Tutto sul Salone del Mobile di Milano e news edizione 2023

06/01/2023 - Milano è riconosciuta come la capitale della finanza, della moda e del design e, proprio in quest'ottica, si inserisce il Salone del mobile, che ogni anno anima la città dal 1961.
Scopriamo assieme cos'è il salone del mobile di Milano e quali sono le sue caratteristiche principali.



Cos'è il salone del mobile di Milano


Il Salone del mobile è nato 61 anni fa con l'obiettivo di esportare all'estero mobili e complementi d'arredo prodotti artigianalmente in Italia: oggi questo evento, che si svolge dal 9 al 14 aprile, è diventato una vera e propria vetrina internazionale nel settore dell'arredamento, coniugando in modo efficace qualità, innovazione ed estetica.

Come è avvenuto in passato, ancora oggi il Salone del mobile di Milano plasma il design in Italia e nel mondo.

È al Salone del mobile milanese che potrai vedere le più importanti aziende del settore arredamento mettere in mostra i loro prodotti e le soluzioni per la casa, sempre più innovative ogni anno.

La domotica, l'ingresso della multimedialità nelle case e il bisogno di una vita eco-sostenibile anche tra le mura della propria abitazione si ripropongono tra i temi protagonisti del salone del mobile assieme, come si è anticipato, alla pelle, che torna in auge con prepotenza: questo materiale, da sempre sinonimo di eleganza e raffinatezza, si prepara a ricoprire sedie, tavoli, cassettiere, cuscini, poltrone e divani, mostrando tutta la tradizione artigianale italiana in cuciture fatte rigorosamente a mano.



Il Salone del mobile di Milano si suddivide in tre categorie:

  • XLux è dedicata al lusso, rivisto però in chiave moderna;
  • Classic:Tradition in the Future dove ogni mobile è stato realizzato seguendo la tradizione artigianale in tipico stile classico;
  • Design è il settore dove la tecnologia si mette al servizio della funzionalità, proponendo prodotti innovativi che però non mancano di strizzare l'occhio allo stile.

XLux

XLux è una delle categorie che riscuote più successo perché è quella dedicata al lusso, agli arredi e ai complementi, compresi pure i tessili, che sono sinonimo di innovazione ma anche di tradizione e sono tutti legati dal loro valore economico e artistico.

Si trovano prodotti degni di una casa super lusso, di un resort a 5 stelle superior, alla reggia di magnati e califfi.

XLux è il settore del Salone del Mobile di Milano che presenta l'autentico lusso senza tempo, riletto anche in chiave contemporanea e affinato alle esigenze più attuali, sempre con una visione verso il futuro che è poi quello che il Salone in generale presenta al suo pubblico ogni anno.

Classic: Tradition

In questa categoria rientrano tutti i prodotti che attingono ai valori estetici e artigianali della tradizione, dell'artigianalità.

Gli arredi e/o gli accessori Classic sono caratterizzati dalla grande maestria artistica legata alla realizzazione più autentica, e classica appunto, di mobili e oggetti per l'arredo e la decorazione.

Potresti trovare all'interno della categoria Classic cucine dal look tradizionale realizzate in legno da artigiani italiani, divani ancora creati manualmente uno ad uno, e così via.
Classico guarda al futuro ma senza rinnegare i valori primordiali del Made in Italy potremmo dire, coniuga abilmente tradizione e innovazione, nuove tecnologie, texture e forme alla classicità più alta qualitativamente parlando.

Design

I prodotti del Salone del Mobile racchiusi nella categoria Design sono di ultima generazione, appassionano anche chi non è particolarmente avvezzo all'interior design e al design stesso. Questo è possibile perché si rivelano ultra pratici, funzionali, salva-spazio, innovativi e capaci di guardare al futuro pur assolvendo al meglio le esigenze del presente e di un pubblico molto eterogeneo.

Design al Salone del Mobile di Milano è sinonimo anche di grande senso estetico, d'altra parte proprio i designer più d'avanguardia sanno coniugare al massimo funzione ed espressività visiva, colore, texture, materiali, Design è una categoria che farà esclamare "wow" ai più.


Grazie non solo alle categorie sopra descritte, ma forte pure di una grande organizzazione e di un nutrito parterre di brand, il Salone del Mobile di Milano è oggi una delle manifestazioni cardine del design e dell'arredo a livello internazionale.

La manifestazione nasce nel 1961 con lo scopo di promuovere le eccellenze del Made in Italy, per incentivare l'esportazione dei prodotti industriali nazionali legati all'arredo e comprensivo dei suoi complementi più vari e lo scopo è stato certamente raggiunto, soprattutto se guardiamo oggi i dati e l'affluenza, la fama della manifestazione.

Il Salone del Mobile di Milano si è svolto per lo più nel mese di aprile, con qualche eccezione nelle ultime edizioni.

Ogni anno l'appuntamento da segnare in agenda coinvolge migliaia di addetti ai lavori e altrettanti espositori e avventori, curiosi e amanti del genere, nonché studenti, professionisti, nome di spicco provenienti da tutto il globo.


Il Salone del Mobile apre le sue porte unitamente ad altre manifestazioni del genere come:
  • Euroluce, che si svolge negli anni dispari, ogni due anni quindi;
  • EuroCucina, che si svolge negli anni pari, di fatto ogni due anni;
  • Salone Internazionale del Bagno, che si svolge negli anni pari, quindi ogni due anni;
  • Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, annuale;
  • Workplace3.0, annuale;
  • FTK, (Technology For the Kitchen), evento definito collaterale ad EuroCucina;
  • S.Project, l'evento dedicato ai prodotti di design, alle tecniche per l'arredo e alle soluzioni decorative;
  • SaloneSatellite, vero e proprio trampolino di lancio per le nuove leve di designer e, ad oggi, punto di riferimento per le aziende che cercano nuovi talenti da arruolare.
Complessivamente il Salone del Mobile di Milano, con tutti gli eventi e sotto-categorie sopra elencate, occupa una superficie di 210 mila metri quadrati.

Tutto si svolge all'interno dell'area di Rho Fiera, centro nevralgico le manifestazioni ed esposizioni meneghine più varie.

Pensa che sono oltre 2.300 le aziende internazionali, tra le più dinamiche e degne di nota, che si presentano al Salone del Mobile ogni anno.

Vuoi conoscere altri numeri del Salone?
  • 370 mila e più sono i visitatori specializzati che intervengono alla manifestazione ogni anno;
  • poco meno del 70% sono provenienti dall'estero;
  • 188 sono i paesi del mondo protagonisti tra gli espositori, tra gli avventori e professionisti partecipanti;
  • oltre 5 mila i giornalisti che prendono parte al Salone e che provengono da tutti i paesi del mondo;
  • 27.500 le presenze di pubblico contate in media nel fine settimana.
Non c'è che dire, il Salone del Mobile di Milano è sinonimo di business, arte e cultura, non solo di design e interior design di firma.

Giunto oggi alla sua 61 esima edizione, è la manifestazione-palcoscenico di tipo internazionale contraddistinta dal cosiddetto privilegio di attualità, cioè appuntamento dove è possibile fare il punto, ogni anno puntualmente, sullo stato attuale dell'arte del progetto.

Ma negli anni il Salone del Mobile di Milano è andato migliorandosi, modificandosi, crescendo e conformandosi al meglio alle esigenze del mercato e del pubblico, dei professionisti e di tutti i suoi partecipanti finali.

Per esempio:
  • nel 2005, nascono i Saloni WorldWide Moscow, situati nei padiglioni del centro espositivo Crocus, e che si svolgono annualmente ad ottobre, espositori sono circa 300 aziende internazionali e nazionali;
  • nel 2018, si cambia connotazione per il segmento Moscow sopra citato e diventa Salone del Mobile Milano Moscow;
  • nel 2016, nasce anche il Salone del Mobile Milano Shanghai, sulla scia di quello moscovita, e si svolge a novembre ogni anno, la location preposta è, nemmeno a dirlo, lo Shanghai Exhibition Center e più di 120 brand italiani, tra i migliori del mercato, presentano qui le loro soluzioni d'avanguardia, le più creative ma che non perdono in qualità manifatturiera, anzi;
  • nel 2018, nasce il Manifesto del Salone del Mobile di Milano, spesso oggi connotato come Salone del Mobile Milano, un documento/patto che vuole mantenere e migliorare la leadership che la città meneghina, e la stessa manifestazione, ha nel resto del mondo salvaguardando anche chi vi lavora e vi espone, nonché visitatori e avventori annuali occasionali e non.
Il Manifesto del Salone del Mobile sottolinea tutto ciò che lo rende speciale, unico e inimitabile, enfatizza i focus del progetto ed elenca anche le parole chiave che lo contraddistinguono:
  • Milano
  • emozione;
  • qualità;
  • impresa;
  • ingegno;
  • progetto;
  • sistema;
  • comunicazione;
  • cultura;
  • giovani.
Secondo gli addetti ai lavori, e secondo chi ha stilato il Manifesto, il Salone del Mobile ha successo grazie:
  • all'ampia e funzionale rete industriale che ne forma la base;
  • alla notevole qualità e quantità dei progetti volti alla sostenibilità ambientale;
  • allo straordinario meccanismo integrato di comunicazione e cultura quello che, da sempre, caratterizza Milano e il suo territorio;
  • alla forma e al contenuto ineguagliabile della manifestazione nel suo complesso, ma anche in ogni dettaglio logistico, estetico e funzionale;
  • alla capacità di saper fare sistema;
  • alla capacità di saper formare concretamente e non solo teoricamente i giovani, anche valorizzando il loro contributo presente e futuro.

Tutte le manifestazioni del Salone del mobile di Milano


Ti starai domandando quali sono le manifestazioni del Salone del Mobile di Milano?

Di seguito ti illustro nel dettaglio le manifestazioni, già elencate nel capitolo precedente, che rendono grande ed unico questo evento mondiale.

Salone Internazionale del Mobile

Il Salone del Mobile di Milano è una fucina di talenti, di innovazione ma anche di tradizione. È di fatto un autentico e grande laboratorio di sperimentazione e di contaminazione, uno spazio ben organizzato e gestito sede di incontro e di nuove opportunità per riflettere e comprendere il mondo del design, dell'interior design e del progetto.

Il Salone del Mobile Milano sa coniugare magistralmente il business alla cultura e, negli anni lo ha dimostrato brillantemente, fa la storia del design e dell'arredo di ieri, di oggi e del nostro domani.

Come detto l'offerta dei prodotti presentati si distingue in tre macro-categorie stilistiche:

  1. Classico, o Classic e Tradizione, corrente che attinge all'artigianalità più autentica e di qualità, che enfatizza e vive dei valori della tradizione e dà vita a mobili e complementi in stile classico, appunto;
  2. Design, genere che propone prodotti che coniugano sapientemente funzionalità, innovazione e grande impatto estetico il tutto in modo più che calibrato e pratico, attuale e, perché no, pure futurista per certi versi;
  3. XLux, sinonimo di lusso senza tempo, di sfarzo evergreen.

Ma vediamo di seguito quali sono le manifestazione correlate del Salone del Mobile Milano, degne di nota e parte integrante dell'offerta internazionale che, diciamolo, non ha eguali.



Salone Internazionale del Complemento d'Arredo

Con il Salone Internazionale del Complemento d'Arredo, Il Salone del Mobile Milano è ancora più completo soddisfa il desiderio di decorazione, di completezza nell'interior design e non solo di quello domestico.

In questa manifestazione trasversale infatti sono protagonisti appunto i complementi d'arredo, i tessili e gli imbottiti, l'oggettistica, gli elementi di decoro più varie per ogni singola stanza e/o ambiente, tutti declinati negli stili più vari.

Il Salone Internazionale del Complemento d'Arredo nasce nel 1989 e ben presto si è affermato come punto di riferimento indiscusso a livello internazionale.

Troverai esposto tutto ciò che può dare personalità agli spazi domestici, con originalità o con semplicità, classicità, insomma con tutte le possibili sfumature stilistiche del caso.

Al Salone Internazionale del Complemento d'Arredo troverai novità, stili e tendenze, ogni oggetto proposto è come se avesse una sua identità propria ma sarà in grado di ridisegnare, enfatizzare, migliorare qualsiasi spazio domestico, lavorativo o commerciale.


Troverai ogni anno proposte sempre esclusive per personalizzare anche l'angolo più piccolo e anonimo avendo anche un ampio spettro, uno sguardo, su ciò che gira attorno all'interior design e allo stile globale.



Workplace3.0

Workplace3.0 è sinonimo di futuro, di riflessione, è un punto di partenza per formulare nuove soluzioni sempre più all'avanguardia e con un occhio di riguardo verso l'ambiente e la sostenibilità.

Workplace3.0 infatti nasce dalle ceneri, per così dire, del Salone dedicato appunto all'ambiente, nel 2015 prende il nome di Workplace3.0.

Questa manifestazione è dedicata al design e alla tecnologia volta alla creazione di spazi lavorativi moderni, pratici, belli e anche accoglienti, capaci di mettere al centro uomo e ambiente.

Workplace3.0 realizza gli spazi di lavoro del futuro, ma anche quelli attuali, dove le tecnologie intelligenti sono protagoniste indiscusse.

Si sa, mai come negli ultimi anni, i luoghi di lavoro sono cambiati, sono cambiate per lo più le nostre esigenze, la nostra consapevolezza e Workplace3.0 non è mai stato così attuale come ora, così indispensabile potremmo dire.

Le soluzioni proposte sono le migliori in campo internazionale e comprendono tutto il necessario per le postazioni lavorative, per le correlate aree di accoglienza, per gli angoli da vivere e non solo preposti ad asettiche mansioni produttive delle più varie.

In particolare l'edizione 2019 ha segnato un vero rinnovamento degli spazi lavorativi, sono oggi infatti aree flessibili, permeabili e dinamiche, aperte alla condivisione professionale e, soprattutto, alla contaminazione con le altre attività del quotidiano, basti pensare allo smart working, o all'home working che già molti professionisti hanno scelto negli anni passati, anche prima della pandemia.

Nel 2019 il percorso espositivo è stato più dinamico, del tutto nuovo e chissà cosa ci aspetta gli anni a venire.



S.Project

S.Project viene definito come spazio espositivo liquido, trasversale, sicuramente attuale.

Questa nuova modalità espositiva è dedicata ai prodotti del design internazionale più meritevoli e alle soluzioni decorative, e tecniche, del progetto degli interni.

S.Project è in perfetta sinergia con tutti gli altri segmenti del Salone del Mobile di Milano, seleziona e raccoglie le proposte dei brand che meglio offrono una prospettiva a 360 gradi sull'interior design e sull'architettura di oggi, nonché su quella del futuro.

La parola d'ordine di S.Project è multi-sensorialità, mentre i prodotti che potrai trovare spaziano dall'indoor all'outdoor, dalle proposte per il wellness ai tessili, passando anche dall'illuminazione e dalle soluzioni acustiche, senza tralasciare i rivestimenti e le finiture.


S.Project è pensato non solo per gli avventori, ma anche e soprattutto per gli addetti ai lavori offrendo di rafforzare l’alleanza tra retail, progettisti e aziende, offrendo un’esperienza completa e l’ambiente più efficace per il networking un'opportunità senza pari e concreta per fare business, per stringere anche alleanze.

S.Project presenta ai professionisti del settore, e ai buyer di tutto il mondo, eccellenza manifatturiera, ma anche concept del tutto nuovi e soluzioni innovative e smart.



Euroluce

Euroluce nasce nel 1976 e si pone oggi come location di presentazione ufficiale delle più nuove tecnologie di illuminotecnica, indoor e outdoor, su scala mondiale.

Euroluce è il Salone Internazionale dell'Illuminazione che conta più di 400 espositori ad ogni edizione, tutti brand tra i più meritevoli in assoluto nel mercato attuale.

In particolare potrai trovare, tra gli altri:
  • apparecchi e sistemi illuminanti specifici per esterni;
  • apparecchi e soluzioni d'illuminazione per interni;
  • apparecchi e soluzioni d'illuminazione di tipo industriale;
  • soluzioni e apparecchi illuminanti per spettacoli ed eventi;
  • apparecchi e soluzioni d'illuminazione per il settore ospedaliero e per usi speciali;
  • sistemi di domotica abbinate all'illuminazione;
  • sorgenti luminose e software dalle tecnologie avanzate e performanti.
Euroluce non guarda solo alla novità, al business, ma coniuga anche risparmio energetico e sostenibilità, accessibilità ed effetto scenico-funzionale.



EuroCucina/FTK - Technology For the Kitchen

Nasce nel 1974 EuroCucina, oggi con il suo evento collaterale FTK, cioè Technology For the Kitchen, questo dedicato per lo più dedicata agli elettrodomestici da incasso e alla loro evoluzione.

Evocazione ed efficienza sono i topic che, tutti i brand espositori, scelgono quasi come mantra delle loro proposte e, sottolineiamo, sono stati ben oltre 117 le aziende che hanno presidiato le ultime edizioni meneghine.

L'ambiente cucina, mai come ora, è tornato ad essere il fulcro della casa e della vita famigliare, non importa di quanti elementi e delle correlazioni specifiche tra loro.

La cucina è uno spazio interconnesso, deve essere sicuramente multi-funzionale, all'occorrenza professionale ma sempre emozionale, accogliente e abbinato agli stili e alla personalità di chi la vive.

Cosa puoi trovare ad EuroCucina?
  • Nuove forme, colori e materiali, nuove texture, finiture e dettagli materici funzionali ed esteticamente accattivanti;
  • innovazioni tecnologiche sia dell'arredo che degli elettrodomestici e dei sistemi funzionali;
  • proposte dalla notevole efficienza energetica, baso impatto ambientale e facili da utilizzare;
  • proposte dal design moderno ma anche evergreen.

FTK è il punto di riferimento per chi cerca arte e tecnologia negli elettrodomestici da incasso e tutte le aziende che espongono qui hanno come denominatore comune la ricerca, do nuovi punti di forza che possano fare la differenza in ogni aspetto, da quello più estetico a quello prettamente funzionale.



Salone Internazionale del Bagno

Il Salone Internazionale del Bagno è il segmento più giovane della manifestazione meneghina.

È nato infatti nel 2003 come settore interno al Salone del Mobile, per poi diventare esposizione a sé nel 2006.

Ciò è stata la conseguenza dell'evoluzione dello spazio-bagno, prima visto unicamente come area di servizio, prettamente funzionale, e ora come ambiente per il relax e il benessere tout-court.


La visione della toilette come piccola spa domestica si riflette anche nelle scelte funzionali e materiche, grande occhio di riguardo infatti è rivolto alla sostenibilità e all'ambiente.

Questo pensiero si riflette in particolare modo:
  • sull'efficienza idrica;
  • sul risparmio energetico;
  • sui sistemi che limitano l'inquinamento, di tipo indoor soprattutto;
  • sulla protezione della salute;
  • sull'ergonomia;
  • sulla praticità a portata di mano;
  • su colori bagno, materiali e accessori ideali per il benessere a 360 gradi;
  • sull'impatto emozionale ed estetico.


Salone Satellite

Il Salone Satellite è il segmento del Salone del Mobile Milano dedicato ai designer under 35.

È il punto di riferimento, di scambio, tra grandi aziende e giovani che si affacciano al mondo del lavporo del design appunto e dell'interior design di qualità a livello internazionale.

Grazie a questo polo lo scambio, la ricerca, lo studio e l'apprendimento sono agevolati e immediati e, aspetto interessante, sono presentati anche i porgetti di scuole di design delle università del settore, come il ben noto Politecnico di Milano.

Ma non finisce qui, dal 2010 è stato anche indetto un concorso annesso, appunto il Salone Satellite Award.
Grazie a questa intuizione e iniziativa si favorisce ancora di più il dialogo e il contatto tra aziende e designer under 35.

L'iscrizione al concorso è infatti dedicata solo a questa fascia di età e gli stessi partecipanti dovranno presentare dei prototipi del tutto nuovi, mai realizzati e inediti.

Al Salone Satellite Award però non sono ammessi gli studenti.



Salone del mobile di Milano 2023: tutte le novità


È ora del Salone del Mobile e del Complemento d'arredo 2023!
 
Le porte dell'evento più atteso da professioniste e amatori aprirà le porte dal 18 al 23 aprile: si tratta della sua 61esima edizione.

Tutti gli appuntamenti, gli stand e le convention legate all'evento si svolgeranno nel quartiere Fiera Milano a Rho e il sito ufficiale già ha ricevuto migliaia di visitatori che ricercano info ed anteprime.
 
Legate al Salone del Mobile 2023 si confermano anche gli eventi e manifestazioni correlate, come il Workplace 3.0, S.Project (giunto alla sua terza edizione), il meltin-pot dedicato a scuole, alle università e ai designer under35 e il Salone Satellite che festeggia la sua 24esima edizione.

Attesissimo dopo 4 anni di stop anche Euroluce 2023, la manifestazione interna al Salone del Mobile dedicata al design degli apparecchi illuminanti e all'illuminotecnica.
Durante l'ultima edizione Euroluce è riuscito a raccogliere ben 420 espositori provenienti da tutto il mondo, un traguardo importante anche per aprire un confronto attivo e propositivo sull'innovazione e la tecnologica dell'illuminotecnica, ma anche dell'eco-sostenibilità, del risparmio energetico e della domotica e IoT.
 
Oltre alle esposizioni e ai vari settori correlati e colonne portanti del Salone del Mobile, sono attesissimi grandi eventi e convention, le manifestazioni saranno accompagnate da un fittissimo programma culturale ma ancora da svelare totalmente.
È certo però che ci saranno moltissimi ospiti d'eccezione che porteranno sui vari palchi soprattutto innovazioni, riflessioni e prospettive inedite sul grande mondo del design.
 
Interessante e da non perdere è il supporto informatico al Salone del Mobile 2023.
Il canale ufficiale è: salonemilano.it e i suoi contenuti esclusivi ci accompagneranno durante i mesi di attesa dell'apertura dell'evento.
News, contenuti esclusivi, le opinioni dei più noti designer, gli insight delle aziende topic, tante informazioni essenziali per chi deciderà di visitare il Salone del Mobile 2023 e tanto, tanto ancora.
 
Quale sarà il mood, il fil rouge portante del Salone del Mobile 2023?

Beh, qualche informazione è già ben nota e la apprendiamo grazie alle linee guida per gli allestimenti espositivi: lo stampo, manco a dirlo, è green.
In tutta la fiera, tra i padiglioni, negli stand troveremo materiali riciclati e riciclabili, oggetti di design frutto del reciclyng, oggetti di uso comune e non riutilizzabili e a basso impatto ambientale, ma belli e scenografici, funzionali.
 
Il Presidente del Salone del Mobile, Maria Porro, ha infatti dichiarato che la fiera è anche uno strumento, un mezzo efficacissimo per suggerire un modus operandi positivo e che sia di ispirazione.
Si spera, ovviamente, che sia un mezzo che possa accelerare un cambiamento positivo e propositivo e che sia adottato dai più, non solo dagli addetti ai lavori e dai professionisti ma pure dai fruitori, dai clienti finali.
 
Possiamo già leggere quali siano le keyword, le parole chiave del prossimo Salone del Mobile 2023, per esempio sostenibilità, responsabilità ambientale, impegno concreto, materiali nuovi o naturali rivisitati.

Ecco di seguito alcuni focus.
  • Sostenibilità, vista per lo più come rigenerazione, riutilizzo, reciclyng, circolarità, questo concetto è molto chiacchierato ultimamente, si parla infatti di arredamento o design circolare. Ovviamente è correlato anche il risparmio energetico, focus fondamentali per tutta l'industria italiana legata al design e all'interior design attuale. Gli stessi allestimenti all'interno della fiera saranno di tipo green, sostenibili, volti ad un concreto risparmio energetico
  • Impegno concreto che si riflette nel cercare e attuare soluzioni virtuose e coscienziose verso l'ambiente e l'uomo, la natura, la terra a 360 gradi. Il Salone del Mobile infatti aderisce al Global Compact delle Nazioni Unite, una delle più grandi e autorevoli iniziative mondiali sulla sostenibilità aziendale.
  • Responsabilità ambientale, ma anche economica e di conseguenza sociale, con il Salone del Monile 2023 più che mai si punta a sensibilizzare chiunque. Noi tutti nel nostro piccolo possiamo fare al differenza con le scelte di ogni giorno, energetiche, di risparmio, limitando l'impatto ambientale e salvaguardando noi, il pianeta, il futuro.
 
Per saperne di più in anteprima ecco le indicazioni che il Salone del Mobile 2023 ha condiviso con la sua community.
 

Gli allestimenti

Lo staff del Salone del Mobile 2023 suggerisce ai partecipanti di studiare, già in fase di progettazione, soluzioni circolari per l'architettura dello stand e per i materiali scelti per gli spazi espositivi.
È un ottimo monito, ma anche un mezzo per diminuire sensibilmente gli scarti e per ottimizzare i consumi energetici, del trasporto e del deposito. Verranno così ridotti anche gli imballi, magari anche scegliendo i materiali in funzione della distanza di approvvigionamento.
 

I materiali

Per la creazione le linee guida parlano chiaro e suggeriscono l'uso di materiali quali: in legno e il cartone riciclato (oggi anche materia prima di tanti arredi che strizzano l'occhio alla produzione vintage ma iconica Wiggle firmata Frank Gehry negli anni '70 e prodotta da Vitra) o riciclabile.
Si chiede di evitare, anche per imballi e simili quali le plastiche, ma di preferire tutto ciò che è plastic-free, magari optare per pallet, vernici ad acqua, prodotti Ecolabel, anche detersivi ecologici, ecc.
La lista di soluzioni ad hoc è infinita ed è anche interessante conoscere questi retroscena per imparare noi stessi e per attuarli nel nostro piccolo.
 

La sicurezza e la sostenibilità sociale

La sicurezza deve essere massima, anche in ambito di allestimento, di postazioni e stand.
Massima deve essere anche l'accessibilità, sì anche all'inclusività per persone con difficoltà motorie o con disabilità.
Viene anche suggerito agli espositori di prediligere partnership con aziende che hanno implementato un sistema di gestione di tipo sostenibile riguardo ai loro servizi e che possa essere dimostrato tramite Certificazione ISO 20121.
Sono anche da prediligere partnership con realtà che rispettano i Criteri ambientali minimi (Cam).
 
Non resta che curiosare sui canali social ufficiali del Salone del Mobile e sul portale in attesa di aprile 2023.  
 

Come raggiungere il Salone del Mobile


Il cuore del salone è Fiera Milano a Rho, distante da Milano poco più di 17 km: sono circa 1000 gli espositori che riempiono i 230.000 mq, attirando in media 300.000 visitatori del settore provenienti da tutto il mondo, tra architetti, decoratori, rivenditori e buyer.

L’ingresso al salone del Mobile è riservato agli operatori del settore durante la settimana ed è aperto al pubblico il fine settimana; anche tu potrai dunque partecipare a questo grande evento, ma solo nelle giornate di sabato e domenica: il biglietto è acquistabile presso la reception oppure online, dove potrai approfittare di sconti ma anche di soluzioni comprensive del trasporto pubblico.

Ricorda che avrai la possibilità di raggiungere Fiera Milano a Rho in auto, in metropolitana attraverso la linea rossa M1 oppure in treno, con apposite fermate di Regionali, Frecciarossa, Frecciabianca ed Eurocity.



Il polo fieristico Milano Rho è facile da raggiungere.

Dalla città con i mezzi pubblici e taxi

Rho Fiera, sede del Salone del Mobile di Milano, è raggiungibile facilmente con i mezzi urbani, tra questi consigliamo il taxi o la metropolitana.

Ecco le varie specifiche.

Milano Rho Fiera in metro:
  • prendere la linea rossa, M1 direzione/fermata Rho Fiera Milano; se necessario effettuare un interscambio nelle stazioni di Cadorna, Triennale o Loreto, tutte sulla linea verde M2, oppure da Duomo, linea gialla M3. Il costo del biglietto della metro è variabile, consultare gli ultimi aggiornamenti e tenere conto che si tratta di un biglietto, in questo caso, extraurbano.

Milano Rho Fiera in taxi:
  • i taxi che possono portarti a Rho Fiera sono autorizzati a operare sugli aeroporti di Linate e Malpensa, e propongono tariffe che comprendono tutti i costi accessori come per esempio i pedaggi autostradali, il tempo di percorrenza/del servizio, eventuali supplementi per servizio notturno e/o festivo, ecc. Prendi un taxi nelle aree adibite, oppure chiama uno dei numeri radio-taxi: 02 8585 - 02 6969 - 02 4040 - 02 4000 - 02 5353.

Milano Rho Fiera in auto:

Arrivando dalle autostrade è facile entrare in Rho Fiera per il salone del Mobile, ecco qualche dritta utile e pratica.

Arrivando dall'autostrada:

• A7 da Genova, A4 da Torino, A1 da Bologna, percorrere la Tangenziale Ovest verso Nord e prendere l'uscita Rho Fiera;

• A4 da Venezia, percorrere in direzione Milano e uscire a Rho Fiera - Pero;

• A8 da Varese, A9 da Como, percorrere in direzione Milano e poi da Milano Nord proseguire verso A4 direzione Milano e uscire a Rho Fiera;

• A4 da Milano, percorrere l'autostrada in direzione Torino e uscire a Pero - Rho Fiera.

In auto è anche possibile utilizzare le informazioni del navigatore satellitare.
In questo caso impostare come indirizzo di destinazione: Quartiere Fiera Milano, Rho.

Gli ingressi del polo fieristico sono Porta Est e Porta Sud TIM.

Fiera Milano | Rho, 20017 Rho MI




Salone del mobile di Milano: espositori


Il Salone del Mobile è l'indiscusso punto di riferimento per buyer, aziende, professionisti, curiosi e amanti del design e dell'arredamento di interni, della tecnologia a loro abbinata e delle ambientazioni d'avanguardia.

La location, l'organizzazione, le opportunità, gli eventi correlati, tutto questo concorre a creare un evento che, dall'anno della sua nascita nel 1961, non ha eguali su scala mondiale.

A fare del Salone del Mobile questo crocevia di stili e di avanguardie sono però per lo più gli espositori, i marchi che si mettono in mostra fisicamente con le loro punte di diamante.

Ma per essere uno dei tanti protagonisti è necessario non solo compilare l'iscrizione ad hoc e inviare tutta la documentazione in via telematica mediante l'apposito sito ufficiale del Salone del Mobile, ma è anche imprescindibile avere determinate caratteristiche business.

Per esempio gli espositori devono essere di fatto dei produttori industriali e/artigianali regolarmente iscritti alla Camera di Commercio e proporre articoli ben definiti.

Tutte le informazioni relative sono presenti sul portale del Salone e qui troverai anche tanti numeri, quanti espositori troverai nell'edizione coerente, da quanti paesi arriveranno, ecc.
Troverai anche tutti i brand partecipanti elencati marchio per marchio.

Scopri tutti gli espositori Salone del Mobile di Milano.

Il Fuori Salone di Milano


La bellezza di Milano è legata fortemente al grande patrimonio storico e culturale che la caratterizza: è la città della Scala ma anche quella in cui Leonardo da Vinci ha lasciato una delle sue più grandiose opere, vale a dire il Cenacolo.

Questa è la cornice splendida di un evento legato a doppio filo col Salone del Mobile, vale a dire la design week Milano, ossia il fuorisalone.

Si tratta di una serie di eventi organizzati nel cuore di Milano dalle singole aziende leader nel settore dell'arredamento che espongono al Salone: party, dj-set, cocktail party e mostre allieteranno le serate milanesi, avendo come unico filo conduttore il design, con una strizzata d'occhio alla moda e al cibo.



I quartieri maggiormente interessati dal Fuorisalone di Milano sono anche quelli che hanno un grande valore storico quali Brera, dove sorge peraltro la Pinacoteca ricca di opere di valore inestimabile quali Il Cristo Morto del Mantegna, Lo Sposalizio della Vergine di Raffaello Sanzio e Il Bacio di Hayez.

Non mancano poi Tortona, con i Laboratori Ansaldo che ospiteranno Ventura Future, evento dedicato al design proposto da artisti emergenti internazionale, e le 5 Vie cuore storico di Milano dove sorge la Casa degli Altellani che ospita la secolare Vigna di Leonardo da Vinci.

Non dimenticate poi i distretti di Isola, Sant'Ambrogio, Bovisa (antico quartiere industriale della città) fino ai Magazzini Raccordati, siti da più di un secolo al di sotto dei binari della Stazione Centrale.

Dal 2017 gli olandesi di Ventura Projects hanno riqualificato le gallerie dei Magazzini Raccordati, facendo risplendere gli elementi art decò e liberty che caratterizzano la facciata, rendendoli così una grande sala espositiva, vetrina per le proposte di design di artisti affermati oppure emergenti.

Come visitare il Fuorisalone di Milano


Durante il periodo del Salone del Mobile di Milano la città prende vita, interamente e si parla infatti di Fuorisalone e di Design Week.

Sono tutti termini per identificare la veste a festa dell'intero hinterland, delle aree del centro, anche quelle più nascoste della città meneghina.

Per esempio potresti trovarti a visitare vecchie architetture industriali, ville d'epoca, giardini nascosti, loft modernissimi, cascine tipicamente lombarde ristrutturate, teatri storici, chiese sconsacrate, musei conosciuti da pochi e tanto altro ancora.

Milano, città originariamente medievale e poi romana, è oggi una metropoli in costante mutamento: da una parte gli edifici d'epoca, quelli Rococò e Liberty, dall'altra i grattacieli svettanti di ultima generazione e anche quelli con giardini verticali.

Segnati gli eventi che più ti interessano in agenda, fai una piantina con le zone da esplorare e leggi qui sotto come creare il tuo intinerario ideale.
.
 

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
14 nov 2021 Come arredare casa: idee, regole e utili consigli

Tante idee e consigli per arredare casa nel migliore dei modi...

Leggi articolo
10 nov 2021 20 oggetti di design famosi per la casa selezionati dall’architetto

Oggetti per la casa diventati vere e proprie icone di design...

Leggi articolo
20 ott 2022 Complementi d'arredo di design: quali scegliere e dove comprarli

I complementi d'arredo di design, oggetti ed accessori che completano e danno personalità alla tua casa…

Leggi articolo
Disclaimer: alcune foto presenti nel blog sono tratte da Pinterest. I copyright rimangono sempre di proprietà di chi crea l'opera. Se c'è una foto che ti riguarda e che vorresti fosse rimossa, puoi scrivermi un messaggio utilizzando il form nei contatti.
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami