Architetto: chi è, cosa fa e quanto guadagna

12/01/2022 - In molti si domandano: cosa fa un architetto? La figura professionale dell'architetto è molto complessa e comprende molte sfaccettature. Le competenze dell'architetto sono numerose, spaziano dagli aspetti tecnici- strutturali, a quelli burocratici, e infine artistici.
 
Se ti trovi nella situazione di dover costruire da zero la tua abitazione o la tua casa necessita di una profonda ristrutturazione avrai sicuramente bisogno di un architetto di fiducia.
 
Compito dell'architetto è quello di seguire con cura ogni fase del progetto, dall'idea su carta fino alla sua completa realizzazione.
Il primo passo è quello di scegliere un professionista del settore, serio competente e scrupoloso.



Significato di architetto

 
L'architetto è una figura professionale esperta in progettazione urbanistica, in edilizia e in architettonica.
Non solo, l'arch., questa è l'abbreviazione di architetto, è anche esperto in restauro di edifici e monumenti, nella progettazione del paesaggio, nell'allestimento, dell'estimo immobiliare e del disegno a seconda anche della sua specializzazione accademica e pratica.

Grazie all'estro, alla versatilità, alla base teorica molto vasta e alla naturale inclinazione creativa di questa figura professionale, l'architetto è spesso un abile designer, un arredatore di interni, un visual merchandiser e può lavorare anche in ambito di ergonomia e come grafico informatico.

Ma qual è l'etimologia del termine architetto?
Questa parola deriva dal greco arkhitekton (ἀρχιτέκτων ) e si compone a sua volta da due distinte parole: arkhi, cioè capo, superiorità, autorità, e da tékton, termine che identifica l'azione, l'operatività, la figura del tecnico, dell'ingegnere.

Pensa che il termine architettura è nato dopo la definizione di architetto e, appunto, deriva dalla figura professionale nata nell'Antica Grecia.

Il titolo di architetto è tutelato dalla legge sia in Italia che in molti altri paesi dell'Unione Europea.
Chi si decanta tale, utilizzando questo appellativo/titolo, e di fatto non è laureato in architettura, non gode di alcuna abilitazione alla professione e non è iscritto all'ordine professionale, sta commettendo un illecito ed è perseguibile dalla legge.



Cosa fa un architetto


Si sente molto spesso parlare dell’architetto come di un tuttologo in grado di operare in tutti gli ambiti; questa affermazione è in parte vera bisogna però considerare che ogni architetto ha, o meglio dovrebbe avere, una specializzazione ben precisa che lo caratterizza.

Prima di chiedersi cosa fa un architetto vediamo dunque quali sono i possibili ambiti d’intervento sui quali opera:
  • architetto d’interni spazi residenziali;
  • architetto d’interni di retail e spazi commerciali;
  • architetto specializzato in restauro e ristrutturazioni;
  • architetto che si occupa di architettura vera e propria e nuove costruzioni;
  • architetto di giardini;
  • architetto museale.
L’elenco sopra riportato ti fa comprendere che dovrai scegliere l’architetto più adatto al compito che dovrà svolgere.
 
Se devi arredare casa dovrai rivolgerti ad un architetto d’interni per essere sicuro abbia le competenze necessarie ad occuparsi dei tuoi ambienti.
 

Architetto o architetta? 

Architetto o architetta, una donna può essere definita architetta, è corretto?
Certamente più volte ti sei posto questi quesiti e la risposta è affermativa. Sì, la donna che riveste questo ruolo professionale può tranquillamente essere chiamata architetta.

Ciò avviene perché è semplicemente la declinazione femminile del termine architetto e la trovi sul dizionario della lingua italiana.

Certo, è un appellativo ancora poco utilizzato e, per molti, è addirittura difficile da digerire. La stessa Accademia della Crusca ha ribadito l'autenticità del termine architetta e lo stesso è accettabile secondo le linee del Miur, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

 

Architetto interni 

Un architetto di interni è specializzato nella realizzazione di ambienti indoor, questi potranno essere abitativi, commerciali, specifici di alberghi, ecc.
Questa specializzazione rende il professionista in grado di progettare sia da un punto di vista edilizio-architettonico sia stilistico-decorativo.
Potrai, ad esempio, commissionare all'architetto di interni il tuo appartamento da arredare: sceglierà i mobili giusti, i colori, le verniciature per le pareti, i rivestimenti a pavimento, l'illuminazione, la disposizione di tutti i complementi al fine di realizzare un ambiente adeguato, bello, fruibile, comodo, accogliente e come tu lo hai sempre sognato.

 

Architetto per esterni 

Di cosa si occupa invece specificatamente l'architetto per esterni?

Questa figura professionale progetta per lo più gli esterni di caseggiati, condomini ad esempio, ma anche hotel, negozi e alla base delle sue competenze ci sono materie quali la paesaggistica e l'urbanistica.

Un architetto per esterni infatti deve tenere ben presente anche vincoli, tipologie di terreno, assetto urbano e relativo all'area circostante a quella atta alla costruzione edilizia.

 

Architetto specializzato in restauro 

Un architetto specializzato in restauro si occupa prevalentemente di recuperare ed effettuare restyling conservativo di edifici, o monumenti storici.
Questi possono avere un valore culturale, artistico ed economico molto vario, ma non per forza il professionista opera solo su architetture di grande interesse.
Tutto dipende dalla committenza: per esempio potrà trovarsi davanti al recupero di un'abitazione retro ma non di grande interesse storico, ma che il proprietario vuole riportare al vecchio splendore.

 

Architetto per costruire casa 

Tra i tanti architetti ai quali, oggi, ti puoi rivolgere, troverai anche quelli specializzati nell'edificazione di abitazioni.
Questo professionista ha tutte le competenze, e anche l'esperienza, per progettare e dare vita alla tua casa dei sogni da costruire ex novo.

Non solo, grazie all'intervento dell'architetto esperto in abitazioni potrai avere una dimora ben integrata al contesto sia dal punto di vista ecologico che paesaggistico, storico ed artistico se si tratta di centri storici o limitrofi a questi.
 

Architetto per direzione dei lavori 

L'architetto per la direzione dei lavori sarà il professionista adatto a seguire il tuo cantiere.

Per esempio potresti ingaggiarlo per coordinare e controllare la ristrutturazione del tuo appartamento, oppure per la supervisione della tua casa ex nova in campagna, e così via.

Questo genere di architetto potrebbe pure offrirti un pacchetto chiavi in mano, cioè una progettazione dell'abitazione che comprende pure la direzione lavori , perché no, pure il disbrigo delle pratiche burocratiche edilizie necessarie.

Allo stesso ti puoi rivolgere per godere dei bonus fiscali oggi in vigore.



Architetto on line

Molto spesso chi deve progettare gli interni o arredare la casa si chiede: è possibile rivolgersi all’architetto on line?

La risposta è SI: molti studi di architettura, infatti, per rispondere alle richieste provenienti da tutta Italia hanno deciso di offrire un servizio di progettazione on line.

In questo modo si potrà interagire con l’architetto  direttamente via mail, risparmiando tempo e con un rapporto decisamente informale; si ha inoltre il vantaggio di poter scegliere un progettista distante dalla tua casa che hai scelto perché colpito dalle sue realizzazioni.

 

Che tipo di lavoro svolge l’architetto

 
L'architetto lavora a trecentosessanta gradi sulla realizzazione di un'opera.
In primo luogo si occupa delle questioni legali-burocratiche legate alla realizzazione dell'immobile, ovvero se e come il progetto sia fattibile e come ottenere le autorizzazioni necessarie per portalo a compimento.
 
Una volta esauriti gli aspetti autorizzativi, il compito dell'architetto è quello di supportare ed aiutare il cliente a realizzare, per quanto possibile, la sua idea.
Un buon professionista è in grado di darti consigli e soluzioni alternative che si avvicinino il più possibile alla tua idea di progetto. Questo infatti, significa avere un buon feeling con il tuo architetto.
 
Nella costruzione o ristrutturazione di un abitazione sono molti gli aspetti da tenere in considerazione: la struttura, gli impianti, la disposizione degli ambienti, la scelta dei materiali, dei serramenti, fino ad arrivare alle finiture.
 
L'architetto durante il suo lavoro dovrà quindi tenere sempre presenti tutti questi elementi ed elaborerà un progetto che li integri tutti nel modo più giusto e funzionale possibile, seguendo lo stile e il gusto del cliente.
 
Una volta approvato il progetto, inizierà la realizzazione vera e propria. Anche in questa fase l'architetto segue personalmente e scrupolosamente i lavori assicurandosi che tutto vada a buon fine.
 
Un altro aspetto importante, presente sia in una costruzione che in una ristrutturazione è quello economico.
Un professionista onesto saprà consigliarti anche su questo aspetto, segnalandoti dove è possibile risparmiare e dove no, tenendo sempre al primo posto la sicurezza degli impianti e dell'edificio.

L'architetto, nel realizzare la tua casa, si occuperà di:
 
1. Rilievi
2. Progettazione
3. Computi metrici e preventivi
4. Direzione di lavori
5. Collaudi e agibilità
 
L’architetto potrà eseguire direttamente o gestire e coordinare altri professionisti in grado di occuparsi di:
 
1. Calcoli statici
2. Catasto
3. Progettazione impianti
4. Scurezza in cantiere
5. Indagini geologiche
 
Una volta compreso cosa fa un architetto e individuata la specializzazione più adatta alle tue esigenze il passo successivo è quello di scegliere un professionista del settore, serio competente e scrupoloso.
  

Come diventare architetto

 
Per diventare architetto è bene, per prima cosa, effettuare studi accademici adeguati.

In particolare dovrai conseguire una laurea in Architettura, facoltà che si trova in molti atenei universitari italiani e all'estero.

Il polo più famoso è certamente quello del Politecnico di Milano, sede ambita e famosa proprio per aver formato architetti di fama internazionale e di alto livello.
Certamente è anche consigliabile, ma non obbligatorio, studiare anche in licei o istituti tecnici che possano formare fin dalla tenera età adeguatamente (per esempio si rivelano utili il Liceo Scientifico e l'Artistico).

Per entrare all'Università e poter frequentare un corso di laurea in Architettura è necessario passare un test di ammissione che comprende domande e test di matematica, fisica, logica, disegno, storia dell'arte, cultura generale, delle volte anche inglese, informatica, geometria.

La facoltà di Architettura oggi ha diverse specifiche e diramazioni, per esempio esiste il percorso di studi in Architettura Ambientale, Edile e così via, tanto per fare un paio di esempi.

In generale i percorsi formativi comuni della Laurea in Architettura sono architettura, conservazione dei beni architettonici, restauro e urbanistica.
La Laurea Magistrale che si consegue dura 5 anni, cioè 3 + 2, e in seguito si può accedere all'esame di Stato per l'abilitazione alla professione di architetto.

Gli anni di studio servono al futuro architetto per acquisire non solo le nozioni tecniche, teoriche e pratiche, ma anche per fornire un approccio il più consapevole possibile alla professione.

Le Università nazionali di Architettura formano figure professionali capaci di gestire la complessità delle conoscenze pluri-disciplinari acquisite e utilizzabili nel lavoro.
Non solo, il bravo e moderno architetto saprà vivere certamente nel presente e conosce tutte le esigenze del vivere moderno, ma al contempo riuscirà a guardare al futuro in modo pratico e costruttivo rapportandosi con l'eredità storico artistica ed edilizia del passato. Questa eredità riguarda pure il patrimonio monumentale e artistico, paesaggistico e ambientale.

 

Esame di Stato architetto 

L'architetto è un professionista a tutti gli effetti, al pari di un medico, di un avvocato, di un giudice, di un ingegnere, di un farmacista, ecc.

In quanto tale è richiesto per legge il completamento di un percorso di studio e formativo specifico, nonché una precisa abilitazione professionale.
Questa si chiama Esame di Stato, o di abilitazione e vi si può accedere post laurea, meglio se dopo un tirocinio o della pratica sul campo.

Nota bene, l'architetto può iscriversi all'Ordine solo a seguito del conseguimento/superamento dell'Esame di Stato.
Entrerà di diritto, nello specifico, nell'Ordine dei Senior le cui sezioni sono: Architettura, Paesaggio, Pianificazione e Conservazione.

Questo elenco di professionisti è consultabile comodamente online, troverai quelli della tua provincia e qui potrai carpire informazioni utili sul professionista che hai interpellato e verificare nero su bianco quando si è laureato e da quanto tempo è iscritto all'Ordine degli Architetti.

Abbiamo parlato di Albo Senior, ma sappi che c'è pure un Albo Junior e il neo-laureato potrà iscriversi a quello relativo al suo percorso di studi.
Spieghiamoci meglio: con il conseguimento della laurea magistrale di 5 anni potrà iscriversi, dopo il superamento dell'Esame di Abilitazione, all'Ordine Senior.
Se invece la sua Laurea in Architettura è di 3 anni, sì perché si può diventare architetto anche con questo percorso legalmente riconosciuto e a tutti gli effetti professionale e serio, all'Ordine Junior.

Come detto anche sopra è imprescindibile comunque lavorare per un tot presso uno studio professionale, affiancare un professionista Senior o comunque apprendere sul campo l'autenticità e tutte le sfumature del lavoro dell'architetto.

Per quanto la parte teorica, accademica, sia fondamentale lo è altrettanto, se non di più, il lavoro pratico. Interfacciarsi con clienti, con altri colleghi, andare in cantiere, risolvere varie problematiche è importantissimo.
 

Quanto si guadagna a fare l'architetto?

 
Sì, forse ti sei fatto più volte questa domanda: Quanto guadagna un architetto?

Te lo sarai chiesto sia che tu voglia intraprendere questa professione, sia prima di affidare il tuo lavoro ad un professionista, corretto?

Ad ogni modo oggi, in Italia, l'architetto non guadagna più come qualche anno fa, anzi. A contribuire a tutto ciò sono stati senza dubbio la crisi del mercato immobiliare ed edilizio, il continuo mutamento del mercato, della burocrazia e delle leggi annesse allo svolgimento della professione.
Non solo, pure la grande concorrenza non ha contribuito al guadagno dei singoli architetti, specie nelle grandi città che pullulano di professionisti è stato difficile fare dei bilanci proficui a fine anno.

Ci sono molti neo-laureati nel settore e anche questo dato ha contribuito sensibilmente al calo medio degli stipendi degli architetti assunto da aziende o studi.
Al di là di questo spaccato attuale lavorativo, come si calcola il guadagno di un architetto professionista che ha superato l'Esame di Stato?

Ci sono tantissime variabili che determinano la parcella architetto, per esempio:
  • la fama, la notorietà;
  • gli anni di esperienza;
  • la specializzazione;
  • la città in cui opera, ecc.
Quanto guadagna invece un neo-laureato in architettura?
All'inizio della carriera professionale questo professionista percepirà in media uno stipendio, mensile, che va dagli 800 ai 1000 euro circa.
Questo potrà essere più o meno alto non solo in base al luogo di lavoro, un'azienda grossa è più facile che paghi di più rispetto ad un piccolo studio di provincia, ma anche alle abilità e competenze dello stesso architetto neo-laureato.
Col passare degli anni, quindi man mano che si acquisisce esperienza, lo stipendio può salire anche fino ai 1300 euro al mese per un dipendente.
 
Quanto guadagna invece un architetto libero professionista?
Si intende, in questo caso, un professionista che non è dipendente di un'azienda o di un altro studio e può percepire dai 1000 euro ai 5000 al mese.
Tutto dipende dai lavori svolti, dalla loro quantità ed entità, dalla capacità di stringere collaborazioni, di chiudere contratti, ecc.

Certo, ad incidere notevolmente sullo stipendio dell'architetto libero professionista sono le spese.

Per esempio dovrà pagare:
  • il commercialista;
  • l'iscrizione e il rinnovo all'Ordine degli Architetti;
  • la cassa professionale e l'assicurazione;
  • il pagamento dell'IVA;
  • i corsi di formazione, obbligatori e costanti;
  • eventuale affitto dello studio;
  • cancelleria e varie come marche da bollo, spedizioni, ecc.;
  • eventuali dipendenti, la segretaria per esempio.
È ovvio che studi avviati, famosi, gestiti da diverse figure professionali possono guadagnare cifre anche molto, molto considerevoli ogni anno.
Ciò dipende non solo dal numero di clienti, dalla fama dello studio, ma pure dal tipo di lavori di architettura svolti.
Se si prendono in carico opere mastodontiche e che hanno un costo molto alto è chiaro che anche l'intero studio, e il singolo dipendente o libero professionista che vi collabora, ci guadagnerà a sua volta.



Come scegliere l'architetto

 
La scelta della casa è un passo molto importante; se hai la fortuna di poterla realizzare da zero le ansie e le preoccupazioni di fare la scelta giusta saranno molte.
Durante i mesi di costruzione il tuo referente quotidiano sarà il professionista da te scelto.

Ti domanderai allora come scegliere l’architetto migliore?
 
Se non abbiamo un professionista di fiducia che ha già eseguito lavori per familiari o amici, il consiglio è quello di non soffermarsi alla prima scelta ma avere un colloquio con due o tre architetti.
In questo modo avrai modo di verificare e valutare personalmente sia le competenze tecniche che artistiche.

Ad esempio puoi chiedere di visionare alcuni lavori fatti, questo ti permetterà anche di verificare che il tuo gusto estetico coincida o meno con quello dell'architetto.

Questo aspetto è fondamentale, infatti una volta assodate competenza, professionalità ed esperienza nel settore, dovrai sentirti in sintonia con il suo stile. Se ciò non avviene continua a cercare, poiché la scelta di ogni singolo aspetto della casa è di fondamentale importanza.
 
Bisogna sempre tener presente l'impegno economico ed il fatto che la realizzazione finale sarà sotto i tuoi occhi tutti i giorni.

Leggil l amia guida completa su come scegliere l'architetto giusto senza commettere errori.
 

Architetti famosi

 
Quali sono gli architetti famosi a livello mondiale?
Solitamente i nomi più autorevoli, e che hanno segnato la storia di questa professione e del costruito, vengono suddivisi in:
  • architetti del passato, dell'antichità come Filippo Brunelleschi, Andrea Palladio, Gian Lorenzo Bernini;
  • architetti del '900, i pionieri dell'architettura moderna come Le Corbusier, Frank Lloyd Wright, Ludwig Mies van der Rohe, Alvar Aalto ;
  • architetti contemporanei come Jean Nouvel, Norman Foster e le architette Gae Aulenti, Zaha Hadid.
Scoprili più da vicino visitando la mia pagina dedicata proprio agli architetti famosi della storia mondiale.

Sappi che queste figure vengono studiate presto, già in ambito accademico, all'università certamente, ma pure nei Licei come l'Artistico.

È fondamentale infatti prendere subito coscienza delle potenzialità della professione e per sviluppare un proprio stile progettuale è altrettanto importante imparare dai grandi maestri, confrontandosi con loro, con le loro opere, con il loro modus operandi così da toccare con mano anche le personali capacità, inclinazioni, sfumature stilistiche.

 
Quali sono gli architetti italiani famosi?

L'Italia brilla a livello globale per il numero e le personalità di spicco a livello architettonico fin dagli albori dell'Impero Romano alle quali ha dato i natali.

Oggi ci sono tanti architetti contemporanei che vengono chiamati di sovente all'estero per firmare progetti anche di spicco, non solo privati ma anche pubblici.

E, anche a casa nostra, molti architetti sono conosciuti e acclamati come vere celebrità. Per esempio citiamo:
  • Massimiliano Fuksas;
  • Ettore Sottsass;
  • Michele De Lucchi;
  • Renzo Piano;
  • Aldo Rossi;
  • Stefano Boeri.
Scoprili più da vicino nell'articolo dedicato, già presente sul mio blog, che potrà ispirarti grazie alle peculiarità e alle opere famose appunto degli architetti italiani famosi del nostro tempo.
 

Cosa regalare a un architetto?

 
Abbiamo parlato a lungo dell'architetto, di questa figura professionale antica ma anche molto, molto attuale.

Abbiamo esaminato come diventare architetto, come entrare all'università, come accedere all'Esame di Stato e ci siamo soffermati pure sul suo guadagno, sia neo-laureato e dipendente sia libero professionista.

Ma cosa regalare a un architetto?

Certamente queste donne e uomini sono molto attenti al design, alla forma, alle sfumature e alla praticità di un qualsiasi oggetto.

Per deformazione professionale, e per inclinazione personale, possono essere molto esigenti, precisi, amare la tecnologia e tutto ciò che è avanguardia.

Spesso non è semplice fare un dono azzeccato ad un professionista di questo tipo, sia questo un parente o un collega, un amico o il proprio architetto di fiducia.
In quest'ultimo caso ti potrà capitare di volerti sdebitare col lui, magari di voler semplicemente fare un regalo a fine lavori per dimostrare la tua stima e la soddisfazione verso il suo operato.

Ecco, ho ciò che fa per te.

Consulta il mio articolo dedicato ai regali da fare a un architetto, troverai tante idee, da quelle più easy alle più impegnative e d'effetto per stupire, o anche solo strappare un sorriso, all'architetto vicino a te.  

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
26 set 2018 Architetto d'interni: cosa fa e chi è

Chi è e di cosa si occupa l’architetto d'interni; tutto quello che devi sapere...

Leggi articolo
01 mag 2019 Architetto per progettare esterni

La valorizzazione e l’arredo degli spazi esterni della casa è materia della quale si occupa l’architetto per esterni…

Leggi articolo
06 mag 2021 Architettura: significato e tutti i principali stili

Tutto quello che vuoi sapere sull'architettura...

Leggi articolo
25 gen 2021 Architetti Italiani famosi

Scopri i maggiori architetti italiani famosi in tutto il mondo…

Leggi articolo
Disclaimer: alcune foto presenti nel blog sono tratte da Pinterest. I copyright rimangono sempre di proprietà di chi crea l'opera. Se c'è una foto che ti riguarda e che vorresti fosse rimossa, puoi scrivermi un messaggio utilizzando il form nei contatti.
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami