagno e, naturalmente, potrai avvalerti delle sue competenze e della sua rosa di collaboratori, impresari e artigiani affidabili compresi.

Bagno completo chiavi in mano: vantaggi e svantaggi

Conviene davvero una ristrutturazione chiavi in mano del bagno domestico?

Siono qui per darti tutte le risposte del caso, o meglio per fornirti tutte le conoscenze e le variabili per darti da solo la tua riposta.
Infatti solo approfondendo l'argomento puoi davvero comprendere se la ristrutturazione chiavi in mano fa per te, anche se si tratta del retsyling di una sola stanza di casa, come appunto il bagno.

Ecco qui, a questo proposito, tutti i pro e i contro del progetto e lavoro tutto compreso della toilette.

Vantaggi ristrutturazione bagno chiavi in mano:
  • Tra i maggiori pro della ristrutturazione del bagno chiavi in mano c'è senza dubbio quello di avere un unico referente. Se infatti in cantiere passeranno ed interverranno varie figure professionali, come l'idraulico, il piastrellista, ecc., tu avrai un solo referente che potrà essere l'architetto, il progettista, l'impresario.
  • Un altro vantaggio è legato al prezzo che, essendo bloccato, finito e stabilito a preventivo, non avrà costi aggiuntivi e tu sparai in anticipo a quanto ammonterà l'intera spesa complessiva del progetto chiavi in mano. Non sempre però è conveniente questa formula e ciò dipende da svariati fattori, ma se ti rivolgerai al tuo architetto di fiducia stai tranquillo che troverà per te sempre la soluzione più conveniente ed esaustiva per un bagno ideale.
  • I tempi di consegna per la ristrutturazione del bagno chiavi in mano sono molto vantaggiosi e costituiscono uno dei maggiori pro del caso, una variabile che piace moltissimo ai committenti più diversi. In questo caso, se il restyling è rivolto ad una toilette ubicata nella casa che vivi giornalmente sarà senza dubbio un fattore da considerare. Avrai quindi meno trambusto, in pochi giorni avrai un bagno nuovo e senza troppo fastidio.
  • Meno stress, sì perché la formula di ristrutturazione chiavi in mano, per il bagno ma anche per qualsiasi altra stanza o casa completa, lascia il committente più libero perché di fatto c'è chi si occuperà del grosso del lavoro, del coordinamento, della burocrazia, ecc.

Svantaggi ristrutturazione bagno chiavi in mano:

Quali sono invece i contro della ristrutturazione chiavi in mano del bagno domestico?
  • Impossibilità di trattare il prezzo finale, anche perché si tratta di pacchetti già di per sé economici rispetto a quelli standard;
  • nessuna possibilità di modifica del progetto in corso d'opera in quanto si tratta di un lavoro a contratto chiuso, con prezzo bloccato e comprendente tutto ciò che serve al restyling totale.

La comodità del progetto chiavi in mano è proprio la possibilità di decidere subito tutto ciò che serve per dare nuova vita al bagno.

Per esempio potresti trovarti a decidere già arredi e complementi e non solo i sanitari ed i rivestimenti. Niente modifiche in corso d'opera.

Nei lavori "chiavi in mano" si decide prima quali saranno i lavori da fare, scegliendo arredi e rivestimenti. Insomma, una volta iniziati i lavori non potrai cambiare idea sul colore delle piastrelle, sulla disposizione della vasca, tanto per farti un esempio.

Se hai dubbi sulla ristrutturazione chiavi in mano del bagno o di un intero immobile chiedi con fiducia al tuo architetto e poni a lui tutti i tuoi quesiti.

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
12 ott 2021 Ristrutturare Casa: come fare, costi, tempi, progetti ed esempi

I segreti dell'architetto per ristrutturare casa...

Leggi articolo
12 dic 2021 Ristrutturare il bagno: costi, tempi e idee per spendere poco

Tutto quello che devi conoscere per ristrutturare il bagno con tante idee per risparmiare...

Leggi articolo
04 gen 2022 Ristrutturazione appartamento: come funziona, consigli e costi

Scopri la guida definitiva per la ristrutturazione del tuo appartamento con i consigli dell’architetto…

Leggi articolo
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami