Stili di arredamento: come scegliere quello più adatto a te

28/05/2021 - Quali sono gli stili di arredamento più in voga? In questo testo vedrai tutti i principali generi d'arredo e potrai scoprire anche qual è quello a te più congeniale. Minimal, industry, rustico, mediterraneo, shabby chic e tanti altri ti aspettano.
 
Quando si parla di stili di arredo spesso si fa confusione, o al contrario ci si fa prendere troppo dalle mode, dalle ultime tendenze. In primis è sempre bene, prima ancora di scegliere lo stile giusto che più ci piace, far realizzare la progettazione di interni ad un professionista del settore.

L'architetto infatti dovrà evidenziare le aree funzionali, capire dove inserire quell'arredo, quel mobile e quale conformazione, ad esempio, è meglio abbia.
Non solo, approfondiremo tutto di seguito, è sempre bene personalizzare ogni stanza sfruttando sì un genere ad hoc, ma anche modulando lo stile stesso in base alle esigenze, al gusto, alla conformazione dello spazio.
Dicevamo che di sovente è anche complesso identificare uno stile d'arredo proprio perché, specie nelle case già ammobiliate, vige la personalizzazione e magari nel tempo si è andati a modificare qualcosa.



Oggi poi in commercio ci sono mobili, complementi, ma anche finiture che possono allo stesso tempo regnare in ambienti dallo stile anche diametralmente opposto. Sarà premura e cura del professionista farti conoscere queste sfumature e agevolarti nella comprensione del tuo stile d'arredamento ideale. Scoprilo anche qui, facendo il nostro test finale e probabilmente non pensavi potessero esistere così tante correnti stilistiche per l'interior design. Leggi fino in fondo e ne scoprirai delle belle, ne siamo certi.
 

Come scegliere lo stile giusto per la tua casa


Come scegliere lo stile giusto per la tua casa? Io consiglio ovviamente di farti sempre seguire da un professionista del settore, ad esempio dal tuo architetto di fiducia.
Detto ciò è bene preferire indubbiamente uno stile che piace, ma che sia anche adeguato al contesto e che possa dare giustizia proprio alla conformazione della dimora.

Scopri le 8 caratteristiche che deve avere il tuo stile d'arredo:
 
  1. essere in linea con l'ubicazione e lo stile dell'immobile, per esempio Rustico in campagna, Mediterraneo al mare, ecc.;
  2. riuscire a enfatizzare i pregi della casa, come ad esempio le ampie finestre, i soffitti affrescati, ecc.;
  3. riuscire a mimetizzare e minimizzare eventuali difetti come per esempio la mancanza di una buona illuminazione naturale, i soffitti bassi, la metratura ridotta delle stanze;
  4. agevolare la fruibilità e la comodità dell'intera abitazione;
  5. accordarsi al tuo stile e ai tuoi gusti.
  6. utilizzare materiali e colori adatti ad ogni ambienti della casa;
  7. costo dei mobili e delle decorazioni in linea con il tuo budget;
  8. rispettare l'architettura e le decorazioni esistenti.
Quindi come essere certo di scegliere lo stile giusto per la tua dimora? Ti consiglio di valutare tutto ciò, ma di farti affiancare da un architetto o interior designer di fiducia.
Infatti solo un professionista sarà in grado di non tralasciare alcun dettaglio e anzi potrà farti conoscere alternative che non ti saresti mai immaginato potessero fare al caso tuo.
 

Arredamento in Stile Industrial


L'arredamento in Stile Industrial strizza l'occhio appunto al mood statunitense del dopoguerra. Atmosfere cupe, loft derivati da vecchie fabbriche dismesse, mobili minimali e grunge, rivestimenti crudi, grezzi ma che conferiscono agli spazi grande pathos. Ovviamente miscelare bene l'architettura a dettagli Industrial non è semplice, serve sempre il tocco e le conoscenze di un bravo architetto o arredatore.



Ma in generale lo Stile Industrial prevede l'utilizzo di: 
  • arredi ed elementi decorativi in ferro battuto e/o legno grezzo;
  • un arredo spartano, essenziale, pochi accessori che siano solo decorativi;
  • arredi e complementi anche rovinati, segnati dal tempo, privi di verniciatura uniforme;
  • mobili e complementi vintage;
  • colori scuri soprattutto, ma pure vivacizzati da sprazzi e dettagli colorati.
L'arredamento in Stile Industrial può essere abbellito, addolcito e vivacizzato abbinando quadri o poster dal mood Pop-Art; ma può anche essere illuminato da elementi fluo.
Non solo, molti prediligono l'effetto riciclato, quindi via libera a tavoli e testate del letto create con vecchie imposte di finestre, vecchi portoni in legno.
Immancabili sono gli accessori e gli arredi vintage come le sedie in acciaio, o i mobiletti tipo caserma/spogliatoio.

Per un ambiente invece più moderno si potrà optare per rivestimenti  dei pavimenti e delle pareti in resina, in corten (cioè effetto ruggine), in cemento grezzo o effetto cemento.
Esistono anche tappezzerie contemporanee e sticker per arredi che imitano l'effetto cemento e che caratterizzano gli spazi.
 

Arredamento in Stile Shabby chic


L'arredamento in Stile Shabby chic è di gran moda già da alcuni anni; è un genere che mixa influenze provenzali a tratti rustici e in commercio esistono infiniti arredi ed accessori ad hoc.
Non solo, è facile anche crearne con il fai da te, a partire dalla tecnica del découpage per esempio, ma anche del riciclo creativo.

Infatti sono moltissime le persone che recuperano e dipingono, anche con effetto decapato, vecchi mobili di legno e l'effetto è perfettamente in linea con questo mood.



Lo Stile Shabby chic è caratterizzato nello specifico da: 
  • colori neutri, chiari come il bianco, il beige, cenni alle tinte pastello ma leggeri;
  • arredi e accessori in legno prevalentemente;
  • accessori e complementi in vetro o ceramica smaltata e anche decorata a mano;
  • tessuti naturali e candidi come il cotone, il lino;
  • tessuti anche fantasia con merletti, trame uncinetto, anche fantasia con quadretti Vichy o più rustici e/o trame floreali.
Arredare un'intera casa con lo Stile Shabby chic è consigliabile solo in campagna, o nella casa al mare o in collina; mentre nelle case in città, specie se vissute tutti i giorni è preferibile ricreare solo piccoli angoli a tema.
Per esempio la toeletta per il trucco può avere uno Stile Shabby chic e tratti moderni, alcune pareti potranno avere alle pareti quadretti in stile.
Più di qualsiasi altra stanza ad accogliere al meglio lo stile Shabby chic è la cucina: si potrà optare per un modello classico o country, per una cucina in muratura e personalizzare il tutto con i dettagli ad hoc.
Spesso basta qualche tendina finemente ricamata, un para-schizzi in maiolica decorata, qualche brocca e fiore su credenze, tavoli e lampade in stile rustico in vetro o ceramica.
 

Arredamento in Stile Boho chic


Avete presente il Coachella Music Festival, che si svolge in California annualmente? Bene, l'atmosfera che si respira, e soprattutto le mise dei partecipanti, del pubblico, è perfettamente in Stile Boho chic.
Colori sgargianti ma anche al contrario chiari e candidi, stoffe per lo più naturali, richiami hippie, eccentricità che punta ad un'armonia e serenità senza tempo.



In particolare l'arredamento Boho chic prevede l'utilizzo di: 
  • accessori ed arredi dal sapore etnico;
  • mobili per lo più in legno grezzo o in arte povera;
  • filati naturali come il cotone, il lino, stoffe ricamate finemente, tessuti San Gallo, ecc.;
  • piante e fiori anche esotici, veri o artificiali come i kokedama;
  • arredi e complementi di classe, di alta gamma anche moderni e magari trattati con colori luminosi come l'oro e l'argento;
  • dettagli colorati, accessori stravaganti, decorazioni anche mistiche o dal mood spirituale, religioso come cuori votivi, crocifissi, santini, ecc.
Lo Stile Boho chic è davvero particolare e richiama molto quelle case coloniali di un tempo, ricche per qualità dei mobili, rasserenanti, vivaci ma al contempo composte.
Questo genere mixa dettagli e arredi di terre lontane con il gusto Europeo e grazie all'abilità di un progettista si potrà portare questa atmosfera anche nelle case urbane di oggi. Molto utilizzate nell'arredamento in Stile Boho chic sono le lanterne orientali, i pouf multicolore etnici sia provenienti da isole lontane sia realizzate in Italia.
Immancabili sono complementi d'arredo iconici che donano maggiore modernità agli ambienti come i tappeti, i quadri e le stampe, gli specchi, le poltrone in vimini o midollino, ma anche le sedute da appendere al soffitto.

Tutto però deve essere di gran classe, questa è la sostanziale differenza tra Boho e il classico Etnico più comune.
 

Arredamento in Stile Etnico


L'arredamento in Stile Etnico è in voga da decenni e per molti versi ricorda anche il Boho chic appena descritto.
Il bello di portare nella propria dimora questo genere è che può ricordare le vacanze, le mete del cuore toccate durante i viaggi.
Ma non solo, lo Stile Etnico, come molti altri qui descritti, è modulabile a piacere ed è quindi possibile realizzarlo anche in case moderne e tipicamente cittadine, contemporanee.

Questo grazie all'abilità di un bravo architetto o interior designer, ma anche per merito di arredi e complementi oggi in commercio che si rivelano particolarmente adatti. Per esempio si possono abbinare mobili contemporanei minimali a tappezzerie tipicamente etniche, a tappeti provenienti da terre lontane, a stampe fotografiche di paesaggi selvaggi, ecc.
 

In via generale possiamo dire che lo Stile d'arredamento Etnico prevede l'uso di: 
  • mobili etnici, provenienti da paesi lontani, orientali soprattutto;
  • accessori, decorazioni e complementi provenienti da paesi lontani e tipici dell'artigianato locale;
  • tessuti d'arredo etnici o multicolore che richiamano quel particolare mood artigianale soprattutto orientale;
  • arredi e/o complementi di recupero in legno trattati con la tecnica del decapato o carteggiati per eliminare e pitture;
  • cimeli di viaggio, ricordi e artigianato locale tipico come maschere, vasi, lanterne, porta-candele, vasellame.


Arredamento in Stile Classico moderno


Tra gli stili di arredamento più ricercati ed eleganti possiamo sicuramente annoverare lo Stile Classico moderno.

Si tratta di un genere che ha preso piede negli ultimi anni che prevede la realizzazione di ambienti accoglienti, calorosi, fruibili e giocati soprattutto con l'uso di mobili raffinati e scenografici.

Questo stile, chi prevede la mescolanza, come dice il nome stesso, di due differenti generi: elementi in stile classico sapientemente abbinati ad elementi e arredi in stile moderno.



Lo Stile Classico moderno è caratterizzato da:
  • mobili decisamente moderni inseriti in un architettura classica che ricorda le case degli anni 30 con pavimenti in legno posati a spina di pesce, boiserie alle pareti;
  • prevalenza di colori caldi ed essenze di legno contemporanee;
  • tendaggi con tessuti morbidi e naturali e complementi e accessori come le sedie, credenze, buffet, mobilio in genere tutto abbinato per mood e colorazione;
  • accessori come lampade e candelabri con finitura bronzo e oro, e sfere di vetro trasparente o opalino;
  • pouf, quadri, tessuti d'arredo dal sapore contemporaneo e monocromatico;
Lo Stile Classico moderno, chiamato anche classico contemporaneo, sta bene davvero ovunque, anche se personalmente consiglio di utilizzarlo in edifici anni '30 dove il contesto e la base di partenza è già classica e tu dovrai semplicemente inserire il moderno con le giuste accortezze.

Perfetto per appartamenti cittadini ubicati in antichi palazzi risulta uno stile di arredamento sempre accogliente, bello da vedere e di grande impatto; sempre più spesso risulta lo stile protagonista sulle principali riviste di arredamento Italiane.
 

Arredamento Stile Contemporaneo


Lo Stile Contemporaneo è sicuramente quello oggi più utilizzato, l'errore più comune però è quello di esagerare e di creare ambienti asettici.



Ma andiamo per ordine, i topic di questo genere d'arredo sono: 
  • mobili dalle forme minimali, semplici, squadrate o più sinuose ma prive di fronzoli;
  • mobili ed accessori essenziali anche nel numero;
  • disposizione del mobilio lungo il perimetro della stanza, lasciando ampio spazio al centro;
  • colori neutri, pieni, palette del bianco, del grigio, delle terre;
  • illuminazione d'effetto capace di enfatizzare angoli, linee dei mobili, dettagli strutturali dell'indoor;
  • accessori e arredi di design, modernissimi.
L'arredamento in Stile Contemporaneo segue senza dubbio le tendenze del momento e non mancano elementi tecnologici che possono migliorare la vita negli interni delle case moderne.
Anche i tessuti, i materiali, le finiture sono attuali, ricercate, facili da pulire, da mantenere intatte nel tempo. L'atmosfera generale che si respira in questi spazi è infatti di grande armonia, pulizia, essenzialità e pure le decorazioni sono ridotte al minimo: pochi quadri ma ben composti e con cornici uguali tra loro.
Suppellettili pochi e ben scelti, semplici, dal mood minimale e dai colori vivaci per dare dinamismo alla stanza, o neutri per riempire in modo discreto.

Ovviamente per realizzare una dimora in Stile Contemporaneo è necessario l'intervento dell'architetto che saprà orientarti su nuove tendenze, saprà farti conoscere finiture moderne e pratiche, proporrà soluzioni attuali ideali alle tue specifiche esigenze stilistiche e di comfort.
 

Arredamento in Stile Rustico


L'arredamento in Stile Rustico è consigliabile soprattutto in dimore quali cascinali, vecchie case coloniche o di campagna. Questo perché richiama proprio la vita, le abitudini, lo stile che si respirava in queste abitazioni un tempo; ma è anche possibile utilizzare arredi e soprattutto complementi rustici anche in città. In questo caso si consigliano cucine country ma con mood moderno, piatti e pentole in rame a vista appese alla parete, maioliche e finiture quali pavimenti in cotto e similari.



In generale però ricordiamo che lo Stile Rustico è caratterizzato da: 
  • ambienti ampi e accoglienti, calorosi e arredati in modo mai scontato;
  • arredi e complementi dal sapore retrò, in legno e via libera quindi a credenze, madie, divani grandi, ecc.;
  • camino a legna aperto o chiuso se si vuole convertirne uno datato per questioni pratiche;
  • finiture essenziali come pitture chiare senza troppe decorazioni, pavimenti di un tempo come cotto, parquet, sasso;
  • tessuti naturali monocromatici o con fantasia floreale;
  • lampade e suppellettili, o accessori  per al cucina, tipicamente rurali come pentole in coccio, decori in ferro battuto, lampadari in ceramica.
Al giorno d'oggi assaporare questo mood rustico è semplice, basterà sfogliare qualche rivista del settore che trovi in edicola e online.
Oppure potrai visitare qualche agriturismo e scoprire come ogni regione abbia il suo particolare Stile Rustico. Per esempio le cascine lombarde sono molto diverse da quelle Toscane, mentre nel Sud Italia la vita rurale assume ancora un aspetto totalmente differente.
 

Arredamento in Stile Scandinavo


Tra i generi d'arredo oggi più prominenti ed amati c'è senza dubbio lo Stile Scandinavo, detto anche Nordico. Questo viene utilizzato nelle dimore più differenti, anche in b&b e hotel.

Non solo, nelle nostre case cittadine è molto spesso scelto per arredare la cameretta dei più piccoli, anche sfruttando i dettami montessoriani oggi molto, molto in auge.



Ad ogni modo, l'arredamento in Stile Scandinavo prevede l'uso di: 
  • arredi semplici soprattutto in legno o color bianco;
  • arredi e complementi essenziali, salva-spazio e pratici;
  • tinte neutre, chiare, anche pastello;
  • accessori iconici a piacere purché rispettino i topic dello stile;
  • decorazioni, trame, pattern anche per i tessuti che siano prettamente geometrici, proprio come vuole il genere scandy.
Nello Stile Scandinavo vige l'essenzialità, tutto deve avere un'utilità, non ci devono essere orpelli inutili, caos, eccessi. L'atmosfera sarà comunque accogliente, grazie pure all'uso del legno, di filati naturali e di forme sobrie e raffinate.

Tutto deve permetterti di godere un mood rasserenante, tranquillo, accogliente ai massimi livelli. Nello Stile Scandinavo si usano di sovente anche complementi d'arredo iconici, prime fra tutte le famosissime sedie e tavolo della serie Tulip di Eero Saarinen, oggi riproposte da brand anche low-cost. E ancora perfettamente in stile è la sedia egg ideata dalla mano del designer Arne Jacobsen.
 

Arredamento in Stile Minimal


Abbiamo già accennato a qualche accessorio o mobile minimale e questi sono i veri topic appunto dell'omonimo Stile Minimal. Si tratta di un genere d'arredo molto gettonato, spesso scelto dagli home stager per rendere più appetibili dimore in vendita o in affitto.
Arredare casa in stile minimal ti consente di utilizzare pochi mobili scelti con cura e posizionati correttamente all'interno di ogni stanza.



Si tratta di un genere d'arredo essenziale ai massimi livelli, composto, serioso e, appunto, minimale. I topic sono: 
  • colori monocromatici pieni, neutri o sui toni del grigio;
  • finiture moderne sia lucide che opache;
  • materiali contemporanei, oppure legno verniciato o ricoperto con pellicole viniliche monocolore;
  • arredi e accessori dalle forme minimali, semplici, geometriche e soprattutto squadrate.
Di sovente gli interior designer più eccentrici si azzardano a realizzare interni tono su tono, in Stile Minimale giocati con un solo colore, massimo due. Ovviamente l'effetto è a dire poco "wow", ma serve necessariamente la mano di un professionista, come l'architetto di fiducia, per poter dare vita a spazi così.

Il rischio maggiore è quello di cadere nell'asettico, di realizzare ambienti poco accoglienti che non trasmettano accoglienza, calore: requisito imprescindibili in ogni dimora al di là dello stile di arredamento scelto.
 

Arredamento in Stile Mediterraneo


Come dice anche lo stesso nome, lo Stile Mediterraneo è tipicamente utilizzato nelle località di mare.
Non è un genere unico generalmente giocato sui toni chiari e dell'azzurro, come ad esempio in Grecia, ma, ogni località del mediterraneo, si caratterizza per i suoi oggetti e accessori tipici.
Questa è una particolarità unica e ogni area geografica avrà il suo personale Stile Mediterraneo. Per esempio a Sciacca, in Sicilia, saranno presenti le famose ceramiche dipinte a mano, a Pantelleria richiami e oggettistica che ricorda le tartarughe, simbolo dell'isola, e così via.



Per ricreare, genericamente, lo Stile d'arredo Mediterraneo serviranno: 
  • colori chiari che ispirano al cielo e al mare come l'azzurro, il turchese in tutte le sue sfumature, il blu navy, il bianco, il sabbia;
  • materiali naturali come il legno, verniciato o grezzo;
  • tessuti naturali come il cotone, il lino, la rafia, la corda, sia chiari, monocromatici o con fantasie marittime;
  • suppellettili in stile marinaro come nodi navali, reti da pesca, conchiglie, artigianato tipico.
Lo Stile Mediterraneo può essere anche addolcito, cioè reso più discreto e moderno, specie in appartamenti che distano un po' dal mare o che sono ubicati in città.
In questo modo il mood difficilmente stancherà e si avrà la possibilità di personalizzare al massimo, senza rinunciare ad un genere più contemporaneo.

Gli abbinamenti vincenti? Sicuramente l'utilizzo di maioliche e ceramiche del posto, da unire ad arredi minimali o moderni e a colori chiari mai troppo accesi.
 

Arredamento in Stile Provenzale


L'arredamento in Stile Provenzale ricorda moltissimo lo Shabby chic sopra descritto. Ciò che cambia è un po' l'atmosfera: qui infatti vige un mood più romantico, fatato, si azzardano di più tinte glicine, lilla, salvia, mentre nello Shabby è preferito il candore del bianco, delle tinte neutre.
 

Potrai ricreare comunque un ambiente Provenzale utilizzando tutti i topic dello Shabby chic, ma anche aggiungendo: 
  • fiori freschi o secchi, ad esempio lavanda su tutte, capace pure di regalare fragranze rasserenanti;
  • tende e tessuti nei toni pastello;
  • rivestimenti non prettamente bianchi, ma anche polverosi come il rosa cipria, il verde pistacchio o il salvia, il crema, il grigio, ecc.;
  • decorazioni che richiamano la Provenza come quadretti naturalistici, con scritte magari in francese e simili.
Lo Stile Provenzale è perfetto per arredare casa in campagna, ma pure nelle case al mare o di villeggiatura in genere perchè  ispira leggerezza, primavera ed estate.

Nelle case rustiche poi si ha la possibilità di sfruttare proprio l'architettura tipica, cornice ideale per questo genere d'arredo. E anche in questo caso può essere mitigato e personalizzato grazie all'intervento di un abile architetto.
 

Arredamento in Stile Eclettico


Ed eccoci al termine di questa guida con le descrizione di tutti gli stili di arredamento più in voga e più belli da replicare nelle proprie case.

Ora vediamo più da vicino lo Stile Eclettico, amatissimo dagli eccentrici e perfetto pure per chi è indeciso su uno o più generi d'arredo.

L'Eclettico infatti è una miscellanea di più correnti artistiche e/o architettoniche e nell'interior design vengono abbinati sapientemente accessori, mobili, tessuti, apparecchi illuminanti anche di stili differenti e molto lontani tra loro.

Ciò che si può ricreare è un ambiente davvero unico, inimitabile e che unisce tutti i complementi amati dal proprietario di casa; non a caso sono soprattutto gli amanti dell'arte, specie i collezionisti dagli anni '40 ad oggi a prediligerlo e a farlo conoscere ai più.
 

Per avere una casa in Stile Eclettico potrai: 
  • unire mobili e complementi, decorazioni e tessuti di stili anche molto diversi tra loro;
  • abbellire il tutto con oggetti iconici e/o opere d'arte di periodi differenti;
  • cercare un fil rouge che possa essere semplice da seguire, come un mix di due o tre colori, un tema, un pattern, ecc.
Sì, anche qui è necessario un fil rouge, un elemento che sia in grado di dare maggiore armonia progettuale e l'aiuto di un professionista si rivela più che necessario. Il rischio altrimenti sarebbe quello di abbinare un'acozzaglia di arredi e decorazioni senza una logica; tutto dovrà sembrare posizionato in maniera quasi causale, ma in realtà, dovrà essere studiato con cura e precisione per risultare gradevole e armonioso anche se apparentemente del tutto casuale.

Di massima importanza è la scelta dei colori, delle tappezzerie; ovviamente tutto deve essere ben studiato, calibrato e scelto con la massima cura.
 

Test stile di arredamento : come scoprire il tuo stile


Ora tocca a te: qual è il tuo stile ideale d'arredamento? Se ti stai chiedendo quale scegliere e quale fa al caso tuo sei nel posto giusto. Qui di seguito, grazie al nostro test d'arredo, potrai scoprire quali sono le correnti stilistiche che possono fare al caso tuo. Potrai contattare l'architetto ed approfondire gli stili evidenziati e scegliere con lui le soluzioni ideali per te.

È facile, scegli una delle risposte, indicate con una lettera, ad ogni quesito, tieni il conto e sommale. Leggi poi i risultati: per esempio con la maggioranza di A i tuo stili d'arredo ideali sono...
 
1) La tua casa da sogno quale segno distintivo ha indoor? 
  • A. Grande luminosità e ordine.
  • B. Tanto colore e vivacità.
  • C. Arredi vintage e iconici.
 
2) Quali sono i colori che ami nella tua dimora? 
  • A. I colori neutri, il bianco candido, ma anche le sfumature delle terre, dei grigi in versione calda.
  • B. I colori neutri palette dei grigi e dei marroni, declinati con finish opaco o al contrario lucido.
  • C. Amo tutti i colori, non saprei scegliere.
 
3) Se non avessi limite di spesa, che tipo di divano acquisteresti? 
  • A. Un modello semplice, geometrico ma morbido e avvolgente.
  • B. Un modello comodo, magari con tessuto fantasia fiorata o bianco candido ma in tessuto.
  • C. Un modello vintage, oppure eccentrico, in velluto ma comunque dal colore attraente e importante.
 
4) Se pensi ad un lampadario ideale, quale tra questi preferiresti? 
  • A. Un lampadario tradizionale, semplice, moderno ma anche facile da pulire e che faccia molta luce.
  • B. Un lampadario vecchio stile con più punti luce, magari in vetro o ceramica.
  • C. Un lampadario che attiri l'attenzione, magari iconico ma comunque che si faccia notare.
 
Risultati del test
 
Maggioranza di risposte A
Sei un tipo che troverà ideale lo Stile Classico, quello Moderno, ma anche lo Scandinavo, il Minimal.
 
Maggioranza di risposte B
Sei un tipo che sicuramente si troverà a suo agio in ambienti dallo Stile Etnico, Rustico, Provenzale, Shabby chic, Boho chic, Mediterraneo.
 
Maggioranza di risposte C
Senza dubbio i tuoi generi di arredo ideali sono lo Stile Eclettico e l'Industrial, ma anche quello Vintage. 

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer, sono nato a Padova nel 1973 dove tutt'oggi vivo e lavoro. La mia professione, avviata diciotto anni fa, mi ha portato a decorare gli interni di importanti residenze di privati che mi hanno scelto perché affascinati dalla mia capacità decorativa e dal mio eclettismo.
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami