Interior designer: cosa fa, chi è, opportunità di lavoro

06/06/2021 - Molto spesso la domanda che ci viene posta da chi si avvicina al nostro Studio di architettura è: in cosa consiste il lavoro dell'interior designer? Chi è, cosa fa, che studi sono necessari per intraprendere questa professione?
Di seguito rispondo a queste e a tante altre domande relative a questa affascinante professione.



Chi è l’interior designer


La figura dell'interior designer è decisamente attuale, ma qual è il suo significato? È una figura professionale che si occupa della progettazione di interni e di scegliere e posizionare arredi e complementi contenuti in questi spazi.
Diciamo che l'interior designer è un progettista in grado di rendere confortevoli, belli e funzionali, nonché fruibili, gli spazi indoor più diversi, in primis quelli domestici. Oggi questo professionista, oltre agli spazi abitativi, si occupa di arredare e progettare anche spazi commerciali, uffici, alberghi, ma anche di creare scenografie per eventi, fiere, ecc.



Cosa fa un interior designer


L'interior designer si occupa di ottimizzare gli spazi, armonizzare gli elementi d'arredo, trasformare luoghi abitativi o lavorativi.
Questi sono i ruoli fondamentali di un architetto d'interni o interior designer.
Si tratta, più nello specifico, di una figura professionale che, usando una similitudine, potremmo chiamare il "regista" il quale organizza, supervisiona e perfeziona tutti quegli aspetti che interessano il rinnovamento, il miglioramento o la creazione di un ambiente destinato a scopi professionali o abitativi.
Grazie alle competenze tecniche, ma anche creative, un interior designer ti può guidare nella scelta di alcune soluzioni che potrebbero migliorare uno spazio in termini di praticità, luminosità o versatilità.

Ad esempio ti sarà capitato di dover ricavare da un unico ambiente due spazi separati o viceversa.
L'interior designer è il professionista perfetto in circostanze come queste, la figura più adatta in grado di consigliarti ed orientarti su quali materiali impiegare e come farlo in modo creativo, nella ricerca degli strumenti tecnici utili a migliorare la qualità della vita, ancora su come posizionare i punti luce o semplicemente quale palette di colori o stile di arredamento utilizzare, al fine di creare l'ambiente perfetto in piena armonia con gli elementi esistenti e soprattutto con chi li abita.

Specialista nell'organizzare gli spazi e nella decorazione di interni

Un interior designer, per essere tale, deve aver seguito dei corsi di studio utili ad apprendere, in termini tecnici, lo spazio architettonico, prospettico e decorativo.
Pur non essendo in Italia una qualifica riconosciuta, esistono dei corsi e dei titoli dedicati a chi vuole esercitare questo mestiere, come ad esempio quello di "Architettura d'interni", ma anche semplicemente quello di "Architettura" o di "Scenografia" che unisce alle nozioni tecniche e di disegno prospettico anche un'ottima conoscenza di storia dell'arte e di illuminotecnica.

Appartamento anni '30
Esempio di decorazione degli interni relativo al progetto di interior design realizzato dal mio Studio.

Del resto un interior designer non è un venditore, un progettista o un decoratore, ma una figura perfettamente preparata in tutte queste cose, il quale sa quali sono le ultime tendenze in fatto di arredamento e tecnologia domestica, in grado di "vedere" eventuali nuovi elementi d'arredo in uno spazio ancor prima dell'acquisto e che soprattutto sa fondere insieme gli aspetti tecnici con quelli estetici, gli esistenti con quelli apportati.

Progettazione di interni e realizzazione

Un interior designer è la guida perfetta quando si ha bisogno di un professionista per arredare dei nuovi ambienti o rinnovare quelli che già abitiamo o ancora quando si vuole trasformare in fatti concreti idee e desideri per la propria casa curandone l'interior design. Infatti, oltre che a saper convertire in fatti pratici le necessità e le richieste degli utenti finali, l'interior designer è in grado di proporti la soluzione migliore per l'ambiente in questione.

Ciò che potrebbe mancare in un progetto ad esempio potrebbe essere l'ispirazione o la percezione tecnica e pratica di un determinato intervento. È per questo che un professionista operante nella progettazione e la decorazione d'interni "comunica" questi elementi mancanti attraverso delle soluzioni e "anteprime" grafiche, solitamente con un rendering 3d o delle illustrazioni. In questo ambito è possibile aggiungere al progetto di casa elementi estetici e tecnologici che potrebbero migliorare l'aspetto e soprattutto la potenzialità dell'ambiente in questione.


Progettazione e realizzazione degli interni eseguita dal mio Studio.

Attraverso la consulenza di un professionista all'avanguardia infatti, non solo potrai avere il parere di uno specialista, ma anche avere i migliori consigli in termini di sostenibilità ambientale applicate a delle circostanze quotidiane che spesso sottovalutiamo, come l’illuminotecnica, il riscaldamento o le fonti rinnovabili.

Un interior designer è soprattutto colui che è in grado di farti vedere le potenzialità dei tuoi spazi in un'ottica nuova e sorprendente.

Le 5 regole d'oro dell'interior designer


Quali sono i topic del lavoro-progetto dell'interior designer professionista, esistono alcuni principi che non possono mancare in una buona progettazione di interni? Certamente.
Innanzitutto è bene dire che per realizzare progetti ad hoc è bene sempre rispondere al meglio alle esigenze del committente e cercare soluzioni funzionali che rendano gli spazi fruibili, belli, accoglienti e che, perché no, superino anche le aspettative del cliente stesso. Possiamo racchiudere tutto ciò in cinque regole d'oro del perfetto interior designer, spiegate più nel dettaglio di seguito.

  1. Comprendere ed interpretare al meglio le esigenze del committente, abbracciando ed agevolando le sue abitudini e creare così spazi comodi, accoglienti che possano rispondere al massimo alle sue esigenze di vita.
  2. Rendere gli spazi fruibili con una divisione attenta delle aree funzionali, creando spazi vivibili al meglio dove possa essere svolta ogni attività quotidiana.
  3. Progettare gli interni rispettando architettura e contesto: tenere cioè conto delle caratteristiche architettoniche e stilistiche del fabbricato sul quale si interviene e il contesto nel quale si trova. Per esempio in una cittadina di mare, in una casa vacanze, sarebbe poco consono utilizzare con uno stile di arredamento tipico delle case di montagna.
  4. Realizzare ambienti multi sensoriali,; ciò significa creare spazi belli, quindi accattivanti da un punto di vista visivo, che al tempo stesso siano attrezzati con materiali e tessuti piacevoli al tatto. Tutto questo dovrà essere accompagnato da una fragranza che accompagni e definisca il mood dell'abitazione.
  5. Tutti gli elementi come luce, colori, materiali e tessuti devono dialogare tra loro, sì, tutto deve essere armonizzato, ci deve sempre essere una sorta di fil rouge tra i vari spazi, anche se materialmente divisi da pareti. Ogni elemento del progetto è correlato agli altri, questa è la chiave di un arredamento d'interni vincente.

Differenza tra architetto e interior designer


La figura dell'architetto e quella dell'interior designer spesso si sovrappongono e il confine tra le due non è sempre così netto. Le differenze però ci sono eccome.

L'architetto progetta non solo gli interni, ma molto spesso anche l'involucro ovvero l'architettura che conterrà gli ambienti interni. Si può trattare della costruzione di un edificio ex-novo o di ristrutturare una casa  intervenendo quindi sulle strutture portanti  e sugli impianti.

L'interior designer invece interviene solo sugli interni, senza intervenire e compromettere o cambiare le strutture portanti del caseggiato.

Un architetto che ha le competenze può assolvere il lavoro dell'arredatore di interni, il contrario è impossibile.

Interior designer famosi


Gli interior designer oggi sono molto in voga e grazie anche alla possibilità di poter proporre progetti di interni tramite il web, realizzati quindi da remoto ha fatto sì che questa professione prendesse ancora più piede.

Molti sono i nomi ed i volti che costellano il mondo del design, Quelli più famosi sono in grado di “lasciare un segno” nel mondo dell’interior a livello internazionale sviluppando un linguaggio unico, originale ed innovativo. Le loro realizzazioni e progetti, dallo stile inequivocabile, creano vere e proprie mode e tendenze di stile.

In Italia, tra gli interior designer più famosi citiamo ad esempio Fabio Novembre, Luca Nichetto e Matteo Thun, ma ce ne sono davvero tantissimi.
Diciamo che i nostri interior designer sono senza dubbio molto eterogenei nel loro lavoro, mentre quelli stranieri, specie americani, hanno uno stile molto simile tra loro.
Certo è che di strada ne è stata fatta dall'anno in cui nacque la figura di interior designer: la prima fu una donna, Elsie de Wolfe nota come Mrs. Mendi, che iniziò la carriera attorno al 1859-60 in America.

Come diventare interior designer


Come diventare interior designer? Semplice, è necessario in primis avere delle conoscenze teoriche accademiche adeguate e poi fare abbastanza pratica sul campo, magari alle dipendenze di un bravo arredatore di interni o architetto.

Vediamo di seguito i due percorsi ad hoc per diventare un professionista con titolo valido e riconosciuto.

Università Interior Design

Per diventare un interior designer professionista è necessario frequentare un adeguato percorso universitario.
In Italia è il Politecnico di Milano l'ateneo più famoso e rinomato, ma ci sono anche altre sedi e università ad hoc. Per esempio lo IUAV di Venezia, l'Accademia Italiana, Università di Moda, Design e Fotografia a Firenze e Roma, ma ce ne sono altre. In questi casi il percorso si acquisirà proprio la laurea in arredamento di interni.

Corsi di Interior Design

Per diventare interior designer si possono anche frequentare corsi ad hoc, riconosciuti e che rilasceranno dei diplomi superiori, ma che non sono lauree.
Per esempio tra i poli più rinomati ci sono lo IED, l'Istituro Marangoni, e anche Formazione Design di Perugia. Al contrario di un percorso universitario standard i corsi di interior design hanno durata minore, ma tutto dipende anche dal tipo di frequenza e dal tipo di ateneo scelto. È comunque sempre importante affiancare il titolo acquisito ad un percorso formativo sul campo, necessario per entrare a pieno titolo nel mondo del lavoro in veste di professionista.
Scopri tutto quello che devi conoscere sul corso di interior designer in questa mia pagina dedicata: corso di interior designer.

Quanto guadagna un interior designer


Quanto guadagna un interior designer? Questa è una domanda alla quale è molto, molto difficile rispondere con certezza.
Lo stipendio di un interior designer dipende in primis dall'onorario dello stesso professionista, che varia in base alla sua bravura, alla sua fama e agli anni di esperienze.
E poi ci sono variabili quali essere libero professionista, lavorare come dipendente, od essere titolare di uno studio di interior design affermato che ha nel suo organico numerosi collaboratori.

Lo stipendio medio di un interior designer è di 2.000 euro al mese, lo stipendio minimo è di 1.300 euro al mese. Lo stipendio di un bravo ed affermato interior designer può arrivare a 7.000 euro mensili.

Come in ogni tipologia di lavoro non vi è limite di guadagno, infatti interior designer di fama internazionale titolari di studi ben strutturati con molti dipendenti e collaboratori possono guadagnare ogni anno cifre a cinque zeri.


Opportunità di lavoro come interior designer


Le opportunità di lavoro per un bravo interior designer, volenteroso e flessibile, sono davvero molte. Questo sia in veste di libero professionista che di dipendente.
La stessa professione di arredatore di interni, per dirlo all'italiana, è un mestiere oggi molto versatile e per esempio alcuni professionisti si spostano nella creazione di scenografie teatrali, si occupano di vetrinistica, di visual merchandising e via dicendo.

Di seguito le principali opportunità di lavoro per un interior designer:
  • lavorare come interior designer libero professionista;
  • lavorare come dipendente in uno studio di architettura di interni;
  • lavorare come arredatore in un negozio che vende mobili;
  • lavorare come disegnatore di mobili in un’azienda che produce arredamento;
  • lavorare in un negozio che vende e progetta illuminazione;
  • lavorare in un gruppo che si occupa della realizzazione di stand fieristici.

Sicuramente il titolo e l'esperienza di un interior designer può aiutarlo ad intraprendere diverse strade, molto dipenderà dalle sue doti personali e dal suo bagaglio accademico e pratico.


Interior designer online


Sì, come già accennato è facile arrivare a farsi fare un progetto di interni grazie ai servizi di interior design online.
Ci sono professionisti che creano porgetti anche molto completi e dettagliati senza fare sopralluoghi ma utilizzando solo gli strumenti virtuali. E i risultati sono davvero unici, i servizi invece risultano di vario tipo anche low-cost e accessibili ai più.

È facile anche chiedere una consulenza on line, magari sui colori più adatti alla propria stanza da letto, sugli arredi ideali per la stanza dei più piccoli, sulla tappezzeria del salotto o i rivestimenti per il bagno.
Inoltre, sempre grazie al web, avere accesso a tendenze, curiosità e suggerimenti di interior design è facilissimo, ci sono siti e blog autorevoli e più o meno famosi gestiti da professionisti.

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
09 mag 2021 Interior designer famosi

Scopri quali sono gli interior desiger più famosi...

Leggi articolo
19 ago 2019 Interior design: come realizzarlo e cosa bisogna sapere

Comodità, funzionalità ed estetica dell’appartamento dipendono, in larga parte, dal progetto di interior design…

Leggi articolo
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami