Postazione smart working: come organizzare un angolo lavoro in casa

22/08/2022 - Scopri come creare una postazione per lo smart working a casa: organizzare un angolo di lavoro e tutti gli spazi necessari al nuovo stile di vita.

Anche tu ti sei trovato a dover riorganizzare la casa per intraprendere lo smart working e non hai ancora trovato la soluzione migliore?
Se ti sei reso conto che non è facile ricavare un angolo per lavorare al meglio, in tranquillità e dando il massimo tra le quattro mura domestiche, di seguito scoprirai come fare senza stress grazie ai miei consigli.


 

Come organizzare una postazione smart working


Ci sono molti italiani che già lavorano da casa con successo ed hanno realizzato veri home working degni di nota per funzionalità es estetica.

Lo smart working ha però anche sorpreso molte persone che si sono trovate su due piedi a dover creare uno spazio ad hoc tra le quattro mura per svolgere le professioni più disparate.
Per facilitare l'organizzazione segui i consigli di un architetto di interni: ecco di seguito alcune regole base che ti permetteranno di partire da zero e di ricavarti il tuo angolo lavorativo ovunque, al di là della conformazione della casa e della sua ubicazione.
 
Per la postazione smart working è necessario sempre:
  • posizionare la postazione lontano dall'ingresso e dalle stanze più vissute e frequentate come il soggiorno, la stanza giochi dei bimbi, ecc.; 
  • avere abbastanza spazio per lavorare, alzarsi e per sistemare tutto il necessario per il lavoro;
  • munirsi di adeguata scrivania e sedia ad hoc;
  • avere una buona illuminazione sia naturale che artificiale;
  • evitare oggetti e distrazioni come apparecchi TV, radio e simili;
  • avere a portata di mano tutti gli accessori indispensabili per il tuo lavoro come penne, carta, stampante, ecc. 



Oggi nelle aziende piccole o grandi che siano è in atto il cosiddetto processo di digital trasformation.
Con questo i lavoratori hanno la possibilità di svolgere il proprio lavoro da casa, smart working appunto, e di poter organizzare un angolo ad hoc con tutto il necessario.

Ma cosa serve per creare una perfetta postazione lavoro domestica?
Beh, non aspettarti che la tua azienda ti regali scrivania, sedia, e via dicendo. Potrà fornirti magari gli strumenti informatici adeguati ma a tutto il resto dovrai pensarci tu.

Ecco cosa è necessario per la postazione smart working in casa:
 

La connessione ad internet 

La connessione ad internet, è oggi fondamentale soprattutto per chi lavora da casa; è utile per scaricare dati, per fare ricerche sul web, per partecipare alle video-conferenze e ai meeting e deve essere adeguata.
 

Il computer 

Il computer, resta lo strumento basico per lo smart working e anche se sei solito utilizzare lo smartphone o il tablet ricorda che non c'è nulla di più performante e pratico del pc, specie il modello portatile.
 

Suite di collaboration 

Gli strumenti di collaborazione, detti comunemente suite di collaboration, sono soluzioni di tipo tecnologico che hanno la funzione di favorire la collaborazione e la condivisione dei dati mediante la gestione smart di documenti e meeting.
Questi potranno esserti forniti dall'azienda e forse già li utilizzavi in ufficio, in sede. Oppure potrai farti consigliare dai tuoi superiori su sistemi adatti al vostro specifico lavoro da remoto.
 

L'area di lavoro 

L'area di lavoro, è lo spazio nel quale realizzerai il tuo angolo per lo smart working e deve essere adeguato e ben accessoriato.

Ti suggerisco di trovare in casa un ambiente abbastanza ampio, magari ricavabile pure in una specifica stanza, non per forza devi avere una camera a parte. Devi comunque essere comodo durante il lavoro, avere la giusta libertà di movimento e gli spazi adeguati per lavorare e per utilizzare i tuoi strumenti informatici e non.

Di norma serviranno dagli 8 ai 10 metri quadri e non devono mancare divisori, separé per delimitare l'area dello smart workin e quella per la vita quotidiana. Anche semplici scaffalature, piante, librerie possono delimitare lo spazio e creare una buona privacy e una scenografia attraente e capace di aiutarti a concentrarti, è fondamentale infatti la giusta tranquillità, il comfort e l'ambientazione più giusta.
 

La postazione ergonomica 

La postazione ergonomica, è un altro topic per lo smart working domestico.
Devi cioè prestare attenzione all'ergonomicità, alla postazione stessa e alla salubrità (dal punto di cita sia fisico sia mentale) del tuo angolo lavorativo indoor.
Ma come fare?
Il primo step è quello di creare le condizioni adeguate al lavoro, poi scegliere una seduta adatta e magari regolabile e versatile, specifica per il computer e per l'altezza della tua scrivania.
La parte superiore del braccio e quella inferiore del braccio e le gambe devono formare un angolo retto, di 90°, mentre il monitor del p deve esser distante dagli occhi almeno 50 cm. Dovrai inoltre guardarlo senza dover abbassare lo sguardo o alzarlo.
 

L'illuminazione  adeguata

L'illuminazione, è un altro parametro importantissimo per il benessere psico-fisico e la salubrità lavorativa indoor.
Cerca una postazione ben illuminata e che possa godere il più possibile della luce naturale.
La finestra è bene sia in posizione perpendicolare rispetto allo scrittoio e unita ad un apparecchio illuminante posizionato sul piano di lavoro che garantirà un fascio luminoso mirato e diretto, orientabile sarebbe ancora meglio.

 

 

Postazione smart working in casa: dove crearne una 

 
Un workplace che si rispetti, confortevole ed efficiente è indispensabile per beneficiarne in termini di produttività ma anche da un punto di vista psico-fisico.

La comodità, la salute e la concentrazione sono irrinunciabili e ciò dipende non solo dagli accessori scelti e dalla metratura a disposizione, ma pure dalla posizione del tuo angolo per lo smart working.

Di seguito esamineremo ogni dettaglio e qui troverai tante idee e consigli dell'architetto per realizzare il tuo studio in qualsiasi stanza della tua casa senza stress.
 

Postazione smart working in soggiorno 

La postazione per lo smart working in soggiorno è una delle soluzioni più consigliate.
Questo perché il living è normalmente medio-ampio e tra el stanze più grandi dell'intera abitazione; inoltre solitamente il suo assetto è predisposto alla versatilità e alla poli-funzionalità.
In base al posizionamento del tuo angolo lavoro scegli o una consolle, una scrivania classica, un piano a scomparsa o a ribalta e utilizza dei separé più o meno scenografici.
In un open space per esempio potrai suddividere l'angolo per l'home working anche solo cambiando il tipo di pavimentazione, oppure utilizzando un tappeto che delimiti solo visivamente lo studio.

 

Postazione smart working in cucina 

La postazione per lo smart working in cucina è un po' azzardata, più che altro perché si rischi di venire in contatto con lo sporco molto facilmente.

Se proprio non hai alternative sfrutta un'isola o penisola del mobilie cucina quando non stai cucinando e quando nessuno sta consumando dei cibi nei paraggi.
La tua, in questo caso, sarà una postazione mobile e non fissa, ma potrai propendere pure per credenze composto da scrittoio a scomparsa o trasformabili: questa è la scelta migliore.
Oppure se abiti in un monolocale opta per la cucina a scomparsa che aprirai solo al bisogno così che anche l'angolo per lo smart working possa essere fisso e nei paraggi, magari sempre a vista.

 

Postazione smart working in camera da letto 

Solitamente la stanza da letto è volta al relax e creare un postazione per l'home working non è sempre consigliabile.
Rischierai di cedere alla tentazione di lavorare anche a tarda sera e forse ti è già successo.

Anche in questo caso prediligi un mobile con scrittoio a ribalta o a scomparsa, oppure utilizza una consolle, una toeletta scenografica e poli-funzionale. Ricorda che tutto dovrà essere ben riposto e ordinato e se hai spazio e devi arredare ex novo la stanza propendi per soluzioni d'arredo complete anche di angolo studio, come quelle per i ragazzi.
Ne trovi di tantissime versioni, anche personalizzabili e ideali pure per gli adulti e per stanze anche medio-piccole.

 

Un angolo smart working nel sottoscala 

Un angolo per l'home working sfruttando il sottoscala è una scelta vincente, specie se hai poco spazio nel resto dell'abitazione.
Chiaramente tutto deve garantirti comfort e libertà nei movimenti, ma potresti ammobiliare uno spazio che ricorda quelli delle stanze dei ragazzi ricavati sotto al letto a castello.
Oppure potrai munirti di sistemi a scomparsa sia per lo scrittoio che per il mobile archivio.

 

Stanza dedicata allo smart working 

La stanza dedicata allo smart working è un po' il sogno di tutti: la privacy soprattutto è garantita e potrai staccare mentalmente anche meglio e semplicemente chiudendo la porta e ritornando a goderti la routine domestica.

Al di là di questo avrai più spazio, potrai sistemare tutto il necessario senza doverti barcamenare tra altri mobili e complementi e potrai pure scegliere uno stile molto diverso da quello del resto della casa.

 

Pareti mobili per separare l'angolo per lo smart working 

L'utilizzo delle pareti mobili per l'interno di casa è una scelta vincente e ti permette di creare il tuo angolo per lo smart working con facilità e stile.

In commercio trovi infinite soluzioni, ma le più belle secondo me sono: 
  • le pareti in vetro;
  • le pannellature in legno o simil legno;
  • i sistemi a soffietto;
  • i sistemi scorrevoli.
Molto spesso queste porte/pareti sembrano vere opere d'arte e daranno notevole carattere alla tua casa.
Tieni conto però che se l'abitazione è molto piccola dovrai optare per soluzioni su misura che rendano fruibile lo spazio.
 
 

 

Postazione smart working: arredi e complementi necessari

 
Ci sono poi anche specifici arredi e complementi indispensabili per creare in casa un angolo lavoro ideale e pratico.

Qui infatti bisogna stare comodi, essere tranquilli e ricreare le condizioni ad hoc per dare il meglio senza stress e nervosismi. Ecco di seguito gli accessori e mobili assolutamente da utilizzare e da scegliere con cura.

La gestione dello spazio per lo smart working è una condizione fondamentale.

Se hai già provato a lavorare da casa sai benissimo di cosa stiamo parlando. Tutto infatti deve essere accessibile, il più pratico possibile, a portata di mano, devi sentirti a tuo agio, comodo e rilassato, concentrato e avere tutto in ordine.

Con le modifiche alle esigenze lavorative indoor domestiche si è modificato anche l'utilizzo e la disposizione generale degli spazi domestici.
Per esempio il living e la camera da letto restano le stanze ideali per ricavarci un angolo da lavoro e quelle che risultano maggiormente versatili e organizzabili.
Ovviamente ci devono essere condizioni imprescindibili come una adeguata ampiezza, la giusta illuminazione e via dicendo. Inoltre dovrai sistemare la scrivania o lo scrittoio al meglio e non tralasciare gli accessori must have per lo smkart working.

Ecco, di seguito, tutti i mai più senza per il tuo nuovo ufficio di casa.
 

La scrivania 

La scrivania, deve avere un piano liscio e ampio tale da poter ospitare non solo lo schermo del computer, la tastiera e il mouse, oppure il dispositivo di tipo portatile, ma deve pure permetterti di sistemarvi altro necessario per lo smart working.
Il segreto è trovare uno scrittoio che abbia la giusta profondità, questa deve aiutarti a posizionare lo schermo digitale almeno a 50 cm dai tuoi occhi, distanza consigliata per non affaticarli.
Ovviamente lo scrittoio deve anche essere stabile e saldo a terra, adeguato a livello di ingombro allo spazio a disposizione nella stanza.
 

La sedia o poltroncina

La sedia o poltroncina, è meglio sia specifica per il lavoro al computer e da seduti.
Deve garantirti un ottimo sostegno lombare e di mantenere a lungo la giusta postura senza affaticare tendini, muscoli e la schiena in generale.

I modelli migliori sono quelli regolabili in altezza che risultano più versatili e calibrabili in base all'altezza del tuo piano di lavoro.
 

Il poggiapiedi 

Il poggiapiedi, è un accessorio davvero utilissimo e che ti permette di scaricare le tensioni durante le tante ore seduto.
Le caviglie, i polpacci e i piedi possono davvero risultare meno appesantiti e gonfio con l'ausilio di questo piccolo strumento acquistabile oggi un po' dovunque.
 

Il mouse e la tastiera 

Il mouse e la tastiera ergonomica, sono i veri must have per completare la tua postazione da smart working.
Se opterai per modelli di buona qualità e scelti accuratamente vedrai che le braccia, il polso e le mani in generale saranno meno indolenziti a fine giornata.
 

Gli organizer 

Gli organizer da scrivania, sono utilissimi e non solo permettono anche al più disordinato di mantenere un certo ordine, ma riducono i tempi di ricerca dei vari accessori e in più danno la giusta energia psicofisica.
Sì, perché migliora l'umore, riduce lo stress ed è un ottimo coadiuvante per l'entusiasmo, prova tu stesso e ci saprai dire.
 

Archiviazione 

I supporti per l'archiviazione, come schedari, cartelline, raccoglitori, sono indispensabili e utilissimi anche per la vita di tutti i giorni.
Riordina ad esempio anche le ricette mediche, le bollette e vedrai che prendendo questa abitudine potrai avere l'inetra casa più efficiente e organizzata e guadagnarci in tempo e riducendo pure lo stress.
 

Il planner 

Il planner, può essere una semplice agenda, oppure un foglio da appendere alla parete e che mostra i 7 giorni della settimana o pure l'intero mese.
In commercio ne trovi per tutti i gusti e dovrai assolutamente tenerne uno o più con te.
Ti servirà per ottimizzare il tempo, per gestirlo al meglio, per svolgere tutti i lavori dati dal tuo capo e vedrai che una volta trovato il planner perfetto non lo cambierai più.
 

La colonna di protezione per i cavi elettrici 

La colonna di protezione per i cavi elettrici, è fondamentale per mantenere l'ordine e anche per garantirti la massima sicurezza, specie se hai anche bambino o animali domestici in casa.
 

Supporto laptop 

Il supporto laptop, sono accessori spesso trascurati ma che permettono di regolare l'altezza del monitor del tuo computer.
Questo è molto importante per non affaticare la vista e per lavorare con più comfort.
 

Le cuffie 

Le cuffie ed eventuali accessori extra, come la web-cam se non integrata nel computer, un microfono, ecc. sono strumenti che ti torneranno utili se realizzi video, se partecipi spesso alle riunioni o ai meeting online.
 

Il cestino 

Il cestino, è un altro complemento necessario in ogni ufficio e in ciascuna postazione per lo smart working.
Scegline uno che si intoni al mood del tuo spazio e della tua casa e che abbia la giusta dimensione per non darti fastidio.

Posizionalo infine in modo agevole accanto allo scrittoio e vedrai che questo semplice strumento può fare la differenza in termini di praticità.
 

Postazione smart working: quali colori scegliere


Per organizzare un angolo di lavoro adeguato dovrai anche eventualmente sfruttare la cromoterapia e cioè scegliere ed abbinare i colori facendo in modo  che aumentino la concentrazione e la creatività.

Non è ovviamente necessario rifare per forza il look al tuo angolo per smart working, soprattutto se si tratta di una sistemazione provvisoria, ma potrai sfruttare i complementi d'arredo e gli accessori da ufficio.
Scatole e archivi, portapenne, la stessa cancelleria, quaderni e pattern da parete, qualsiasi elemento anche di piccole dimensioni può aiutarti a rendere meglio anche da casa.

In generale tutte le tonalità del giallo, dell'arancione, del rosa e del marrone riescono a rendere più raccolto e accogliente l'angolo di lavoro.
Inoltre stimolano il buon umore e il benessere regalando atmosfere energetiche e ideali per lavorare tra le quattro mura di casa senza stress.
 

Smart working: consigli pratici da seguire 


Indubbiamente un luogo ad hoc e ben organizzato ti aiuterà a svolgere lo smart working al meglio e in modo molto efficiente.
Se poi vorrai avere una postazione smart working ben studiata e che risponda in modo eccellente alle tue esigenze sarà imprescindibile l'intervento di un buon architetto di interni.

Ma ci sono anche, al di là dell'arredo, piccole regole che ti aiuteranno nell'organizzazione pratica del lavoro, per esempio:
 
  • stabilisci degli orari fissi nel quale lavorare, eviterai distrazioni o la contrario un surplus di lavoro;
  • fai pause stabilite per sgranchirti le gambe e magari per bere un po' d'acqua o fare uno snack leggero;
  • stabilisci gli orari nei quali ricevere chiamate o guardare il cellulare;
  • fai un tabellino di lavoro dettagliato che non dimenticarti di dedicare il giusto tempo allo svago, all'attività fisica, ai famigliari;
  • prediligi il lavoro diurno e meglio ancora mattutino, sfrutta gli orari che solitamente adottati sul posto di lavoro.
 

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
14 nov 2021 Come arredare casa: idee, regole e utili consigli

Tante idee e consigli per arredare casa nel migliore dei modi...

Leggi articolo
Disclaimer: alcune foto presenti nel blog sono tratte da Pinterest. I copyright rimangono sempre di proprietà di chi crea l'opera. Se c'è una foto che ti riguarda e che vorresti fosse rimossa, puoi scrivermi un messaggio utilizzando il form nei contatti.
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami