Meglio una casa in legno o in muratura?

28/08/2021 - Meglio una casa in legno o in muratura? Questa è una domanda che di sovente ti sarai fatto e che non coinvolge solo te. Infatti negli ultimi anni, complice l'avvento della bio-edilizia e del costruire eco-compatibile, le nuove tendenze del costruire casa hanno ribaltato il mercato immobiliare e delle costruzioni.



Oggigiorno, nel costruire casa, si presta molta attenzione ai materiali, alle nuove tecnologie con un occhio di riguardo alla salvaguardia ambientale, all'impatto sul pianeta e alla salubrità delle costruzioni abitative. Il legno è una delle alternative più utilizzate, e chiacchierate.

Fino a pochi anni fa in pochi avrebbero pensato di costruire una casa in legno, in pianura non se ne erano mai viste. È più frequente trovare case in legno in montagna costruite fin dai tempi antichi con il piano terra realizzato in pietra per tenere il legno più possibile lontano da terra e dall’umidità.

Prima di affrontare questo quesito è doveroso fare una premessa: quello che si differenzia tra una casa prefabbricata in legno ed una in muratura tradizionale è solamente la sua struttura, tutto il resto (fondazioni, isolamenti, impianti, ecc.) è fondamentalmente uguale in entrambe le soluzioni costruttive.

Ma vediamo ora nel dettaglio tutti i quesiti legati alla tua domanda principe: meglio una casa in legno o in muratura? Grazie a questo testo siamo certi che fugherai i tuoi dubbi in modo facile ma autorevole ed esaustivo.



Differenze tra casa in legno e in muratura


Prima di leggere, nei successivi capitoli, le principali caratteristiche delle case in legno e di quelle in muratura è giusto che tu conosca l'unico vero elemento che le differenzia ovvero la loro struttura portante.
Si hai capito bene ad eccezione della struttura portante costituita dalle murature, dai solai e dalla copertura non vi è alcuna differenza tra le due tipologie di casa.

Di seguito analizziamo nel dettaglio i principali elementi che le compongono evidenziando analogie e differenze tra casa in muratura e casa in legno:
  • fondazioni: entrambe hanno le fondazioni in cemento armato;
  • pareti: in muratura di mattoni l'una, in legno  o legno e lana di roccia l'altra
  • struttura (solai e pareti): pilastri e travi in C.A. l'una, in legno l'altra;
  • isolamenti: cappotto termico per entrambe le soluzioni;
  • impianti: sia la casa in muratura che quella in legno possono avere la medesima tipologia di impianti;
  • finitura parietale interna: intonaco su parete in muratura, lastre in cartongesso su struttura in legno;
  • serramenti: entrambe le tipologie hanno serramenti in legno ad alta efficienza energetica;
  • massetti sotto pavimentazione: in entrambi i casi avremmo massetto alleggerito in calcestruzzo e massetto pavimenti in sabbia e cemento:
  • materiali di finitura: in entrambi i casi si potranno scegliere i medesimi pavimenti e materiali di finitura quali rivestimenti parietali, sanitari dei bagni, ecc.;
Come puoi ben vedere sono davvero minime le differenze tra casa prefabbricata in legno e casa in muratura ad eccezione della struttura. Questo ti fa comprendere che quando senti parlare di casa in legno questa non è completamente in legno.

Ci sono fondamentalmente due tipologie costruttive per le case in legno:
  1. case che hanno sia la struttura portante che i tamponamenti delle pareti completamente in legno;
  2. case che hanno struttura a telaio in legno e tamponamenti in materiale isolante come lana di roccia o fibra di legno.

Sezione di una parete on tipologia costruttiva X-Lam.


Sezione di una parete con tipologia costruttiva a telaio.

Se guardi quest’ultima soluzione ti renderai conto di come il legno costituisca una parte trascurabile dell’intera costruzione; la parete risulta costituita per la grande maggioranza da lana di roccia, cappotto esterno e lastre di cartongesso nella parte interna. Le chiamiamo comunque case in legno.

Il legno è davvero più naturale del laterizio?


Per quanto riguarda il fattore naturale è necessario comprendere cosa intendiamo. Cioè, se quel naturale significa che è un prodotto che si trova in natura ecco che il legno è senza dubbio il leader.
Sì, il legno è ecologico, lo si ricicla completamente ed è anche possibile utilizzarne di riciclato per gli scopi più vari. Inoltre è duttile, resistente, bello da vedere e ha caratteristiche tecniche e meccaniche degne di nota. C'è un però che sicuramente si sarà insinuato nella tua mente: il legno marcisce, come fare a realizzare una casa intera con questo materiale che solitamente è abbinato alla muratura classica?


Esempio di casa prefabbricata in legno realizzata con struttura in pannelli X-Lam.

Il legno per l'edilizia non viene utilizzato così com'è, necessita infatti di opportuni trattamenti che ne garantiscono una maggiore resistenza nel tempo e scongiurano l'attacco di afidi, batteri, muffe, acqua, umidità, ecc. Nello specifico si usano:
  • sostanze chimiche preservanti che rallentano il suo degrado e che sono altamente tossiche per gli organismi xilofagi come insetti del legno, ma molto meno tossico per l'uomo e gli altri animali;
  • sostanze quali solventi organici e gassosi che fungono da fungicidi ed insetticidi ad azione combinata;
  • igniritardanti che servono a maggiorare la resistenza all'attacco del fuoco.
Oggigiorno oltre al legno massiccio per le costruzioni in legno si utilizzano i pannelli in X-Lam realizzati utilizzando appositi collanti che contengono formaldeide un gas cancerogeno di classe I secondo la Classificazione della Comunità Europea.

Esempio di casa prefabbricata in legno realizzata con struttura a telaio.

Le case in laterizio sono realizzate in mattoni che come ben noto sono costituiti da argilla cotta; proprio così il mattone non è altro che terra cotta ad alta temperatura in modo da acquistare la resistenza necessaria alla costruzione edilizia.
Questo processo necessario è l'unico che agisce meccanicamente e che rende i mattoni resistenti all'usura, all'azione di muffe, batteri e all'acqua. Il laterizio sottolineiamo che deriva da argilla semplicemente cotta: ti sembra sufficientemente naturale?

Casa in muratura di laterizio con struttura portante in cemento armato.

È meglio isolata una casa in legno o in muratura?


Prima di vedere nel dettaglio le differenze tra le due tipologie costruttive ti svelo subito la risposta: con entrambe le soluzioni si può raggiungere la stessa efficienza energetica e lo stesso livello di isolamento.
Il falso mito che la casa in legno è più performante di quella in muratura è dovuto al fatto che le case in legno si sono costruite solo recentemente, da quando la normativa impone obbligatoriamente standard molto alti, e vengono erroneamente confrontate con case in muratura costruite decine di anni fa.

Per una corretta valutazione dell'isolamento garantito dalle due tipologie costruttuve (legno e muratura) distinguiamo innanzitutto l'isolamento estivo (dal caldo) da quello invernale (dal freddo).

La storia ci insegna che i nostri antenati avevano a disposizione in pianura sia i mattoni e la pietra che il legno; hanno sempre preferito i primi per il fresco che garantiscono all’interno della casa in estate e per la loro durata nel tempo. In una calda giornata estiva se cerchiamo refrigerio pensiamo di rifugiarci in una chiesa dagli spessi muri in mattoni.
Pensa ad esempio ai Dammusi siculi, ai Trulli pugliesi, ai Nuraghi sardi, sono tutte costruzioni in muratura con un discreto spessore che meglio di ogni altro ci insegnano su come difenderci dalla calura estiva.

Ma cosa fa aumentare il calore interno in un'abitazione di legno o in mattoni, quando già fa caldo in estate? Ecco le risposte alle tue domande:
  • il calore umano, ogni essere vivente infatti emette naturalmente calore nell'ambiente che lo circonda;
  • l'irraggiamento che deriva dai raggi solari che colpiscono soprattutto le finestre;
  • le folate di aria calda che entrano nell'abitazione ogni volta che si aprono le porte e le finestre;
  • l'utilizzo di elettrodomestici o strumenti quali computer, fornelli e forno, ferro da stiro.
Per mitigare queste azioni e il relativo innalzamento della temperatura si rivelano ideali le abitazioni con muri spessi e pesanti in grado di abbassare rapidamente la temperatura come avviene ad esempio nelle chiese.


Parete in muratura con cappotto termico isolante.

Sicuramente una casa di legno, rispetto a quella in laterizio, non garantirà un naturale isolamento (senza utilizzo di condizionamento) a causa della minor massa che una parete in legno ha rispetto ad una in muratura. Come visto il laterizio per una serie di sue caratteristiche è il materiale che ad oggi mantiene meglio il fresco in estate.

E il caldo in inverno?

Le case in legno e quelle in muratura sono equiparabili per quanto riguarda le loro prestazione energetiche e l'isolamento invernale.
.
La classe energetica di una casa ne identifica le sue prestazioni e nulla importa di com’è costruita o quali accorgimenti o isolamenti si siano adottati: se una casa è in classe A lo è indipendentemente dal fatto che abbia struttura in legno o mattoni.

Dal momento che è un coefficiente a determinare la classe energetica della casa (A, B o C) non ha alcuna importanza il materiale con il quale è costruita; a parità di classe energetica ha lo stesso fabbisogno termico, e dunque la bolletta che si andrà a pagare per il riscaldamento sarà la medesima.

Se abiti una casa in legno in classe A spenderai tanto quanto abitare una casa in muratura o anche una casa in acciaio in classe A.



Le case in legno, materiale molto isolante, necessitano di murature meno spesse per raggiungere le stesse prestazioni, vantaggio marginale dal momento che la normativa attuale consente di escludere, nel calcolo della cubatura della casa, lo spessore della muratura e dei solai eccedente i cm 30.

Le case in legno si costruiscono più velocemente?


In linea di massima possiamo dire che le case in legno sono più veloci da costruire rispetto ad una casa in muratura tradizionale.

La casa in legno è prefabbricata, ovvero realizzata a pezzi in stabilimento e successivamente assemblata in cantiere riducendo i tempi di esecuzione della parte strutturale.
Attenzione che questa maggiore rapidità di esecuzione riguarda ancora una volta l’unico elemento differenziale ovvero la struttura.

Rimane uguale il tempo necessario alla realizzazione delle fondazioni, dell’installazione degli impianti e dei serramenti, alla realizzazione di tutte le opere di finitura per completare una casa al grezzo.

Inoltre tieni conto che il tempo di realizzazione di una casa non riguarda solo la costruzione vera e propria ma anche la scelta del progettista, il conferimento dell'incarico, la redazione dei preventivi con l’impresa, la realizzazione del progetto e l’ottenimento delle autorizzazioni necessarie.
Ci possono essere infinite motivazioni che implicano un rallentamento nella costruzione della tua abitazione e non sono strettamente legate al tipo di materiale scelto.

Chiediti dunque se dai maggiore importanza al tempo di realizzazione o alla durata dell’edificio. Qualche mese in più o in meno nella realizzazione contro 60 anni in meno di durata dell’edificio sono davvero irrilevanti.

Ti suggerisco di non scegliere una casa solo in base ai tempi di consegna e realizzazione. Infatti è molto più coscienzioso attendere il giusto ed essere certi che la tua nuova dimora si mantenga inalterata nel tempo garantendoti la massima efficienza.

Dura di più una casa in legno o in muratura?


Prima di approfondire l'argomento ti faccio una domanda: quando ci si trova a ristrutturare una casa vecchia quali sono gli elementi che conserviamo e quelli che andiamo a sostituire? Generalmente conserviamo le murature in mattoni e sostituiamo i solai in legno e il tetto in legno perchè ammalorati e deteriorati.

Volendo fornire dei dati indicativi, a parità di condizioni climatiche, di seguito vediamo la durata di vita media delle due tipologie costruttive:
  1. casa in legno: durata media di 60 anni.
  2. casa in muratura: durata media di 120 anni.

Come puoi ben vedere la maggior rapidità costruttiva di una casa in legno rispetto ad una in muratura non compensa affatto il fatto di durare mediamente la metà.

I dati sopra riportati si riferiscono ovviamente ad immobili abitati e costantemente mantenuti. Nelle nostre campagne, o nei centri storici possiamo ancora oggi vedere fabbricati in muratura abbandonati da decenni ma ancora in piedi che è possibile abitare nuovamente con un intervento di ristrutturazione.

Pensi che se fossero stati costruiti in legno sarebbero recuperabili? O meglio ancora pensi sarebbero ancora in piedi dopo decenni di abbandono?

Un fabbricato in legno, per durare, richiede costante monitoraggio e manutenzione, non è ammessa incuria. Anche una semplice infiltrazione d’acqua può compromettere la sua struttura e stabilità.


Case in legno post terremoto Aquila: balcone crollato a seguito di infiltrazione d'acqua.

A tale proposito ti chiedo di fare una riflessione sul mercato dell’usato delle case in legno. Compreresti una casa in legno di 30 anni senza poter conoscere lo stato della struttura, ovvero quello che non si può vedere all’interno delle murature? E se invece di comprarla la casa in questione ti trovassi a doverla vendere? Dal punto di vista patrimoniale ti sentiresti tranquillo o pensi che tra 30 o quarant’anni la tua casa in legno possa non valere più molto? La casa in muratura per quanto riguarda il suo valere nel tempo è una certezza mentre per le case in legno lo scopriremo vivendo, il tempo è galantuomo.


Danni provocati da umidità di risalita sulla parete di una casa in legno.

È meglio il legno o il laterizio contro le calamità naturali?


Per calamità naturale intendiamo i terremoti, gli allagamenti e le inondazioni, le piogge torrenziali, i forti venti, le grandi nevicate, ecc. ma possiamo anche inserire altre calamità, non del tutto naturali, quali gli incendi ad esempio e ti sarai sicuramente chiesto se siano più resistenti e sicure le case in legno o in muratura. Ecco cosa devi sapere.

Terremoto

Grazie alle conoscenze e alle tecnologie oggi a nostra disposizione è possibile realizzare degli edifici che siano molto resistenti ai terremoti, pure a quelli di notevole intensità.

Per una giusta valutazione dobbiamo mettere a confronto una casa in legno ed una in muratura costruite entrambe recentemente. In caso di terremoto quale delle due è più resistente? La risposta è molto semplice: non c'è alcuna differenza.
Il motivo è che ogni nuovo edificio, indifferentemente dai materiali utilizzati, deve rispettare la normativa vigente che impone, in base al Comune, l'edificio sia anti-sismico.

Cosa determina la resistenza ai terremoti quindi? Abbiamo detto che ciò non dipende dal materiale principale costruttivo come il legno o il laterizio, ma sono fondamentali diversi accorgimenti e l'interazione tra tutti i componenti sia fisici che tecnologici. A decretare ogni elemento imprescindibile è la normativa del D.M. 14/1/08 (Norme Tecniche per le Costruzioni) e tutte le relative circolari che regolano i criteri da seguire per la corretta applicazione delle norme e tecniche.

Alluvione

Un'alluvione, o uno straripamento, sono eventi che danneggiano qualsiasi tipologia di edificio. Sia le case in legno che in laterizio, più precisamente, subiranno danni inevitabili ma di entità diversa e che precludono la necessità di interventi di ricostruzione, sostituzione di alcune parto o addirittura la demolizione totale.

Vediamo nel dettaglio come l'acqua può rovinare queste due diverse costruzioni.

Le case in legno: resistono solo a rapide bagnature e sporadiche, magari ad attacchi di umidità, alla nebbia ma sono molto, molto sensibili alle bagnature di grande portata e di ampia durata. Un'alluvione o un'inondazione può costringerti anche a dover demolire la tua casa in legno. Lo stesso risulterà notevolmente provato dall'azione dell'acqua che, per la maggior parte dei casi, impiegherà tantissimo ad evaporare del tutto. In particolare l'acqua gonfia le fibre legnose, le deforma e quindi risulta compromessa la stabilità della stessa struttura. Un danno analogo può anche succedere a causa della rottura di una tubatura, di una perdita idraulica.

Le case in laterizio: possono subire danno dal contatto con l'acqua, se questo è di grande portata e durata. Ad esempio dopo un'alluvione che ha colpito, anche se parzialmente, un edificio in mattoni, bisognerà attendere del tempo prima che questo riesca a liberarsi di tutta l'acqua e l'umidità assorbita. Potresti dover cambiare i battiscopa, far revisionare l'impianto elettrico e verificare che le solette e le pavimentazioni sia tornate asciutte. Non solo, dovrai anche rifare le tinteggiature, eventualmente procedere con trattamenti anti-muffa, cambiare le porte esterne ed interne, ecc..
Diversamente da una casa in legno che rischia la demolizione, quella in muratura avrà solo bisogno di interventi parziali e di un po' di tempo per asciugarsi.


Incendio

Le case in legno: sono sicuramente più sensibili al fuoco per questo è sempre consigliabile installare dei rivelatori di fumo e dei sistemi per lo spegnimento automatico del fuoco. Inoltre si rivela fondamentale situare la casa in aree non limitrofe ad aree boschive sensibili e una buona assicurazione contro gli incendi sarà altrettanto importante. Non solo, la costruzione delle case in legno deve essere fatta tenendo conto anche di possibili incendi non esterni all'abitazone, ma ad esempio frutto di un isolamento inadeguato della canna fumaria.

Le case in laterizio: possono essere anch'esse colpite da incendi di portata medio ampia, ma hanno comunque una struttura decisamente più ignifuga e resistente rispetto alle dimore in legno. Tuttavia è sempre bene curare nel dettaglio la corretta costruzione di tutto l'edificio, prestando attenzione alle canne fumarie anche in questo caso e utilizzando materiali ideali quanto più ignifughe possibili.

L'architetto consiglia la casa in legno o in muratura?


Questa è una domanda difficilissima, tutto dipende da una serie di variabili, ma in generale entrambe le soluzioni possono rivelarsi ideali, dipende ovviamente dalle tue esigenze. Non solo, per esempio la scelta più idonea dipenderà:
  • dall'uso dell'abitazione, se primaria o se si tratta di una casa vacanze;
  • dall'ubicazione, dal contesto naturalistico o abitativo, dal clima, dall'orientamento, ecc.;
  • da eventuali norme paesaggistiche in vigore;
  • dallo stile che più ti piace;
  • dal comfort termo-igrometrico che vuoi ottenere;
  • dalle dimensioni dell'immobile e dalle dimensioni dell'area sulla quale costruire;
  • dal budget che ti sei prefissato.
Senza dubbio un abile e professionale architetto saprà condurti verso al scelta più idonea alle tue esigenze stilistiche e pratiche, nonché di spesa, ma è bene sempre approfondire anche alcuni aspetti tecnici come visto anche nella nostra guida. Siamo certi infatti che questa sorta di FAQ, domande e risposte ai quesiti più comuni sulle case in legno e laterizio, ti abbia dato informazioni più che utili. E per concludere potrai visionare anche una lista di pro e contro che riguardano sia le case in legno che quelle realizzate in laterizio.

Case in legno: pro e contro


Ecco alcuni vantaggi e svantaggi delle case in legno. Questo elenco è generico, ma ovviamente ogni tipologia di costruzione lignea avrà le sue peculiarità.
Il tuo architetto saprà indirizzarti non solo verso l'azienda ideale, ma anche verso una tipologia costruttiva a te più congeniale.

I pro delle case in legno

  • Tempi di realizzazione più brevi (relativamente alla fase di cantiere) poiché i componenti strutturali vengono preparati in stabilimento e successivamente montati in cantiere.
  • Spessore delle murature più contenuto (a parità di isolamento) rispetto ad una parete muratura isolata;
  • Costruzione più ecologica, rispetto alle costruzioni in laterizio, visto dispendio energetico primario inferiore per trasportare materiale, stoccarlo (a patto che si utilizzino solo materiali naturali quali sughero, legno e argilla).

I contro delle case di legno

  • Bisogno di maggiore manutenzione ordinaria e straordinaria rispetto a quella richiesta per le case in laterizio. Necessita di costante di controllo e manutenzione ovvero una delicatezza maggiore nel lungo periodo.
  • Bassa inerzia termica che, soprattutto nella stagione estiva, la sottoporrà a sbalzi termici a causa della struttura in legno caratterizzata da una massa contenuta.
  • Bassa resistenza al fuoco poiché il legno non è un materiale ignifugo. Per renderlo tale viene trattato con appositi prodotti chimici e ricoperto con lana di roccia in grado di resistere al fuoco per un tempo limitato prima di emanare fumi tossici in gran quantità.
  • Impossibilità di apportare modifiche al progetto in fase di cantiere ad esempio il semplice spostamento di una finestra o di una parete per ingrandire una stanza non è fattibile.
  • Difficoltà di eventuale ristrutturazione in quanto modificare la disposizione delle pareti interne dell’abitazione spesso portanti è molto complicato se non impossibile. Ad oggi non si ha inoltre esperienza di ristrutturazioni di tale tipologia costruttiva diversamente di quanto avviene per le case in muratura.
  • Incompatibilità con l’acqua in ogni sua forma. Oltre a temere la normale umidità caratteristica delle pianure italiane la struttura della casa in legno non può assolutamente permettersi di entrare in contatto con l’acqua: umidità di risalita, piccole infiltrazioni o perdite, soprattutto se non rapidamente individuate, rischiano di compromettere la struttura in modo irreparabile arrivando, nei casi più gravi, a doverla demolire.
  • Penalizzazioni in caso di rivendita. Sì, il mercato immobiliare parla chiaro, in caso tu voglia mettere sul mercato una dimora costruita in legno, in Italia potrebbe essere una mossa azzardata e poco redditizia non essendoci lunga storicità su queste costruzioni. La cultura delle case in legno non è radicata e, a meno che tu non ne abbia una in una zona altamente scenografica o di forte richiamo turistico, potresti ritrovarti a doverla svendere o ad attendere molti anni prima di poterla piazzare.

Casa in muratura: pro e contro


Ecco alcuni vantaggi e svantaggi delle case in muratura. Ovviamente mi riferisco a case in muratura di mattoni con struttura portante in cemento armato. Questo elenco è puramente indicativo ed ogni tipologia di costruzione avrà le sue caratteristiche specifiche.

Pro delle costruzioni in muratura di laterizio

  • Necessitano di minor manutenzione rispetto a quella richiesta per le case in legno. Necessita di costante controllo e manutenzione ovvero una delicatezza maggiore nel lungo periodo.
  • Maggiore inerzia termica dovuta alle pareti in mattoni che grazie alla loro massa garantiscono, soprattutto d’estate, un microclima interno ideale con minor sbalzi di temperatura.
  • Buona resistenza al fuoco grazie all’impiego di materiali inifughi che evitano vengano generati fumi tossici.
  • Grande versatilità in fase di cantiere con la possibilità di apportare modifiche di ogni tipo man mano che la costruzione viene realizzata. Spesso in corso d’opera durante un sopralluogo il committente si rende conto di voler apportare piccole modifiche come allargare una stanza o una finestra sapendo che questo fortunatamente è possibile.
  • Possibilità di successiva ristrutturazione, prassi collaudata su questo tipo di case in uso da secoli.
  • Ottima tenuta del mercato dell’usato, anche nel lungo periodo, come ampiamente dimostrato dall’andamento del mercato immobiliare degli ultimi decenni.
  • Maggiore resistenza all’acqua in quanto non sono attaccabili da muffe e parassiti, perché il mattone stesso non ne permette la proliferazione. Anche l'umidità e l'acqua non possono intaccarlo e/o rovinarlo e infiltrazioni o umidità di risalita sono comunque risanabili e non compromettono assolutamente la struttara.

Contro delle costruzioni in muratura di laterizio

  • Tempi medi di realizzazione più alti rispetto alle case in legno poichè la struttura è eseguita in opera. Ciò però dipende da molti fattori e non sempre è una verità assoluta.
  • Spessore delle murature più elevato (a parità di isolamento) rispetto ad una parete legno isolata;

Ci teniamo in ultimo a specificare che le case in legno e in laterizio oggi hanno pressoché la stessa estetica, ciò che cambia è la loro struttura.

Hai ancora qualche dubbio, vuoi esporre le tue perplessità? Chiedi senza impegno un parere all'architetto, sarà lieto di trovare la soluzione ideale per te.

Filippo Coltro
Filippo Coltro
Architetto e interior designer sono specializzato nella progettazione d'interni di residenze private.
Ho firmato progetti in tutto il mondo, da Hong Kong a Milano, da Padova a Venezia, tutti contraddistinti da una progettualità ricercata, attenta al particolare e alla tradizione, che sa coniugare il gusto della memoria estetica con quello della contemporaneità.
POST CORRELATI
25 dic 2018 Costruire casa: tutto quello che devi sapere

Il ruolo dell’architetto nella costruzione della casa, dalla progettazione alla direzione dei lavori fino…

Leggi articolo
14 dic 2020 Costruire casa in acciaio: caratteristiche, vantaggi e tempi di realizzazione

A chi devi rivolgerti e cosa devi conoscere per costruire una casa in acciaio…

Leggi articolo
20 feb 2021 Costruire casa ad un piano: vantaggi e svantaggi spiegati dall’architetto

Caratteristiche e vantaggi del costruire una casa ad un piano…

Leggi articolo
Hai in mente un nuovo progetto? Contattami