Ristrutturare casa degli anni '70

07/04/2019 - Ristrutturare una casa degli anni ’70 apre un mondo di possibilità, infatti oggi puoi scegliere tra infinite soluzioni in base alle esigenze personali, agli spazi e ai tuoi gusti.

Caratteristiche case degli anni ‘70

La ristrutturazione di una casa richiede tempo e denaro; è sempre meglio rivolgersi a professionisti che possono aiutarti a fare le scelte migliori.
Se hai una casa anni ‘70 da ristrutturare e desideri trasformarla in un’abitazione moderna hai davanti molte possibilità, ma sappi che dovrai affrontare anche diverse problematiche. Le case costruite in quegli anni infatti oltre ad essere datate, mancano proprio di alcuni importanti elementi.

Se la ristrutturazione non è mai stata fatta, potresti incorrere in problemi di:

  • umidità;
  • mancanza di isolamento;
  • aspetto fatiscente;
  • impianti obsoleti;
  • scarsa capacità antisismica.

L'isolamento termoacustico purtroppo in quegli anni non veniva curato come si farebbe oggi, così come le normative antisismiche che risultano differenti rispetto a quelle odierne, per cui quasi sicuramente una casa degli anni ‘70 presenterà questi problematiche.

La muffa e l'umidità sono un guaio per chi vive in una casa vecchia e sarebbe meglio porre subito rimedio.
Per una corretta ristrutturazione di una casa anni ‘70, è essenziale fare un progetto per capire quali interventi vanno effettuati e con quale priorità, calcolare i costi e i tempi dei lavori, infine scegliere uno stile adatto alla tua personalità in cui trasformare la casa.

Lavori e modifiche casa anni ‘70

La ristrutturazione di una casa anni 70 prevede il lavoro di uno studio di architettura specializzato, in quanto non si tratta di manutenzione ordinaria ma di totale ristrutturazione.

Principalmente si possono distinguere degli interventi generici ma fondamentali:
  • coibentazione, installazione di cappotto termico (per l'isolamento termico);
  • ripittura o rifacimento del tetto (per l'umidità);
  • consolidamento delle murature, rinforzo dei pilastri (per l'aspetto antisismico);
  • rifacimento degli impianti;
  • rimodernare pavimenti e rivestimenti.

Dopo aver creato un progetto di lavoro e aver definito i punti principali sui quali apportare le prime modifiche, potrai concentrarti sull'aspetto estetico della casa.


Esempio di casa anni '70 ristrutturata a Padova su progetto realizzato dal mio Studio di Architettura.

Stile da adottare nella ristrutturazione

Se hai una casa da ristrutturare anni ‘70 non è detto che tu debba cambiarla totalmente, ma puoi scegliere di cambiare solo i pavimenti o i rivestimenti e l'arredamento.
Gli stili suggeriti e più in voga sul mercato vanno dal classico (elegante e lussuoso che richiama uno stile barocco con materiali preziosi) al minimale (lo stile più moderno con ampi spazi ed arredo ridotto al minimo appunto, con linee asciutte e segmenti a scomparsa).

Dallo stile vintage, nel quale puoi adattare e rivisitare molto di ciò che possiedi già in casa aggiungendo un pizzico di novità allo stile shabby chic, che associa degli elementi tradizionali a pezzi molto moderni, donando un tocco artistico alla casa. Se hai intenzione di ristrutturare casa anni ‘70 e scegliere uno stile country, prevarrà invece l'uso di mobili in legno e colori caldi da campagna.



Esempio di casa anni '70 ristrutturata a Padova su progetto realizzato dal mio Studio di Architettura.


Costi di ristrutturazione e agevolazioni fiscali

Per quanto riguarda i costi di una ristrutturazione, ebbene variano da città a città, dal tipo di intervento, dai metri quadri e dalle condizioni in cui è stata tenuta la casa. Un valido modo per risparmiare sulla ristrutturazione della casa è richiedere le agevolazioni fiscali, infatti è possibile detrarre dall'IRPEF dal 50% all'65% in base ai lavori che devono essere effettuati.

Decidere di ristrutturare una casa anni ‘70 può avere dei grossi vantaggi, proprio perché sarai tu a scegliere, affidandoti sempre ad una architetto esperto, di modificare tutti gli ambienti esistenti.
Creare nuovi spazi, illuminare zone d'ombre, rendere insomma la casa nuova e adatta alle tue esigenze. Oggi è molto semplice trasformare un vecchio edificio in un luogo in cui iniziare una nuova vita.

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
15 apr 2020 Idee per ristrutturare casa

Trova tante utili idee per la ristrutturazione della tua casa…

Leggi articolo
11 mag 2019 Ristrutturazione casa prima e dopo

Scopri come è possibile trasformare una casa vedendo il prima e il dopo l’intervento di ristrutturazione…

Leggi articolo
06 giu 2017 Ristrutturazione di un appartamento anni '70

Ti racconto il restyling di un appartamento degli anni '70 a Jesolo eseguito dal mio Studio che ne ha curato la progettazione degli interni...

Leggi articolo
04 ago 2020 Case ristrutturate da architetti: vantaggi, consigli e progetti

Tutti i segreti delle case ristrutturate da architetti in maniera esemplare…

Leggi articolo
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami