Come arredare casa: idee, regole e utili consigli

14/11/2021 - Anche tu hai iniziato ad arredare casa e cerchi idee ad hoc? Arredare casa oggi significa, per i più, affidarsi al fai da te, senza cioè interpellare un vero professionista. Ecco di seguito tutti i consigli per evitare i 4 più gravi errori e per cercare di fare acquisti online, o presso negozi fisici, più oculati possibili.



Fare un progetto di arredamento casa con il fai da te, è possibile? Sì, potresti metterti a scarabocchiare su un foglio, oppure stampare la pianta del tuo appartamento e inserirvi sagome di mobili e complementi scelti.

È una soluzione, ma certamente nulla può sostituire la progettazione personalizzata e autorevole di un architetto o interior designer professionista. Gli ambienti realizzati da questi hanno sempre una marcia in più, un quid particolare che si avrete a colpo d'occhio e ti permettono di godere di angoli fortemente personalizzati, vivibili al 100% e soprattutto funzionali e fruibili, come tu li hai sempre sognati

Eventualmente volessi risparmiare un po' potesti affidare al progettista solo alcuni aspetti della progettazione come l'evidenziazione delle aree funzionali, la parte relativa all'illuminotecnica, alla scelta delle palette cromatiche, ecc.

Arredare casa  può essere divertente e permette di sognare ad occhi aperti in merito al futuro roseo che ci si sta costruendo acquistando divani, librerie, pareti attrezzate ed elementi decorativi ma, come accade spesso, ciò che si immaginato è diverso dalla realtà.

Se gli acquisti si rivelassero sbagliati si andrebbe incontro ad un'amara delusione e si dovrebbero spendere altri soldi per correggere il tiro o rassegnarsi a convivere con arredi magari belli, ma poco funzionali.
Questo accade quando la mancanza di esperienza induce a vedere ogni elemento nella sua unicità senza pensarlo immerso nel contesto della propria abitazione.

Se non vuoi correre questo rischio potresti farti aiutare da un consulente. Un architetto di interni si rivelerebbe il tuo prezioso alleato nel rinnovamento della casa.



Come arredare bene casa: 4 errori da non fare


Oggi, in Italia soprattutto, vige l'imperativo del fai da te anche nell'arredare casa. Cioè ci si affanna a comprare mobili online, ma anche presso punti vendita fisici soprattutto di grandi catene low-cost, seguendo i consigli dell'amica, del blogger, del collega amante del design dozzinale.

Purtroppo tutto questo non aiuta ad arredare casa in modo soddisfacente, pratico e bello, ma si corre il rischio solo di costipare gli spazi senza una logica precisa e, spesso, acquistando solo d'impulso seguendo i trend passeggeri del momento.
La soluzione è sempre quella di affidarsi ad un professionista del settore, magari anche solo per una piccola consulenza stilistica, ma se ciò proprio non è di tuo interesse allora segui questa mia guida.

Vediamo dunque quali sono gli errori più comuni e quelli da evitare per creare un ambiente, anche da solo, che sia da copertina e soprattutto come lo hai sempre sognato.

Avere fretta

Uno degli atteggiamenti più sbagliati quando ci si appresta ad arredare casa è volere tutto e subito. In realtà, come spiegano gli esperti del settore, l’arredamento è un processo lento e graduale soprattutto quando si decide di sfruttare il fai da te.

Ma quali sono gli errori dettati proprio dalla fretta e dall'impulsività? Eccoli:
  • l'acquisto di arredi e complementi che non sei certo possano andare bene per stile, metratura, utilità;
  • l'acquisto in contemporanea di oggettistica varia seguendo solo il tuo gusto senza pensare alla casa nel suo complesso;
  • l'acquisto di arredi, tessili e complementi monocromatici;
  • la scelta di accessori e mobili di stili diversi e magari non compatibili;
  • la tinteggiatura delle pareti di un colore solo perché '’hai visto sul giornale o in TV.

Il rischio? È quello di costipare le stanze, di arredare senza creare armonia di insieme, magari accostando cianfrusaglie acquistare, appunto a casaccio, che ti hanno solo colpito d'impatto perché viste sui social, in TV o in casa di amici. Il rimedio? Fermarsi.

Devi partire a ragionare, scegliere e visionare gli arredi più grandi, come divani, armadi, ecc. cercando di accostarli ai colori del pavimento creare una tangibile armonia anche con le nuance delle pareti.

I complementi d'arredo invece lasciali alla fine, ma non sceglierli certo a caso, procedi per step, non farti mettere ansia o fretta specie da chi ti promette uno sconto nel giro di sole 24 ore: di offerte ne troverai sempre a bizzeffe. La decisione migliore è sempre quella che ti rende felice, che non fanno insorgere in te dubbio, se, ma e via dicendo.

Un'altra insidia è quella di volere tutto pronto, in ordine prima di entrare effettivamente nella casa nuova o in quella ristrutturata.

Vorremmo avere mobili, complementi, quadri, vasi e decorazioni tutte a posto sulle mensole, ma questo è un errore specie se ci si affida al fai da te. In questo caso le scelte migliori si fanno vivendo direttamente e ogni giorno la casa, solo così ti renderai conto di cosa manca, di cosa va spostato, cambiato, modificato.

L'arredamento perfetto non si decide in un giorno, ci vuole tempo per fare scelte consapevoli e senza dubbio affidarsi ad un architetto è sempre la scelta vincente.

Potrà aiutarti qualora tu abbia acquistato tantissimi arredi senza appunto una logica progettuale. Potrà quindi creare un fil rouge, reinventare gli spazi sfruttando i tuoi acquisti pazzi e darti soluzioni che nemmeno avresti immaginato.

Pensare di fare a meno di uno stile

Gli architetti e gli interior designer è come se partissero dalla fine nel realizzare un progetto, cioè pensano prima lo stile di arredo, all'effetto finale che una stanza avrà e dovrà trasmettere.
È un gravissimo errore pensare di non stabilirne uno prima, o di credere di poter riciclare tutti gli accessori e arredi provenienti da un ambiente indoor precedente. Uno dei vantaggi che solo un architetto può garantirti è proprio una visione d'insieme che forse tu non riesci ad avere ora.

Per evitare errori e brutture puoi sì lasciarti ispirare dai progetti dei professionisti su riviste e siti web, ma si rischia di fare acquisti smodati e non oculati come detto prima. In questi casi è meglio copiare pari, pari le ambientazioni proposte sui dépliant di catene di arredamento conosciute, quindi recarsi presso il punto vendita e acquistare tutto ciò che ti piace e viene proposto in foto.

Ovviamente una stanza uguale in tutto e per tutto a queste non è facile replicarla perché cambiano le metrature, le architetture, anche le esposizioni, ma è comunque un suggerimento per scongiurare gravissimi errori d'arredo.

Scegliere i colori a caso

La scelta dei colori per arredare casa è fondamentale e uno degli errori più comuni è quello di propendere per tinte a caso, senza cioè fare riferimento ad una palette.

Rischi così di utilizzarne poche in una stanza o, al contrario, di sceglierne troppe e creare un patchwork disarmonico di materiali e tinte. Per esempio le nuance parietali vanno scelte in base a questi criteri:
  • all'effetto cosiddetto correttivo che può avere nella stanza, trovi un articolo sul tema sul blog;
  • alla necessità di riempire visivamente un angolo spoglio, vuoto o di maggiorare l'aspetto scenografico di una stanza o parete;
  • al desiderio di abbinare i colori dei rivestimenti all'arredo o di realizzare una parete di accento.
Per approfondire l'argomento puoi leggere altri articoli qui pubblicati, in costante aggiornamento, e che ti forniranno tutti i consigli pratici per abbinare al meglio i colori, per scegliere i giusti materiali e per, in generale, realizzare l'arredamento dei sogni.

Non progettare la luce

Nell'arredare casa la luce è fondamentale, tanto quanto i mobili più ingombranti, o la scelta dei colori e materiali.

Sì, purtroppo l'illuminazione è spesso trascurata ma in realtà è un mezzo indispensabile per creare scenografie suggestive e per garantirti praticità e vivibilità. Qui il fai da te non è consigliabile e nemmeno il copia-incolla da riviste altamente specializzate; in questo caso i professionisti usano anche trucchi scenici, e programmi dedicati per progettare l'illuminazione di casa.

Dovrai avvalerti senza dubbio del parere e della progettazione di un architetto esperto per non avere stanze con luce piatta, non adeguata e per non utilizzare apparecchi illuminanti inadatti.



Scegliere lo stile di arredamento casa


Come detto anche prima scegliere lo stile di arredamento è di grande importanza al fine di creare ambienti belli, ma anche armoniosi e vivibili. In particolare gli errori più comuni quando non si pensa ad un genere preciso sono:
  • arredare ogni stanza con uno stile diverso;
  • miscelare senza logica arredi e stili diametralmente opposti in modo disarmonico;
  • realizzare ambienti che non hanno nessuna identità.
Il segreto è scegliere lo stie giusto, e personalizzarlo sfruttando arredi, luci, colori, materiali, ma anche modulandolo in base alle esigenze, al tuo gusto, all'architettura dello spazio.

Arredare gli ambienti della casa


Scopri tutti i suggerimenti dei professionisti per arredare tutti gli ambienti di casa in poche mosse, utilizzando i mobili, i complementi e i trucchi ad hoc al di là dello stile prescelto.

Arredare l'ingresso di casa

L'ingresso di casa sarà un po' come il tuo biglietto da visita, cioè il tramite per inebriare l'ospite con l'atmosfera che poi si respirerà in tutto il resto della dimora.
Non solo, l'ingresso ha un ruolo jolly, è infatti un angolo che devi sfruttare al meglio e che può farti guadagnare spazio anche nelle altre stanze domestiche.

Nell'arredare l'ingresso di casa,  ad esempio, sfruttando un mobile dedicato potrai sistemare meglio cappotti e borse che stai usando in questo periodo, senza costipare la stanza da letto e anche dal punto di vista igienico è preferibile.

Ovviamente utilizza solo arredi proporzionali allo spazio a disposizione e se non hai ampia metratura non lasciare le pareti vuote. Ad esempio sfrutta una consolle mini, o solo dei pomelli appendiabiti singoli da parete, un faretto o applique, un porta-ombrelli, uno specchio da muro o una mensolina con svuota-tasche e porta-chiavi.



Arredare il soggiorno di casa

Il soggiorno è uno degli ambienti più conviviali della casa, potremmo anzi definirlo proprio il fulcro del focolare domestico.

Affinché la stanza, al di là del suo stile, metratura e disposizione, sia accogliente e funzionale dovrai inserirvi: un divano proporzionato, eventuali poltrone e/o pouf aggiuntivi, una parete attrezzata per la TV o un mobile dedicato; particolare attenzione dovrà essere dedicata allo studio dell'illuminazione che dovrà essere fonzionale e allo stesso tempo scenografica.

La zona pranzo sarà da arredare con appunto un tavolo di dimensioni adeguate, sedie con seduta comoda e una madia che garantisca un buon contenimento.

Per arredare il soggiorno potrai decidere di suddividere le aree funzionali idealmente, ovvero la zona salotto da quella del pranzo; per esempio potrai scegliere di usare un tappeto che delimiti in un certo senso la zona TV-divano o scegliere una libreria che diventi un divisorio tra questa e la zona pranzo.



Arredare la cucina

Altra zona centrale e importante, nonché distintiva della casa, è la cucina. Questa andrà scelta in base allo spazio a disposizione e in modo molto più accurato rispetto ad altri mobili perché tutto dovrà essere ben calibrato e a portata di mano, funzionale e fruibile al massimo.

In generale le cucine hanno moduli dalle misure pressoché standard, ma è anche possibile farsi guidare da un architetto per progettare la cucina e trovare la soluzione più idonea sfruttando ogni centimetro a disposizione nel modo migliore.

Importante sarà anche coniugare i giusti accessori come le sedie, i piccoli elettrodomestici da lasciare a vista, quelli grandi ad incasso o freestanding al fine di poter usare con grande soddisfazione ogni giorno la cucina stessa.



Arredare soggiorno e cucina open-space

Discorso diverso per la  cucina e il soggiorno in open space. Questo ambiente infatti nasce come unico e ogni area funzionale dialoga idealmente con le altre.
È però sempre necessario creare divisione per maggiorare la fruibilità, l'aspetto funzionale e l'igiene.

Per esempio la cucina è bene abbia una cappa e sia posta in concomitanza delle finestre per permettere l'aerazione ad ogni necessità. E come accennato prima potrai idealmente creare dei separé, sfruttando librerie adeguate, paratie e pareti divisorie amovibili e apribili, oppure solo utilizzando pavimentazioni differenti.



Arredare il bagno

Arredare gli ambienti di casa vuol dire anche ammobiliare il bagno, la stanza dove ci prendiamo cura di noi ogni giorno e dove cerchiamo armonia e relax.

Nel progettare il bagno sarà necessario non solo scegliere i sanitari giusti per grandezza, materiale, stile, ma anche curare i rivestimenti. Questi ultimi sono imprescindibili per garantirci comodità, facilità di pulizia, igiene e durata nel tempo, nonché per offrirti il mood che stai ricercando.

Per esempio se hai un bagno molto piccolo meglio usare rivestimenti di colore chiaro, meglio se con finish lucido, mentre in stanze grandi puoi sfruttare l'effetto pietra, il cotto, colori anche scuri. Importante sarà anche la scelta degli accessori, dei mobili e della rubinetteria.



Arredare la camera da letto

La camera da letto, singola o padronale, è il luogo dedicato al riposo, al relax individuale e necessita non solo di un arredamento adeguato ma di tanti comfort ideali.

Qui infatti deve vigere la privacy, quindi via libera a tende che schermano le finestre, a pannelli insonorizzanti se sei solito ascoltare la musica o guardare la Tv ad alto volume nelle ore notturne.

Nell'arredare la camera da letto anche i colori sono importantissimi ed è bene prediligere quelli che coadiuvano il buon sonno e rasserenano la mente, la psiche. I migliori sono le palette del verde, dell'azzurro, del blu, del viola e del rosa e particolarmente amati sono pure le tinte del grigio e del marrone.



Arredare la cameretta dei bambini

La cameretta dei bambini deve essere accogliente, comoda e sicura, quindi via libera e mobili completi e specifici.

Esistono tantissime composizioni standard, ma anche componibili, e realizzate da marchi Made in italy degni di nota, famosi nel segmento e che ti garantiscono stanze chiavi in mano durevoli e di tendenza per ogni età.

In generale però prediligi le tinte pastello, i materiali naturali e le vernici atossiche, all'acqua o comunque specifiche e, se ti va, cambia volto alla stanza mediante stickers classici o che si illuminano di notte, a lampade scenografiche e a parure letto simpatiche e dei beniamini dei più piccoli.



Arredare lo studio in casa

Oggi lo studio è un'area della casa assolutamente da non trascurare, basti pensare ai tanti dipendenti che oggi fanno smart working o a chi studia da casa.

Potrai ricavare un'area studio sia in una stanza a sé oppure, se hai poco spazio, in un angolo appartato quanto possibile ad esempio in soggiorno. L'importante è che questo angolo o ambiente sia il più distante possibile da finti di disturbo come l'ingresso, la camera gioco dei piccoli, il soggiorno.
E sarà indispensabile optare per una scrivania abbastanza grande, magari anche un modello a scomparsa se la metratura è limitata e non trascurare la seduta, meglio un modello ergonomico e completa con un pannello attrezzato porta-tutto.



Arredare la lavanderia

Lo spazio lavanderia, anche se spesso trascurato, è un ambiente della casa davvero utile.
 
Una lavanderia ben attrezzata deve sempre avere un lavatoio per poter lavare a mano i capi più delicati e una lavatrice.
Se lo spazio lo consente puoi prevedere anche un’asciugatrice e l’angolo per l’asse da stiro. Non devono mai mancare scaffali e armadi per contenere i prodotti per la pulizia e quant’altro necessario.

Immancabile uno stendibiancheria, un cesto per i panni sporchi e appenderia per gli indumenti puliti.

Nell'arredare la lavanderia, tutti gli elementi devono essere posizionati con un occhio attento alla praticità e funzionalità, valutando con attenzione gli spazi di manovra e lavoro in modo tale da rendere pratico ed agevole il loro utilizzo.


Arredare la palestra in casa

Arredare la casa significa anche prevedere angoli o stanze dedicate agli hobby ed al benessere e la home gym è una di queste.

Innanzitutto, per arredare la palestra in casa, orientati su quanto spazio hai a disposizione e scegli di conseguenza gli attrezzi più idonei e che magari sei già abituato ad utilizzare in palestra con l'istruttore.

E non trascurare la pavimentazione anti-scivolo, ci sono infatti quadrotti componibili ideali e che si puliscono in un lampo. Infine prevedi attaccapanni singoli, oppure scaffali e/o mensole che possano permetterti di tenere tutti gli attrezzi in perfetto ordine.



Arredare la gaming room in casa

Che dire della gaming room? Oggi la stanza per i videogiochi è gettonatissima e realizzarla è molto facile, servono: una postazione gioco cioè una poltrona ergonomica adeguata, una scrivania o tavolo abbastanza grande, una console o computer, pannelli insonorizzanti e luci a led.

Queste ultime creano la giusta atmosfera e aumentano il pathos di gioco, un po' come le casse, anche queste indispensabili per un'esperienza di gaming emozionante.

 

Arredare la terrazza

Arredare gli ambienti di casa significa pure concentrarsi sugli angoli outdoor come la terrazza. Questa è una grande risorsa e ti permetterà di godere di un po' di natura anche se abiti in centro città.

Nell'arredare la terrazza il consiglio è quello di sistemare piante e fiori, magari erbe aromatiche o orticole in vaso, all'interno della stessa lungo il perimetro. Mentre in centro o comunque in zone comode sistemerai sdraio, tavolini, sedie e un tavolo da pranzo adeguato; non dimenticarti di ombreggiare con tende ad hoc.

Il consiglio è comunque quello di non costipare l'ambiente outdoor, ma anzi di prediligere solo arredi che effettivamente utilizzerai e che magari potrai ricoverare facilmente durante l'inverno. Immancabili anche un piccolo barbecue, e ne esistono anche di portatili che fanno poco fumo e una canna dell'acqua da balcone.



Dove comprare i mobili


Dove comprare i mobili ideali per arredare casa? Come ben saprai ci sono catene specializzate, marchi di grande fama che possono garantirti anche ottimi affari. Per lo più si tratta di brand internazionali che si trovano sia online, su e-shop ufficiali, sia presso negozi fisici dislocati in tutta Italia.

Per te c'è un articolo sul tema e, spesso anche trattando i vari stili d'arredo, ho realizzato mention e indicazioni specifiche su quali marchi preferire. Detto ciò è bene sempre fare una sorta di scaletta d'acquisto, stabilire quali siano i mobili fondamentali, le loro caratteristiche con un occhio di riguardo alle misure a disposizione.

Di seguito troverai dritte concrete e qualche suggerimenti ad hoc.

Negozi fisici

Il vantaggio di fare acquisti presso i negozi fisici è quello di poter toccare con mano i mobili, le loro finiture, vedere anche il colpo d'occhio reale e farsi un'idea sull'ingombro effettivo. Non solo, qui potrai anche avvalerti di progettazioni su misura grazie al servizio dello staff in loco, soluzione proposta on line solo da alcuni grandi marchi.

Sì, presso gli showroom il servizio progettazione è quasi sempre compreso nel prezzo finale, ma il costo degli arredi potrebbe essere meno vantaggioso rispetto al web, per questo ti abbiamo consigliato di effettuare ricerche mirate.

E poi ci sono anche negozi fisici che realizzano arredi su misura, ottima soluzione se vuoi arredare ambienti ostici architettonicamente parlando come le mansarde, le taverne piccole e basse, ecc.
Per risparmiare potresti acquistare presso negozi fisici gli arredi più grandi come gli armadi, le camere o le stanze complete, il divano, e poi acquistare i complementi e i tessili on line approfittando di sconti inimitabili.

Negozi on line

I negozi on line oggi offrono promozioni, sconti, vantaggi d'acquisto che ti garantiscono di spendere anche pochissimo per i tuoi arredi di qualità.

Certo è che non puoi fare compere a caso, ma dovrai essere ancora più attento rispetto all'acquisto in negozi fisici. Acquistando sui siti di arredamento casa dovrai vagliare bene le schede tecniche, verificare le misure, le finiture, i materiali, la consegna al piano ed eventuale ritiro dell'usato. Questi ultimi dettagli sono spesso trascurati ma fanno sì che l'offerta sia o meno davvero vantaggiosa.

Affidati poi solo a e-shop sicuri, conosciuti, di firma e tieni anche conto dei tempi di consegna: molto spesso ci vogliono anche mesi per ricevere i tuoi mobili.

Quanto costa arredare casa?


Arredare casa ha un costo pressoché variabile e ciò dipende da tantissimi fattori, per esempio:

  1. dalla metratura dell'immobile;
  2. dallo stile scelto, ad esempio quello minimale spesso costa meno di quello classico;
  3. dal numero di stanze;
  4. dal numero di arredi e complementi di cui necessiti;
  5. da eventuali rivestimenti da rifare o restaurare;
  6. da eventuali opere murarie invasive da compiere;
  7. dal fatto che la dimora sia di proprietà o tu sia solo l'affittuario;
  8. dai brand scelti per gli arredi e i complementi da acquistare, ecc.
Per un arredo completo di casa, volendo fornirti un ordine di grandezza puoi considerare un costo di € 60.000 per un appartamento di 100 metri quadri.

Oltre al costo dei mobili, se decidi di rivolgerti ad un professionista (scelta consigliata), dovrai includere nel tuo budget anche il costo di un arredatore che dovrai considerare come il miglior investimento che tu possa fare se ti trovi ad arredare casa.

Arredare casa spendendo poco

Per prima cosa è bene sempre stabilire un budget, un tetto massimo di spesa per arredare casa e sappi che farlo con il fai da te e spendendo cifre contenute è oggi possibile.
Ti basterà seguire alcuni consigli che ti torneranno utili anche quando avrai voglia di cambiare anche solo un singolo arredo.

Per esempio:
  1. effettua ricerche accurate, utilizzando anche il web e gli e-shop più autorevoli e sicuri;
  2. acquista usufruendo di sconti dedicati, di saldi e promozioni;
  3. eventualmente ti piaccia un pezzo di design iconico puoi acquistare una sua imitazione low cost, purché ben fatta e realizzata da brand di qualità;
  4. prediligere solo gli arredi necessari, per quel complementi che tanto ti piace c'è sempre tempo e qualche occasione dietro l'angolo che a tempo debito ti farà risparmiare.



Come arredare una casa piccola: i consigli dell'architetto


Oggigiorno la tendenza è quella di abitare ambienti medio-piccoli, perfetti per single, giovani coppie o per chi non vive troppe ore al giorno la casa.

Parliamo di spazi di circa 40-60 mq che però devono essere ammobiliati al meglio, seguendo alcuni consigli tecnici, per poterli rendere davvero accoglienti, funzionali e, perché no, di design.

I principali topic da seguire sono:
  • suddividere alla perfezione gli spazi e le aree funzionali non necessariamente alzando muri, ma magari sfruttando separé o altri trucchi come i mobili a scomparsa;
  • creare angoli salva-spazio come nicchie in cartongesso, oppure semplicemente scegliendo mobili e complementi appunto salva-spazio;
  • utilizzare i colori giusti, cioè quelli chiari che daranno maggiore luminosità e che faranno sembrare gli ambienti più ampi e ariosi.

Arredare la casa piccola con stile: tutti i consigli dell'architetto

Ecco una lista di accessori e mobili must have che renderanno la tua casa piccola pratica, fruibile ma anche colma di stile e personalità.

Certo, non devi per forza acquistarli tutti, bastano solo quelli essenziali combinati a finiture e colori ad hoc per dare vita alla tua casa dei sogni.

Non farti scappare:
  • un letto contenitore, meglio se con cassetti;
  • pouf e panche con contenitore ideali nelle diverse stanze;
  • pensili a tutta altezza per sfruttare le pareti;
  • sanitari e arredi mini, perfetti per far sembrare anche più ampie le stanze;
  • contenitori e arredi con ante richiudibili che danno un maggior senso di rodine e profondità;
  • divisori come separé o ante amovibili che danno un senso di ariosità e non di chiusura;
  • gli specchi che permettono di creare l'illusione di uno spazio maggiore;
  • tanti punti luce e alle finestre non oscurate, la luce fa sembrare sempre gli spazi più grandi.

Come arredare una casa molto grande


Arredare una casa grande non è sempre semplice, anzi di sovente è molto più complicato rispetto ad ammobiliare piccole abitazioni.

Questo perché sarà necessario non lasciare angoli vuoti, calibrare bene le proporzioni, gli stili e ottimizzare le aree funzionali in maniera scrupolosa.

Ecco cosa è necessario per arredare al meglio la tua casa grande
  • individuare uno stile dominante che diventerà il fil rouge di tutto l'arredo domestico;
  • utilizzare un pavimento a correre, uguale in tutte le stanze di casa per evitare un impatto frammentato e dispersivo, poco piacevole esteticamente;
  • scegliere colori armoniosi tra loro e utilizzandone non più di 2 o 3 totali;
  • cercare di illuminare al meglio sia con la luce naturale che con quella artificiale, specie se utilizzerai arredi scuri o finiture cupe;
  • utilizza decorazioni e complementi a parete soprattutto utili, come le librerie, le mensole, i quadri, gli specchi per evitare che si creino angoli vuoti, dimenticati;
  • finiture o tessili vivaci e fantasia capaci di arricchire l'atmosfera e riempire angoli e aree funzionali con stile e dinamicità;
  • richiedere un progetto globale e dettagliato ad un professionista che saprà tenere conto di tutte le variabili del caso.


 

Gli arredi must have nella casa grande suggeriti dall'architetto

Per arredare una casa grande dovrai utilizzare mobili e accessori proporzionati, cioè che possano ammobiliare con cognizione e armonia gli ampi spazi a disposizione.

Ad esempio non cadere nel grave errore di inserire piccoli sofà da 2 posti, piccoli quadri su pareti molto ampie, angoli cottura ridotti o sanitari mini.

Potrai al contrario optare per:
  • librerie a tutta parete, o comunque di ampio respiro;
  • divani angolari o con isole e penisole, comunque ampi;
  • pareti attrezzate per TV proporzionate all'ampiezza del muro, cioè che evitino angoli vuoti, dimenticati;
  • decorazioni parietali come quadri, stampe, specchi di grandi dimensioni, o più elementi di media ampiezza sistemati ordinatamente li uni vicini agli altri a formare a loro volta decorazioni uniche e in serie;
  • letti matrimoniali con contenitore, o classici anche a baldacchino e con materassi voluminosi, oppure rotondi da posizionare in centro alla stanza;
  • armadi a tutta parete chiusi o in versione cabina armadio freestanding a giorno purché tutto sia ben organizzato e sempre in ordine;
  • cucine con isola o penisola composto da moduli che possano riempire tutto lo spazio a disposizione e che abbiano la stessa colorazione piena, monocromatica;
  • accessori stravaganti o più tradizionali che possano riempire gli spazi con stile e possano permetterti di svolgere le tue attività preferite come pianoforte, sala fitness con attrezzi ad hoc, sauna e/o bagno turco, taverna e angolo bar-sala-giochi.
 Anche in questo caso facendoti aiutare dal tuo architetto di fiducia potrai trasformare ogni sogno in realtà e arredare una casa grande con stile evitando ogni sorta di errore stilistico o pratico.
 

Arredamento interni casa: 6 diverse tipologie da interpretare


Scopri qui come arredare casa in base all'ubicazione e alla tipologia; le scelte stilistiche consigliate dall'architetto che ti permetteranno di godere di spazi indoor accoglienti, belli e di tendenza.

Arredare la casa al mare

Come arredare la casa al mare? Certamente si tratta di un'abitazione che usi solo durante le vacanze, in questo caso prediligi uno stile essenziale, sobrio ma che abbia connotazioni tipiche marine.

Via libera quindi ad arredi in legno, anche grezzo o effetto decapato, a tessuti di lino o cotone nei toni neutri o nelle nuance dell'azzurro. E immancabili sono i suppellettili quali corde da barca, reti, conchiglie e ferma-carte a stella marina, quadri, stampe o foto che richiamano il mare e i paesaggi autoctoni.

Se invece la tua casa al mare è abitata tutti i giorni allora scegli uno stile marittimo ma più sobrio, meno ricco di oggettistica tematica.
Ogni ambiente dovrà essere trattato come quello delle abitazioni urbane, quindi cerca di inserire tutto ciò che ti serve assecondando le tue esigenze pratiche e solo con qualche accenno al mare o alle tradizioni del luogo.

Se vuoi approfondire l'argomento di consiglio il mio post su come arredare una casa al mare.



Arredare una casa in montagna

La casa in montagna potrai arredarla seguendo i topic della zona, cioè optando per materiali del posto e per oggettistica altrettanto autoctona.

Un po' come per la casa al mare, anche in questo caso non potrai non renderla perfettamente integrata al contesto, alla tradizionalità. Quindi sicuramente prediligi rivestimenti in legno, lascia le travia vista, le pareti con inserti in pietra del luogo o mattoni e inserisci anche oggetti folkloristici o tipici se ti piacciono.

Arredare la casa in montagna ti permette pure di attingere allo stile nordico, o scandinavo e di usare i suoi colori topic, cioè neutri o pastello, pattern geometrici giocati sui toni chiari e luminosi e prediligere un'essenzialità d'insieme davvero rasserenante.

Questi dettami sono ideali soprattutto se la casa in montagna la vivi tutti i giorni, altrimenti potrai osare con maggiore spirito folkloristico e tradizionale senza timore.



Arredare una casa in campagna

Come arredare una casa in campagna? Senza dubbio utilizzando lo stile country, quello rustico, oppure adottando quello Shabby chic a secondina del tuo gusto.

Potrai anche solo prediligere piccoli accenni tipici di questi genere, ad esempio se ti piace quello moderno nessuno ti vieta di utilizzarlo. Potrai fare così: lascia i rivestimenti tipici della casa di campagna come i pavimenti in cotto, d'epoca originali o realizzati con gres porcellanato che ne imita l'allure, travi a vista, pareti in mattoni o pietra. E poi inserisci un'arredo prettamente contemporaneo, anche molto minimale, questo connubio è ideale ma va calibrato molto bene, meglio quindi farsi guidare da un progettista o interior designer esperto.

Se vuoi approfondire l'argomento di consiglio il mio post su come arredare una casa in campagna.



Arredare casa in centro storico

Tra le tipologie di casa degne di nota c'è anche quella ubicata in centro storico e, in questo caso, potresti trovarti davanti a stili differenti, da quello Liberty, a quello di fine '800 o molto frequentemente a stili appartenenti ad epoche più antiche.
Se l'esterno dovrà sempre essere conservato e per eventuali ristrutturazioni dovrai avvalerti al benestare della sovrintendenza alle Belle Arti, per l'interno invece avrai più libertà.

Se ti trovi ad arredare casa in centro storico, ti consigliamo di mixare il mood retro a quello più contemporaneo, magari mantenendo la struttura originaria della casa ed inserendo al suo interni arredi decisamente contemporanei, sfruttando tessuti e accessori tecnologici da accostare a carte da parati.

Non dimenticarti di inserire complementi di iconici che hanno fatto la storia del design internazionale come lampade, pouf, sedie, ecc.

Nei centri storici delle nostre città potrai frequentemente trovare anche case degli anni '50. In questo caso l'arredamento degli interni può essere realizzata in tanti modi differenti, per esempio con un mood più vivace prediligendo mobili ed elettrodomestici o oggetti in nuance vivide, o pastello. Il verde, il giallo, l'azzurro, il corallo sono ideali e tra i più gettonati e consigliati, perfetti da accostare ad esempio ai classici pavimenti con piastrelle quadrate black&white.

Al contrario potrai arredare casa in stile anni '50 sfruttando arredi e rivestimenti più ricercati e raffinati, eleganti come i pouf e i divani in velluto verde bosco, le librerie con struttura in acciaio e mensole in legno dal colore medio, lampade con paralumi a frange.
Qui i colori sono più polverosi, caldi come l'ocra, il bordeaux e si possono mixare al verde salvia, alle tinte confetto.




Vedi i miei lavori di arredamento >>

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
05 lug 2019 Arredare casa anni '50

Gli anni '50 hanno caratterizzato una vera e propria svolta. L'arredamento e il design di interni sono stati tra gli elementi più impattati da questo cambiamento…

Leggi articolo
14 ott 2019 Arredare casa in centro storico

Arredare casa in centro storico con uno stile sobrio ed elegante nel rispetto dell’esistente…

Leggi articolo
01 apr 2019 Arredare una casa in campagna

Piccolo suggerimenti e utili consigli per l’arredamento della tua casa in campagna per trascorrere momenti felice…

Leggi articolo
28 nov 2021 Come arredare la casa in montagna

L’interior design della casa in montagna, giusto mix tra materiali della tradizione ed elementi moderni…

Leggi articolo
05 gen 2021 Arredamento chiavi in mano: cos'è, tutti i vantaggi, a chi rivolgersi

Scopri tutto quello che devi conoscere di un arredamento chiavi in mano…

Leggi articolo
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami